In Campania dpc regionale partita, ritarda invece la piattaforma

18/03/2017 08:36:12
Non scatterà prima di aprile il passaggio delle farmacie campane alla piattaforma Webdpc, l’applicativo selezionato dalla Regione perché gestisca la distribuzione per conto regionale introdotta nell’autunno scorso dal decreto 97. E’ l’aggiornamento che arriva da Federfarma dopo l’avvio, in settimana, dei primi corsi di formazione ai farmacisti per l’uso del nuovo programma. «La dpc è partita regolarmente in tutte le province» spiega il presidente del sindacato regionale, Nicola Stabile «al momento però le farmacie continuano a utilizzare le vecchie piattaforme perché per la transizione a Webdpc bisognerà attendere ancora qualche settimana, presumibilmente gli inizi di aprile. Salerno invece avrà bisogno di più tempo, perché non ha mai fatto distribuzione per conto. A breve, inoltre, la Regione riceverà le credenziali per accedere al sistema, che provvederà poi a rigirare alle farmacie».

Anche nel capoluogo ci saranno partenze differite. «All’Asl Napoli2 sono in ritardo e non partiranno prima di maggio» spiega il presidente dei titolari partenopei, Michele Di Iorio. Intanto, nei giorni scorsi Federfarma Napoli ha comunicato al Servizio farmaceutico campano che con l’avvio della distribuzione per conto regionale le farmacie tratteranno nella stessa modalità anche gli ex Osp-2. «L’Aifa aveva riclassificato questi farmaci nel Pht sette anni fa» ricorda Di Iorio «una circolare dell’allora commissario alla Sanità li aveva esclusi temporaneamente dalla dpc. Per noi quella disposizione è ormai “caducata”». (AS)

Notizie correlate

20/07/2017

Emilia Romagna, Federfarma bacchetta la Regione sui “Cef”

Si fanno fatica a capire le motivazioni per cui la Regione Emilia Romagna insiste a mantenere alcuni farmaci di fascia A-Pht in una categoria a se stante denominata Cef (Concedibili extra-farmacia) che di fatto equivale a una distribuzione diretta nelle sole farmacie ospedaliere o distrettuali. E’ quanto scrive Federfarma Emilia Romagna in una lettera inviata ieri all’assessorato...
20/07/2017

Emilia Romagna, Federfarma bacchetta la Regione sui “Cef”

Si fanno fatica a capire le motivazioni per cui la Regione Emilia Romagna insiste a mantenere alcuni farmaci di fascia A-Pht in una categoria a se stante denominata Cef (Concedibili extra-farmacia) che di fatto equivale a una distribuzione diretta nelle sole farmacie ospedaliere o distrettuali. E’ quanto scrive Federfarma Emilia Romagna in una lettera inviata ieri all’assessorato...
05/07/2017

L’Asur Marche: ridiscutere la dpc. Federfarma detta condizioni

Sprizzano scintille tra l’Asl unica delle Marche e Federfarma sull’accordo per la dpc che farmacie e Regione avevano firmato nell’autunno del 2015. Dal primo luglio sarebbe infatti in vigore una delle clausole qualificanti dell’intesa, quella che prometteva ai...
01/07/2017

Puglia, Emiliano: da accordo su dpc risparmio di 6 milioni all’anno

Ammontano a circa sei milioni euro all'anno, per i prossimi tre anni, i risparmi sulla spesa farmaceutica che la Regione Puglia otterrà grazie all'accordo sulla dpc stipulato due settimane fa con Federfarma e Assofarm. Lo hanno detto ieri a Bari il presidente della...
27/06/2017

Liguria, nuovo accordo dpc: volumi raddoppiati e diretta "blindata"

Volumi della dpc raddoppiati, da 750mila a 1,43 milioni di pezzi all’anno, grazie anche all’ingresso dei Nao; elenco del Pht unico per tutta la regione; primo ciclo post-dimissione limitato a una sola scatola. Sono i punti qualificanti del nuovo accordo per la dpc...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni