L’Ocse all’Italia, recuperare risorse da generici

13/11/2017 09:28:11
L'Italia deve «migliorare l'efficacia in materia di spesa sanitaria»: è quanto afferma l'Ocse nel rapporto Health at a glance-Panorama della Salute 2017, l’analisi con cui ogni anno l'Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione economica fotografa performance e trend dei sistemi sanitari nazionali. All’Italia, in particolare, l’Ocse rimprovera di essere tra gli ultimi per consumi di farmaci generici, con l'8% in valori e il 19% in volumi. Tassi insufficienti, dice l’Ocse, nonostante le politiche messe in campo in questi anni dall’Italia per diffondere l’uso degli equivalenti e le misure indirizzate ai medici perché prescrivano il principio attivo piuttosto che il nome commerciale. Sono questo genere di interventi, assicura il Rapporto, che possono facilitare il «passaggio alle medicine generiche», assieme ad altri come «gli incentivi ai farmacisti».

Anche nei consumi di antibiotici, prosegue l’Ocse, c’è parecchia inappropriatezza che drena risorse. Tra tutti i paesi aderenti all’Organizzazione, infatti, l'Italia è quarta per entità di spesa, che si può ridurre intervendo sulle prescrizioni e mettendo in campo adeguate strategie di prevenzione contro la resistenza antimicrobica. «L'Ocse» ha commentato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin «colloca il nostro Paese ai vertici mondiali per aspettativa di vita e giudica buoni gli indicatori di salute sulle principali patologie». Il Rapporto però, ha continuato il Ministro, ricorda anche le sfide che ci attendono, tra le quali «l'antibiotico resistenza, tema che l'Italia ha portato anche al centro dell'agenda del G7 Salute di Milano, e per cui è stato varato una settimana fa un innovativo Piano d'azione con misure specifiche. E' innegabile che un tassello fondamentale sia quello di lavorare incessantemente sulla prevenzione».

Ultime notizie

22/06/2018

Tg Federfarma Channel – Edizione del 23 giugno

In questo numero: Pgeu, a Marbella Diaday e farmacia italiana protagonisti. Tobia: “Il nostro futuro è vicino ai pazienti”; Violenza donne: farmacie del Veneto in rete con i centri specializzati; Convention FederSalus, cresce mercato integratori. Li consumano in 32 mln; Farmaci, Fnomceo: “Prontuario secondo equivalenza terapeutica penalizzante per i cittadini”
22/06/2018

Collo dolorante per l'uso del tablet? Le donne più colpite

(ANSA)- ROMA - Collo 'acciaccato' e dolorante dopo aver trascorso tempo al tablet? Capita di più alle donne che agli uomini, giovani più che di una certa età, e non è questione di tempo passato allo schermo ma piuttosto di postura. Il 'collo da IPad' (dall'inglese 'IPad neck') è infatti solitamente...
22/06/2018

In 5 anni metà delle aziende sanitarie ha subito furti

(ANSA) - ROMA - Dai medicinali ai macchinari, ben il 50% delle strutture sanitarie ed ospedaliere, ovvero una su due, negli ultimi cinque anni ha subito almeno un furto. È quanto emerge da una ricerca realizzata dalla Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (Fiaso). Per...
22/06/2018

Ebola: Oms,epidemia 'largamente contenuta', ottimismo su fine

(ANSA) - ROMA - L'epidemia di Ebola in corso nella Repubblica Democratica del Congo, che ha provocato 28 morti in poco più di un mese, è stata 'largamente contenuta'. Lo afferma l'ultimo rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), secondo cui si guarda con 'cauto...
22/06/2018

Sla, produzione scientifica italiana seconda solo a Usa

(ANSA) - ROMA - "Negli ultimi 5 anni la produzione scientifica italiana sulla Sla è aumentata notevolmente ed è attualmente seconda solo agli Stati Uniti per numero di pubblicazioni. Siamo felici come AriSLA-Fondazione italiana di ricerca per la Sla, di aver contribuito significativamente...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni