In Campania dpc regionale partita, ritarda invece la piattaforma

18/03/2017 08:36:12
Non scatterà prima di aprile il passaggio delle farmacie campane alla piattaforma Webdpc, l’applicativo selezionato dalla Regione perché gestisca la distribuzione per conto regionale introdotta nell’autunno scorso dal decreto 97. E’ l’aggiornamento che arriva da Federfarma dopo l’avvio, in settimana, dei primi corsi di formazione ai farmacisti per l’uso del nuovo programma. «La dpc è partita regolarmente in tutte le province» spiega il presidente del sindacato regionale, Nicola Stabile «al momento però le farmacie continuano a utilizzare le vecchie piattaforme perché per la transizione a Webdpc bisognerà attendere ancora qualche settimana, presumibilmente gli inizi di aprile. Salerno invece avrà bisogno di più tempo, perché non ha mai fatto distribuzione per conto. A breve, inoltre, la Regione riceverà le credenziali per accedere al sistema, che provvederà poi a rigirare alle farmacie».

Anche nel capoluogo ci saranno partenze differite. «All’Asl Napoli2 sono in ritardo e non partiranno prima di maggio» spiega il presidente dei titolari partenopei, Michele Di Iorio. Intanto, nei giorni scorsi Federfarma Napoli ha comunicato al Servizio farmaceutico campano che con l’avvio della distribuzione per conto regionale le farmacie tratteranno nella stessa modalità anche gli ex Osp-2. «L’Aifa aveva riclassificato questi farmaci nel Pht sette anni fa» ricorda Di Iorio «una circolare dell’allora commissario alla Sanità li aveva esclusi temporaneamente dalla dpc. Per noi quella disposizione è ormai “caducata”». (AS)

Notizie correlate

24/03/2017

Decreto terremoto, approvato dalla Camera emendamento su dpc

Nelle regioni colpite dai fenomeni sismici di questi mesi, le farmacie del territorio potranno essere autorizzate a dispensare in dpc i medicinali normalmente forniti dalle Asl in distribuzione diretta, sulla base di piani sottoposti all’approvazione del...
24/03/2017

Decreto terremoto, approvato dalla Camera emendamento su dpc

Nelle regioni colpite dai fenomeni sismici di questi mesi, le farmacie del territorio potranno essere autorizzate a dispensare in dpc i medicinali normalmente forniti dalle Asl in distribuzione diretta, sulla base di piani sottoposti all’approvazione del Comitato permanente per i Lea (Livelli essenziali di assistenza). E’ quanto prevede la versione rimaneggiata dell’emendamento Tancredi...
14/03/2017

Stefanelli a Regioni: Tavolo Aifa è per ridurre diretta, non allargarla

«Il Tavolo dell’Aifa sulla distribuzione diretta dovrebbe servire, come suggerisce il nome, a risolvere i problemi della distribuzione diretta. Stupisce che ora le Regioni se ne servano per provare a risolvere i loro problemi sulla convenzionata». E’ la battuta con cui Emilio Stefanelli, vicepresidente di Farmindustria, boccia le proposte presentate giovedì scorso dai tecnici regionali...
11/03/2017

Atto d’indirizzo, ecco il testo della terza stesura e le (poche) novità

Per le Regioni l’eliminazione del promemoria dovrà entrare tra gli obiettivi della dematerializzazione disegnata dalla nuova convenzione tra farmacie e Ssn. E in materia di dpc e integrativa, emerge l’indicazione di arrivare a una «tariffa unica massima» a livello nazionale per la remunerazione dei titolari, al posto del precedente auspicio di una «progressiva...
11/03/2017

Atto d’indirizzo, ecco il testo della terza stesura

Per le Regioni l’eliminazione del promemoria dovrà entrare tra gli obiettivi della dematerializzazione disegnata dalla nuova convenzione tra farmacie e Ssn. E in materia di dpc e integrativa, sparisce l’idea di arrivare a una «tariffa unica massima»...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni