Paroxetina, raccomandazione Aifa: da prescrivere solo ai maggiorenni

19/05/2017 00:20:36
Gli antidepressivi a base di paroxetina non vanno prescritti agli individui di età inferiore ai 18 anni, perché possono raddoppiare il rischio di comportamenti violenti. E’ quanto ricorda ai medici l'Agenzia italiana del farmaco in una comunicazione pubblicata l’altro ieri sul proprio sito: già nel foglietto illustrativo, ricorda l’Aifa, è segnalato che la paroxetina non dev’essere usata su bambini e adolescenti sotto i 18 anni di età, per mancanza di dati significativi di efficacia e un aumentato rischio di comportamenti suicidari od ostili. In più, una revisione sulla sicurezza dei medicinali con paroxetina condotta a livello europeo ha evidenziato in bambini e adolescenti un rischio suicidario potenzialmente importante. da approfondire e monitorare nel tempo.

Come se non bastasse, prosegue la comunicazione, un'analisi di diversi studi eseguita nel 2016 ha evidenziato in bambini e adolescenti un rischio doppio di comportamenti aggressivi rispetto agli adulti. «Una seconda metanalisi dei dati relativi all’efficacia e alla sicurezza degli antidepressivi in età pediatrica per il trattamento della depressione maggiore» continua l’Aifa «ha rivelato come solo la fluoxetina abbia raggiunto la significatività per i parametri di efficacia, confermando invece le problematiche di sicurezza. L'Aifa quindi raccomanda ai medici «di attenersi scrupolosamente a quanto già riportato nel foglio illustrativo e nel riassunto delle caratteristiche del prodotto dei medicinali con paroxetina, come ribadito dal Tavolo tecnico sugli antidepressivi nei bambini e negli adolescenti istituito dal Ministero della Salute».

Notizie correlate

25/07/2017

Spesa farmaci, Aifa: convenzionata in crescita ma non sfonda

Invertendo l’ordine dei fattori, il risultato non cambia. E’ il commento che sorge spontaneo a leggere i dati del report con cui l’Aifa fotografa l’andamento della spesa farmaceutica pubblica nei primi tre mesi dell’anno: anche se da gennaio il sistema di tetti è cambiato (con la distribuzione diretta che è andata a sommarsi all’ospedaliera e la convenzionata si è messa a correre per...
25/07/2017

Spesa farmaci, Aifa: convenzionata in crescita ma non sfonda

Invertendo l’ordine dei fattori, il risultato non cambia. E’ il commento che sorge spontaneo a leggere i dati del report con cui l’Aifa fotografa l’andamento della spesa farmaceutica pubblica nei primi tre mesi dell’anno: anche se da gennaio il sistema di tetti è cambiato (con la distribuzione diretta che è andata a sommarsi all’ospedaliera e la convenzionata si è messa a correre per...
19/07/2017

Farmaci e caldo, torna la guida Aifa con i consigli per chi va in ferie

La stagione delle vacanze e dei viaggi è ormai iniziata e come ogni anno l’Aifa si propone al grande pubblico con la sua guida “Farmaci&Estate, aggiornata nei contenuti e nella struttura. L’obiettivo, come sempre, è quello di fornire consigli e indicazioni a chi parte...
14/07/2017

Ossigeno, incontro a tre Ministero-Federfarma e Aifa per affrontare spine

Dopo la proroga con cui un mese fa era slittata al 31 gennaio 2018 l’entrata in vigore della disposizione che vieta ai produttori di riempire bombole appartenenti a terzi, in tema di ossigeno terapeutico Federfarma mette a segno un altro importante punto: il Ministero...
21/06/2017

Ossigeno, Federfarma ottiene rinvio. E chiede tavolo su costi aggiuntivi

Viene incontro alle richieste formulate più volte da Federfarma – l’ultima soltanto una settimana fa – la comunicazione con cui ieri l’Aifa ha rinviato ulteriormente, dal 30 giugno al 31 gennaio 2018, il termine dal quale i produttori di gas medicali non possono più riempire bombole appartenenti a farmacie, distributori, ospedali, case di cura, autoambulanze e studi medici. La proroga...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni