Vaccini: dall'Iss il “vero o falso” in dieci punti

15/07/2017 00:03:29
Il decreto che introduce l'obbligo non modifica il calendario vaccinale, ed è quindi falso che a causa del provvedimento aumentano le immunizzazioni per i bimbi nel primo anno di vita. E' uno dei dieci punti contenuti in un documento pubblicato dall'Iss sul proprio sito, che contiene il “vero o falso” sui vaccini. Il testo risponde a diverse affermazioni dei movimenti “no vax”, a partire appunto da quella secondo cui la legge creerebbe dei “bambini cavia”. «Il decreto» scrive l'Istituto «non modifica il calendario vaccinale, le immunizzazioni e la scansione temporale restano le stesse». Tra gli altri falsi miti sfatati dagli esperti nel documento ci sono la presenza di sostanze pericolose nei vaccini, il presunto legame con l'autismo, il rischio che l'immunizzazione sviluppi malattie autoimmunitarie, e l'esistenza di “test prevaccinali” in grado di prevedere eventuali effetti collaterali. Il documento riafferma anche diverse verità sui vaccini. «L'attuale riduzione delle coperture vaccinali» ricorda ad esempio l'Iss «ha provocato la recrudescenza di alcune malattie come il morbillo, e potrebbe portare al ritorno di patologie ormai assenti dal nostro paese, come la polio o la difterite, ma non ancora debellate dal resto del mondo». .(ANSA)

Ultime notizie

23/09/2017

Ascoltare Mozart previene le crisi di epilessia

Poche note della sonata K 448 di Wolfgang Amadeus Mozart, ascoltate ogni giorno, ridurrebbero di quasi il 21% la frequenza delle crisi epilettiche in pazienti resistenti ai far-maci. Sono i risultati dello studio realizzato dall'Unità di ricerca dell'Istituto Serafico...
23/09/2017

Diabete: cellule pancreas “zoppicano” prima della malattia

Le cellule beta del pancreas iniziano a “zoppicare” molto prima che il diabete si manifesti: la comparsa di diabete è cioè preceduta da un “inceppamento” delle cellule produttrici di insulina. Lo rileva uno studio di Chiara Maria Assunta Cefalo, giovane ricercatrice...
23/09/2017

Bassa istruzione, povertà e stress danneggiano il cuore

Un livello inferiore di scolarità, disagio sociale e stress peggiorano la salute cardiovascolare, anche dopo la correzione dei fattori di rischio. Lo dicono i dati dell'Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare dell'Iss e Amco-Hcf presentati alla V Conferenza di...
23/09/2017

Depressione, dormire meno riduce sintomi per 50% pazienti

Dormire meno potrebbe ridurre la depressione. Lo dimostra un maxi-studio pubblicato sul Journal of Clinical Psychiatry, basato sull'analisi dei dati di 66 studi condotti in oltre 36 anni di ricerca su questa materia. La meta-analisi è stata coordinata da...
23/09/2017

Ricerca Banco Farmaceutico, le malattie viaggiano con le gambe della povertà

Più che il Paese di origine, l’appartenenza etnica o la condizione di migrante, sembra essere la povertà il fattore determinante per lo sviluppo di alcune patologie. E’ una delle risultanze che arrivano dal convegno su povertà sanitaria e accesso...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni