Vella (Aifa), pubblico-privato regolato chiave sostenibilità

15/07/2017 07:01:05
«Il rapporto pubblico privato regolato, trasparente, con le regole, probabilmente è l'unico modo in futuro per rendere sostenibile un sistema che forse non lo sarà più. A partire dalla ricerca di base, preclinica. Penso che uno dei compiti che ha l'Aifa è quello di lavorare per ridisegnare una governance farmaceutica in Italia e in Europa. Bisogna sedersi e riscrivere le regole perché c'è il rischio che alcune cose non siano sostenibili tra un po'». A dirlo Stefano Vella, presidente dell'Aifa, Agenzia italiana del farmaco, intervenendo alla cerimonia di premiazione per 15 borse in farmacologia di Sif (Società italiana di farmacologia) e Msd. «Siamo di fronte tra poco a una specie di “tempesta perfetta”, con tutti i farmaci innovativi, l'invecchiamento della popolazione» ha aggiunto. «La ricerca indipendente dell'Aifa» ha proseguito «è stata ferma per un po', adesso per fortuna grazie al nuovo direttore generale Melazzini è stata riaperta l'anno scorso. Ci sarà un nuovo bando quest'anno, speriamo di farcela. La ricerca indipendente tra l'altro è aperta all'industria come collaborazione. Ci sono i bandi del Miur, c'è la ricerca indipendente dell'Aifa, ci saranno i bandi del Ministero della salute. Tutti non astratti. Quelli dell'Aifa sono molto concreti». (ANSA)

Ultime notizie

20/09/2017

Campania, Stabile al governatore De Luca: rurali da tutelare

La conversione in legge del ddl concorrenza rende urgente l’adozione di interventi a sostegno delle farmacie operanti in aree disagiate, in modo da scongiurare che i loro titolari cedano alla tentazione di «delocalizzare in ambiti socio-territoriali più redditizi». Interventi che non devono limitarsi soltanto alla concessione di «provvidenze adeguate alle attuali necessità di servizio», ma...
20/09/2017

Campania, Stabile al governatore De Luca: rurali da tutelare

La conversione in legge del ddl concorrenza rende urgente l’adozione di interventi a sostegno delle farmacie operanti in aree disagiate, in modo da scongiurare che i loro titolari cedano alla tentazione di «delocalizzare in ambiti socio-territoriali più redditizi». Interventi che non devono limitarsi soltanto alla concessione di...
20/09/2017

Farmacisti-grossisti, il Tar Lombardia: il flusso della filiera resti a senso unico

La norma del D.lgs 219/2006 che rimuove l’incompatibilità tra vendita e distribuzione all’ingrosso dei farmaci non comporta «l’inversione dell’ordine logico-giuridico che regola la filiera». Né determina «una ineliminabile commistione tra le due attività...
20/09/2017

C’è l’accordo, farmacie pugliesi mobilitate per lo screening del colon-retto

Avanti tutta sulla farmacia dei servizi, in Puglia, grazie all’accordo per lo screening del tumore al colon-retto firmato lu da Regione, Federfarma e Assofarm. L’intesa, di validità biennale, coinvolge circa 1,2 milioni di abitanti (fascia di età 50-65 anni) e punta...
20/09/2017

Firenze, in sei mesi più di 103mila prenotazioni Cup nelle farmacie

Sono più di 103mila le prenotazioni di esami e visite specialistiche effettuate dai fiorentini tra gennaio e giugno nelle farmacie della città che hanno aderito all’accordo sul Cup dello scorso marzo tra Regione, Asl Toscana Centro, Federfarma e Cispel...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni