L’Ocse all’Italia, recuperare risorse da generici

13/11/2017 09:28:11
L'Italia deve «migliorare l'efficacia in materia di spesa sanitaria»: è quanto afferma l'Ocse nel rapporto Health at a glance-Panorama della Salute 2017, l’analisi con cui ogni anno l'Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione economica fotografa performance e trend dei sistemi sanitari nazionali. All’Italia, in particolare, l’Ocse rimprovera di essere tra gli ultimi per consumi di farmaci generici, con l'8% in valori e il 19% in volumi. Tassi insufficienti, dice l’Ocse, nonostante le politiche messe in campo in questi anni dall’Italia per diffondere l’uso degli equivalenti e le misure indirizzate ai medici perché prescrivano il principio attivo piuttosto che il nome commerciale. Sono questo genere di interventi, assicura il Rapporto, che possono facilitare il «passaggio alle medicine generiche», assieme ad altri come «gli incentivi ai farmacisti».

Anche nei consumi di antibiotici, prosegue l’Ocse, c’è parecchia inappropriatezza che drena risorse. Tra tutti i paesi aderenti all’Organizzazione, infatti, l'Italia è quarta per entità di spesa, che si può ridurre intervendo sulle prescrizioni e mettendo in campo adeguate strategie di prevenzione contro la resistenza antimicrobica. «L'Ocse» ha commentato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin «colloca il nostro Paese ai vertici mondiali per aspettativa di vita e giudica buoni gli indicatori di salute sulle principali patologie». Il Rapporto però, ha continuato il Ministro, ricorda anche le sfide che ci attendono, tra le quali «l'antibiotico resistenza, tema che l'Italia ha portato anche al centro dell'agenda del G7 Salute di Milano, e per cui è stato varato una settimana fa un innovativo Piano d'azione con misure specifiche. E' innegabile che un tassello fondamentale sia quello di lavorare incessantemente sulla prevenzione».

Ultime notizie

25/11/2017

Quattro semplici test possono scovare casi polmonite

Febbre, pulsazioni, saturazione di ossigeno e ascolto della cassa toracica. Questi quattro semplici test, afferma uno studio pubblicato dall'European Respiratory Journal, possono permettere al medico di famiglia di distinguere tra una polmonite e una più...
25/11/2017

Malattie reumatiche, farmaci innovativi solo al 22% pazienti

Più del 40% dei pazienti colpiti da malattie reumatiche gravi in Italia potrebbe trarre beneficio dai farmaci biologici, ma solo il 22% è trattato con queste armi molto potenti. Nel nostro Paese più di 5 milioni di persone vivono con la diagnosi di una di queste patologie...
25/11/2017

Oms, più di 1 bambino su 10 ogni anno nasce prematuro

Ogni anno nel mondo più di un bambino su 10 nasce prima del tempo, pari a circa 15 milioni di prematuri. Un fenomeno in crescita globale da 20 anni, che varia tra 184 paesi del mondo tra il 5 e 18%. Le complicazioni di un parto prima della 37/ma settimana di gestazione...
25/11/2017

Vaccini, a Roma serata Agifar per aiutare i farmacisti a informare correttamente

I vaccini, i falsi miti da contrastare e la corretta informazione da diffondere. Se n’è parlato giovedì nella serata organizza da Agifar Roma al Nobile Collegio per fare il punto su un tema che resta di scottante attualità. Perché non accenna a placarsi
25/11/2017

Farmacopea ufficiale, il ministero istituisce il tavolo per l’aggiornamento

Saranno Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona e componente del consiglio nazionale di presidenza, e Andrea Cicconetti, segretario di Federfarma Roma e componente del Consiglio delle Regioni, a rappresentare il sindacato titolari...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni