In Campania dpc regionale partita, ritarda invece la piattaforma

18/03/2017 08:36:12
Non scatterà prima di aprile il passaggio delle farmacie campane alla piattaforma Webdpc, l’applicativo selezionato dalla Regione perché gestisca la distribuzione per conto regionale introdotta nell’autunno scorso dal decreto 97. E’ l’aggiornamento che arriva da Federfarma dopo l’avvio, in settimana, dei primi corsi di formazione ai farmacisti per l’uso del nuovo programma. «La dpc è partita regolarmente in tutte le province» spiega il presidente del sindacato regionale, Nicola Stabile «al momento però le farmacie continuano a utilizzare le vecchie piattaforme perché per la transizione a Webdpc bisognerà attendere ancora qualche settimana, presumibilmente gli inizi di aprile. Salerno invece avrà bisogno di più tempo, perché non ha mai fatto distribuzione per conto. A breve, inoltre, la Regione riceverà le credenziali per accedere al sistema, che provvederà poi a rigirare alle farmacie».

Anche nel capoluogo ci saranno partenze differite. «All’Asl Napoli2 sono in ritardo e non partiranno prima di maggio» spiega il presidente dei titolari partenopei, Michele Di Iorio. Intanto, nei giorni scorsi Federfarma Napoli ha comunicato al Servizio farmaceutico campano che con l’avvio della distribuzione per conto regionale le farmacie tratteranno nella stessa modalità anche gli ex Osp-2. «L’Aifa aveva riclassificato questi farmaci nel Pht sette anni fa» ricorda Di Iorio «una circolare dell’allora commissario alla Sanità li aveva esclusi temporaneamente dalla dpc. Per noi quella disposizione è ormai “caducata”». (AS)

Notizie correlate

20/04/2017

Servizio delle Iene, da Federfarma un’infografica che replica alle inesattezze

I confronti sui costi di distribuzione diretta e distribuzione per conto hanno qualche utilità soltanto se si basano su analisi che considerino le specificità delle singole esperienze. Lo avevano ricordato Federfarma, Fofi, Assofarm e Sifo nel comunicato...
11/04/2017

Convegno Assofarm: farmacia dei servizi leva per scardinare la diretta

Presa in carico del paziente cronico e monitoraggio dell’aderenza terapeutica sono le due carte che le farmacie del territorio devono mettere sul tappeto per scardinare la distribuzione diretta e riappropriarsi della distribuzione di tutti i farmaci di fascia A. E’ il messaggio che arriva dal convegno organizzato sabato a Bologna da Assofarm, il sindacato delle farmacie pubbliche, per una riflessione corale...
07/04/2017

Decreto terremoto: da diretta in farmacie benefici per comunità colpite

La norma del decreto terremoto che, nelle Regioni colpite dal sisma, autorizza le farmacie a dispensare i medicinali della diretta non rappresenta soltanto un intervento tangibile a favore delle comunità locali, ma servirà anche a dimostrare che il Ssn può fare fare tranquillamente a meno della 405/2001. E’ il commento con cui, in Federfarma, viene accolta la notizia del via libera definitivo...
06/04/2017

Decreto terremoto: sì del Senato, alle farmacie i medicinali della diretta

E’ stato approvato ieri sera dal Senato con voto di fiducia il ddl di conversione in legge del decreto che impartisce nuovi interventi a favore delle popolazioni terremotate del centro Italia. Poiché il testo aveva già ricevuto l’ok della Camera il 23 marzo, diventa dunque...
28/03/2017

Imola, Federfarma sul chi vive dopo esternazioni Asl pro-diretta

Federfarma Bologna sul chi vive dopo le esternazioni di alcuni dirigenti dell’Asl di Imola, quinto comune della città metropolitana per numero di abitanti, sull’insostenibilità della spesa farmaceutica aziendale. Le valutazioni sarebbero state fatte nel corso...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni