Farmaci: export Ue vale 156 Mld, Usa partner principale

12/09/2018 10:09:16
Tre il 2002 e il 2017 le esportazioni e le importazioni dell'Ue di medicinali e prodotti farmaceutici sono cresciute quasi ogni anno raggiungendo rispettivamente 156 miliardi di euro e 77 miliardi di euro nel 2017. Con un aumento delle esportazioni superiore alle importazioni, la bilancia commerciale è passata da un avanzo di 22 miliardi di euro nel 2002 al massimo storico di 80 miliardi di euro nel 2017. Sono i dati pubblicati dall'Eurostat. Tra il 2002 e il 2008 la quota di medicinali e prodotti farmaceutici nel commercio extra-Ue è rimasta invece abbastanza stabile.

Per quanto riguarda l'Italia, l'export è valutato nel 2017 in poco più di 10 miliardi di euro (10,116) - un quarto circa della quota della Germania considerata il maggior esportatore - l'import in 7,7 miliardi (la metà della Germania che detiene sempre in record di maggior importatore). Sul versante delle importazioni extra-Ue (che rappresentano il 5,1% del mercato) il principale partner del nostro Paese sono gli Stati Uniti (circa il 45%), quasi pari tuttavia con la Svizzera (poco più del 40%). Al terzo posto, con una quota inferiore al 5% circa c'è la Cina e quasi con lo stesso valore (poco di più) gli altri Paesi. Per quanto riguarda le esportazioni invece (4,8% del mercato), al primo posto sono sempre gli Stati Uniti, ma stavolta con una quota intorno al 35%, seguiti sempre dalla Svizzera con circa il 20% e dalla Cina intorno al 5%. Sul versante delle esportazioni tuttavia aumenta il peso di quelle verso altri Paesi, che insieme eguagliano la quota Usa.

Notizie correlate

21/05/2018

Ue: “Le carenze giustificano le restrizioni alle esportazioni”

Sembrava una questione quasi dimenticata, dato che la Commissione europea già dal 2014 aveva aperto le sue più temute bocche di fuoco (leggi procedure d’infrazione) contro alcuni Paesi rei di aver imposto divieti all’esportazione parallela su...
05/04/2017

Il caso delle comunali di Roma che si risanavano con il parallel trade

Ha contribuito anche il parallel trade a risanare i conti di Farmacap, l’azienda speciale cui fanno capo le 34 farmacie comunali di Roma. E’ il risvolto, finora seminascosto, che emerge dalla vicenda riguardante il licenziamento del direttore generale di Farmacap...
29/11/2016

Protocollo carenze impugnato, ma filiera istituzioni confermano la loro linea

Il Protocollo sulle carenze firmato all’Aifa l’8 settembre scorso «distorce completamente» il quadro normativo a danno dei soli «farmacisti autorizzati alla distribuzione all’ingrosso», perché inserisce «un diaframma tra la figura del farmacista dettagliante...
23/11/2016

Distribuzione, si raffredda la corsa alle autorizzazioni all'ingrosso

Sembra perdere spinta la corsa alle autorizzazioni per la distribuzione all’ingrosso che da anni “gonfia” il segmento intermedio di operatori interessati soltanto a lucrare sul parallel trade. Questo, almeno, è quanto suggeriscono i dati contenuti nell’elenco con cui il dicastero della Salute tiene stabilmente traccia dei siti logistici autorizzati. La lista, reperibile nell’area Open data del sito ministeriale...
07/10/2016

Protocollo carenze, dopo Lazio e Lombardia firma anche il Friuli

Dopo quelle di Lazio e Lombardia, spunta anche la firma del Friuli Venezia Giulia in calce al protocollo sulle carenze firmato il 13 settembre da ministero della Salute, Aifa e filiera del farmaco. Lo sancisce la delibera approvata dalla Giunta regionale venerdì scorso, 30 settembre: «Su proposta dell’assessore alla Salute» recita succintamente il testo «si autorizza il responsabile pro tempore...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni