International Master in Clinical Pharmacy, partita la sesta edizione. Giua (Sifac): “Farmacisti formati a gestire le cronicità”

21/02/2018 09:19:25
Ha preso il via lo scorso 17 febbraio, presso la sede dell'Ordine dei Farmacisti delle Province di Milano, Lodi e Monza Brianza, la 6a edizione del Master Internazionale in Clinical Pharmacy. Università (Milano, Cagliari, Granada), società scientifiche, centri di ricerca e mondo delle imprese insieme per un percorso formativo che interessa sempre di più i farmacisti di tutta la Penisola. I lavori, condotti da Corrado Giua, Presidente della Sifac e coordinatore del Master, hanno visto la partecipazione, insieme a Paola Minghetti, direttrice del Master, del Presidente della Fofi, Andrea Mandelli e del Presidente di Federfarma, Marco Cossolo a riprova di quanto i vertici della categoria dei farmacisti siano vicini a un percorso formativo post-laurea proiettato verso la realizzazione professionale del Farmacista Clinico.

“Davanti a oltre 50 farmacisti – ha spiegato a Filodiretto il presidente Giua - è stata l’occasione per fare il punto sulla Farmacia Clinica in Italia oggi e sulle prospettive di crescita soprattutto in ambito professionale, ad oggi sempre più esigente e competitivo. In sei edizioni del Master abbiamo formato oltre 300 farmacisti clinici in tutta Italia, capaci di supportare la classe medica nella presa in carico del paziente cronico e affiancarla nella gestione dei disturbi minori per mezzo di protocolli validati”. Oggi, definita e rafforzata la gestione standardizzata delle problematiche minori, il Master accoglie la sfida della cronicità fornendo dei modelli di gestione pratici per la presa in carico del paziente cronico in collaborazione con la medicina generale. “La Farmacia Clinica passa dunque oggi - aggiunge Corrado Giua - da una realtà d’avanguardia a una rete consolidata e in crescita che può contribuire, attraverso nuove competenze specialistiche certificate, alla sostenibilità qualitativa ed economica della professione.”

La collaborazione scientifica di Sifac con il Master in Clinical Pharmacy apporterà nuovi modelli di gestione clinica per la presa in carico della cronicità delle patologie cardiovascolari e metaboliche, sperimentati con successo in Spagna ed ora adeguati al contesto italiano. Corrado Giua, Presidente di Sifac, nonché ideatore e coordinatore del Master, ha chiuso la prima giornata della settimana milanese del Master 2018, confermando “costante e rinnovato impegno di Sifac verso percorsi formativi e di ricerca che possano rafforzare e sempre meglio definire le competenze del farmacista di comunità”.

Notizie correlate

30/05/2018

Cronicità, Fofi e Cittadinanzattiva convergono sulle stesse criticità del sistema

Insufficiente integrazione ospedale-territorio, liste d'attesa e assenza dei farmaci innovativi nella distribuzione territoriale e possibilità di prescrizione da parte del medico...
26/04/2018

Nello Martini: il riscatto per la farmacia si chiama cronicità. Agire in fretta per cogliere l’attimo

In questi anni la farmacia ha subìto una marginalità progressiva, sia dal punto di vista sociale che professionale. Mentre negli anni ’80, la stragrande maggioranza della spesa...
10/04/2018

Gestione cronicità, in Lombardia al via centro servizi di cooperativa Mmg. Petrosillo: “Progetto parallelo al nostro”

Da oggi i cittadini affetti da cronicità, che sceglieranno il medico di medicina generale associato a Iml (Iniziativa Medica Lombarda) come gestore del proprio piano di cure, potranno contare sul Centro Servizi messo a disposizione dalla cooperativa per le province di Milano, Bergamo, Brescia, Mantova, Monza, Como e Sondrio...
19/03/2018

Piano nazionale cronicità, integrata la cabina di regia: Giaccone e Moltedo per i farmacisti

Ottiene il via libera il decreto del Ministero della Salute del 2 marzo 2018, che modifica la composizione della cabina di regia prevista per l'attuazione del Piano nazionale cronicità...
16/03/2018

Cronicità, Desideri: “Farmacia snodo cruciale per la cronicità”

Il farmacista territoriale al centro della rete che il nuovo Ssn deve costruire per conciliare innovazione e cronicità con una maggiore sostenibilità. E’ questo, in sintesi, quanto riferito a Filodiretto da Enrico Desideri, presidente della Fondazione Sicurezza in Sanità...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni