Francia, innovativi antiepatite in farmacie. Marco Cossolo: "Norma di buon senso"

12/03/2018 09:24:12
Potrà essere acquistato anche in farmacia, in Francia, il farmaco innovativo contro l'epatite C glecaprevir/pibrentasvir (Maviret*, AbbVie), appena autorizzato nel Paese d'oltralpe in ospedale e sul territorio. Il prezzo su cui si è raggiunto l'accordo è di 28 mila euro a paziente. La vendita in farmacia è stata decisa per semplificare la presa in carico i 50 mila pazienti francesi che ne possono beneficiare, spesso distanti dagli ospedali di riferimento. Il farmaco è completamente rimborsato. In Francia, dopo una prima fase in cui il primi farmaci risolutivi per l'infezione - di prezzo quasi doppio - sono stati riservati a pazienti con determinate caratteristiche il trattamento, nel 2016 si è passati a un accesso universale anche in previsione di prodotti concorrenti e, quindi, di una riduzione dei prezzi. “E’ un segnale positivo e per i malati costituisce un grande vantaggio poter trovare un farmaco salvavita nella farmacia sotto casa, senza doversi sottoporre a grandi spostamenti – dichiara a Filodiretto Marco Cossolo, presidente di Federfarma”.

Nel nostro Paese i farmaci innovativi ad alto costo sono acquistati e distribuiti direttamente dalle strutture pubbliche. “Un’alternativa migliorativa per il paziente, ed economicamente compatibile per il Ssn - prosegue Cossolo - sarebbe quella di mantenere l'acquisto diretto a cura delle Asl e affidare la distribuzione alle farmacie (Distribuzione per conto) come avviene per molti altri farmaci, con soddisfazione dei pazienti”. Situazione analoga a quelli per l’Hiv. E a tale proposito, Cossolo aggiunge che “proprio in questa direzione va il protocollo d’intesa stilato fra Federfarma e la Fondazione Onlus The Bridge, per l’utilità di riportare i farmaci per l’Aids in farmacia. Mi sembra una norma di buon senso”.

Notizie correlate

03/10/2017

Innovativi oncologici, Aiom: bene proposta Ministro su tassa fumo

Suscita il plauso degli oncologi dell’Aiom la proposta del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, di aumentare il prezzo delle sigarette e sostenere così la spesa per i farmaci innovativi oncologici. «L'incremento del costo delle “bionde” rappresenta...
20/09/2017

Vella (Aifa), al lavoro per sostenibilità innovativi

Bisogna lavorare perché rendere più sostenibili i farmaci innovativi, risparmiando su quelli già superati e agendo sull'appropriatezza. Lo ha affermato Stefano Vella (in foto), presidente dell'Aifa, durante il convegno "Artrite Reumatoide: migliorare le aspettative, insieme è possibile" organizzato...
20/09/2017

Oms, allo studio solo 8 antibiotici innovativi

Nel mondo al momento ci sono 51 nuovi antibiotici in fase avanzata di sviluppo, ma solo otto di questi sono veramente innovativi e aumenteranno l'"arsenale", sempre più scarso, a disposizione contro i batteri resistenti. Lo afferma il rapporto Antibacterial agents in clinical development...
16/09/2017

Innovativi, Aiom: fondo oncologici sia rinnovato anche nel 2018

Lo scorso anno si temeva che il nostro sistema sanitario non riuscisse a reggere le conseguenze economiche dovute all'arrivo dei nuovi farmaci. Siamo riusciti a evitare questo rischio grazie al Fondo di 500 milioni di euro per gli oncologici innovativi che ha...
14/09/2017

Innovativi: velocizzarne l’immissione nei prontuari regionali

Dobbiamo tentare, attraverso una regolarizzazione, di ridurre sempre di più il lasso di tempo che passa dall'autorizzazione del farmaco da parte di Ema e di Aifa all'arrivo nei prontuari regionali». Lo ha detto la senatrice Laura Bianconi, componente...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni