Puglia, nella nuova intesa sulla dpc forte impulso alla farmacia dei servizi

17/06/2017 07:45:51
Un ritocco alla remunerazione in cambio di un cospicuo incremento dei volumi e una forte virata verso la farmacia dei servizi. Sono i termini principali dell’intesa con cui ieri Regione e Federfarma Puglia hanno rinnovato fino al 2020 l’accordo regionale sulla dpc. Il compenso alle farmacie scende da 6,10 a 5,10 euro più iva al pezzo (e da 7,10 a 6,10 per le rurali), mentre la quota del grossista cala da 2,25 a 1,25 euro. I titolari, però, ottengono lo spostamento dalla distribuzione diretta alla dpc di circa 140 referenze, tra le quali eparine, antibiotici di ultima generazione e diversi oncologici. In tutto, dovrebbe venirne fuori un incremento dei volumi di circa 150mila pezzi, che andrebbero ad aggiungersi ai 2,3 milioni già distribuiti nel 2016.

Inoltre, dall’intesa sulla dpc arriva un’importante apertura alla farmacia dei servizi: il testo infatti getta le basi per la partecipazione (remunerata) delle 1.200 farmacie pugliesi agli screening oncologici, a cominciare da quello del colon-retto (partenza da definire con una delibera invia di preparazione); in aggiunta, Federfarma Puglia sta ultimando un progetto per l’aderenza terapeutica sulla bpco che a sua volta verrà recepito dalla Regione con un secondo provvedimento.

«L’accordo che abbiamo appena firmato» commenta a Filodiretto Vito Novielli, presidente di Federfarma Puglia «ha senz’altro il pregio di riconoscere alle farmacie un ruolo di primo piano nell’ottimizzazione delle risorse, nella prevenzione e nel monitoraggio dei consumi farmaceutici. E stiamo parlando di servizi, è il caso di sottolinearlo, che riceveranno una remunerazione importante».

A margine dell’intesa, Novielli ha anche stipulato per Federfarma Bari un accordo con il Policlinico cittadino che dal primo luglio consentirà alle 353 farmacie del capoluogo di effettuare servizio Cup e riscossione ticket per conto della struttura. (AS)

Ultime notizie

19/10/2017

DiaDay, ha già aderito il 24% delle farmacie ma serve il colpo di reni

Continua a progredire di giorno in giorno e ieri ha toccato quota quattromila. E’ il conteggio delle farmacie che hanno dato la propria adesione al progetto “DiaDay”, la campagna di screening che Federfarma proporrà dal 14 al 20 novembre su tutto il territorio nazionale. L’aggiornamento arriva da Promofarma, che conta quotidianamente...
19/10/2017

Renzo (odontoiatri): Ministero ci dà ragione, Legge concorrenza fatta male

Dentisti in subbuglio alla notizia che il ministero della Salute chiederà al Consiglio di Stato chiarimenti dettagliati per l’applicazione applicative della Legge sulla concorrenza, in particolare a proposito di nuove titolarità e incompatibilità. Lo aveva annunciato lunedì...
19/10/2017

Ascoli, s’infittisce la querelle sulla comunale da aprire nel centro commerciale

Si ingarbuglia la vicenda della nuova farmacia comunale che il comune di Ascoli vorrebbe aprire all’interno del centro commerciale Oasi, nella periferia orientale del capoluogo, contestualmente alla chiusura di due dei quattro esercizi che già possiede...
19/10/2017

Francia, sulle confezioni dei farmaci arriva il “bollino” per le donne in gravidanza

In Francia arriva un bollino stampato direttamente sulla scatola per segnalare alle donne in gravidanza i farmaci potenzialmente pericolosi. La novità, in vigore da un paio di giorni, si deve a un provvedimento della Direction generale Santé del ministero...
19/10/2017

A Cagliari convegno Federfarma sulla telemedicina in farmacia

Entrano nel vivo, in Sardegna, i lavori del Tavolo regionale sulla telemedicina, istituito dall’assessorato alla Salute con l’obiettivo di valutare i benefici della diagnostica a distanza nell’assistenza alle popolazioni dei piccoli centri. Nella seduta del 6 ottobre...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni