Concorrenza, in Grecia grande curiosità per quanto accade in Italia

03/10/2017 06:12:33
È una Grecia incuriosita dalle novità italiane in materia di capitale quella che Roberto Tobia, tesoriere nazionale di Federfarma e delegato dalla presidenza per i rapporti internazionali (assieme a Luca Collareta, impegnato nello stesso giorno a Vienna), ha trovato sabato scorso a Larissa, capoluogo della Tessaglia a metà strada tra Atene e Salonicco. Ospite di una conferenza organizzata dal sindacato regionale dell’Associazione farmaceutica panellenica, Tobia ha analizzato la nuova normativa sulla titolarità senza nascondere le incongruenze che la caratterizzano e le difficoltà che attendono la farmacia italiana, da sempre caratterizzata dal principio dell’indipendenza professionale.

Grande interesse ha anche suscitato il progetto della “rete delle reti” che proprio in queste settimane Federfarma sta mettendo a punto allo scopo di “puntellare” l’indipendenza della professione, attraverso la collaborazione e la condivisione di programmi di natura sia professionale sia commerciale, in stretta sinergia con le aziende della distribuzione controllate dai farmacisti. E’ un progetto che non poteva non riscontrare interesse tra i titolari ellenici, considerato che in Grecia le cooperative di farmacisti controllano circa il 50 % del mercato.

Anche l’indipendenza economica delle farmacie trova molto sensibili i farmacisti greci: nel passato più recente, infatti, la cosiddetta Troika (Ue, Fmi e Bce) ha cercato a più riprese di convincere il governo ad adottare misure dirette a liberalizzare la proprietà delle farmacie, ma l’unico risultato è stata l’approvazione di una legge, due anni fa, che consente alle società di capitale di possedere non più di cinque esercizi, e a patto che appartenga a farmacisti almeno il 20% delle quote. Dal 2020 le farmacie controllate da tali società potranno salire a 10. (ML)

Notizie correlate

30/01/2018

Agrigento, Miceli (Federfarma): contro i capitali più professionalità e rete tra farmacisti

Dare sempre più servizi, professionalità e fare rete. E’ questa la ricetta vincente per contrastare l’ingresso dei capitali in farmacia secondo Claudio Miceli...
11/01/2018

Ddl concorrenza, Federfarma invia la circolare che chiarisce la posizione del Cds

Una lettura analitica delle norme della legge 124/17, finalizzata a fornire agli associati il botta e risposta tra il ministero della Salute e il Consiglio di Stato su 5 punti fondamentali...
09/01/2018

Capitali e concorrenza, il Cds risponde ai quesiti del ministero

Nell’adunanza della Commissione Speciale del 22 dicembre 2017, Il Consiglio di Stato, ha espresso un parere su richiesta del ministero della Salute, in merito all’interpretazione della legge 4 agosto 2017, n. 124, recante "Legge annuale per il mercato e...
12/10/2017

Rete di protezione, a Pisa ribaditi i capisaldi della strategia Federfarma

«Le farmacie dei farmacisti rappresentano nell’insieme un’industria che fattura in un anno 25 miliardi di euro. Restare frammentati come lo siamo oggi diventa un lusso che non possiamo più permetterci». E’ una delle riflessioni lanciate da Roberto Tobia, tesoriere nazionale di Federfarma, nel corso del convegno che Laboratorio Farmacia e Studio Franco Falorni hanno organizzato a Pisa per parlare di pro e contro...
07/10/2017

Da Benevento il monito: la farmacia è libera solo se solida

Al capitale finanziario che cerca di acquisire esercizi e costruire catene, le farmacie dei farmacisti possono rispondere con un capitale “immateriale” fatto di professionalità, capillarità e consenso sociale. Ma non devono dimenticare che si può essere veramente...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni