Farmacie terremotate: emendamento Tancredi va direttamente all’aula

18/03/2017 08:39:48
Salta l’esame della commissione Lavori pubblici e prende direttamente la strada dell’aula di Montecitorio l’emendamento Tancredi per l’assistenza farmaceutica nelle aree terremotate del centro Italia. La proposta di modifica, presentata all’inizio del mese nell’ambito della conversione in legge del decreto per nuovi interventi a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016-2017, dispone che alle farmacie dei comuni terremotati e alle rurali sussidiate delle rispettive province venga affidata la distribuzione in dpc di tutti i farmaci della diretta. «In tal modo» spiegava la relazione che accompagna l’emendamento «si tiene conto dei possibili spostamenti di popolazione dalle località colpite ad altri centri vicini, e si dà comunque la possibilità a varie piccole farmacie, operanti in zone disagiate, di potenziare la propria attività garantendone la sopravvivenza in una situazione di generale criticità».

L’emendamento avrebbe dovuto essere esaminato dalla commissione tra mercoledì e giovedì, ma è stato ritirato dallo stesso proponente (Paolo Tancredi, di Ap-Ncd) prima ancora che iniziasse l’esame. Verrà ripresentato direttamente all’aula della Camera quando sui banchi dei deputati planerà il ddl di conversione, una variazione di percorso che servirà ad acquisire dai Ministeri ulteriori garanzie sulla copertura economica. E magari ad allargare i sostenitori: nelle ore scorse, avrebbe apposto la propria firma all’emendamento il deputato di Fi Fabrizio Di Stefano. (AS)

Notizie correlate

04/08/2017

Toscana, sale il fondo per le farmacie disagiate

Cresce da 300 a 400mila euro il fondo che la Regione Toscana stanzia annualmente dal 2004 per sostenere le farmacie disagiate. E’ quanto sancisce la dgr 706/2017 del 26 giugno scorso, che definisce riparto e modalità di accesso al contributo: in sintesi...
06/07/2017

Titolari rurali senza collaboratori, c'è la polizza d’indennità sostituzioni

Tra breve, malattia o infortunio non rappresenteranno più un incubo per i titolari di farmacia rurale che lavorano da soli al banco e dunque non possono permettersi chiusure prolungate. E’ ormai vicina alla stipula, infatti, la polizza assicurativa per l’indennità di sostituzione voluta dalle nuove presidenze di Federfarma e Sunifar per consentire...
06/07/2017

Titolari rurali senza collaboratori, c'è la polizza d’indennità sostituzioni

Tra breve, malattia o infortunio non rappresenteranno più un incubo per i titolari di farmacia rurale che lavorano da soli al banco e dunque non possono permettersi chiusure prolungate. E’ ormai vicina alla stipula, infatti, la polizza assicurativa per l’indennità di sostituzione voluta dalle nuove presidenze di Federfarma e Sunifar per consentire a questi farmacisti di trovare un sostituto che copra le giornate...
01/07/2017

Pagliacci (Sunifar): al lavoro per aggiornare l’indice di ruralità

Dovrebbe dare risultati entro l’autunno il gruppo di lavoro istituito dal Sunifar per aggiornare il cosiddetto “indice di ruralità”, ossia il parametro che identifica la farmacia rurale. La stima l’ha fornita la presidente del Sunifar Silvia Pagliacci, ospite giovedì sera assieme al presidente di Federfarma, Marco Cossolo, dell’assemblea straordinaria organizzata dall’Associazione titolari...
16/06/2017

Decentramento delle farmacie nei paesi terremotati, approvato odg

Alle farmacie ubicate nei paesi del terremoto abbandonati in modo pressoché definitivo da gran parte dei loro abitanti, dovrebbe essere consentito il decentramento «oltre i confini comunali», in deroga alle disposizioni della legge 362/1991. E’ la raccomandazione...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni