Edicola

27/02/2017

Roma e Bruxelles divise da 72 infrazioni

Il Sole 24 ore, 27/02/2017
Chiara Bussi
Solo ad aprile si saprà se la Commissione UE intende aprire una procedura di infrazione contro l’Italia per debito eccessivo. Conti pubblici a parte, pero’, il nostro Paese è già  un sorvegliato speciale su 72 dossier, dall’ambiente agli aiuti di Stato, passando per gli appalti e la tutela dei consumatori. La Gran Bretagna ha 63 dossier aperti, la Francia deve mettersi in regola in 90 casi e la Germania conta al suo attivo 96 procedure.
27/02/2017

Non tassate gli automi (ma le società hi tech)

Correre della Sera, 27/02/2017
Milena Gabanelli
Bill Gates propone una tassa sui robot per recuperare la fiscalità perduta con  la sostituzione dei lavoratori con gli automi. Ma se negli anni ottanta si fosse pensato di tassare PC e sofware - e anche allora si poteva prevedere un calo dell’occupazione causata dal massivo utilizzo dei computer - lo sviluppo informatico sarebbe stato probabilmente rallentato. Secondo Gabanelli la soluzione è che le grandi compagnie paghino le tasse dove realizzano i loro profitti. Con quelle entrate si potrebbero aumentare i sussidi  per i lavoratori rimasti senza lavoro.
26/02/2017

Lo sfogo di Padoan: “Basta destabilizzarci. Resto se acceleriamo su riforme incisive”

La Stampa, 26/02/2017
Fabio Martini
Dopo una missione a Parigi e a Bruxelles il ministro Padoan è meno ottimista sul quadro e ai suoi collaboratori dice che il nostro problema non è tanto la correzione di aprile “ma se siamo in grado di ripartire con una strategia di riforme incisive.”  L’occasione per farlo, secondo Padoan, è il Documento di economia e finanza che dovrà essere completato entro il 30 aprile, giorno delle primarie del PD, partito dal quale arriverebbero iniziative destabilizzanti nei confronti del Ministero dell’Economia e Finanza.  Padoan non usa la parola dimissioni ma chiarisce “resto se siamo nelle condizioni di mettere in campo un Def coraggioso, capace di accelerare le riforme.”
25/02/2017

Il Loreto Mare degli assenteisti in 55 ai domiciliari, 94 indagati

Il Mattino, 25/02/2017
Leandro Del Gaudio
La Procura di Napoli ha disposto l’arresto per 55 dipendenti dell’ospedale Loreto Mare. Gli indagati sono 94 tra i quali anche sindacalisti e addetti all’ufficio che controlla le presenze e le assenze del presidio. Le misure cautelari sono state emesse nei confronti di un neurologo, un ginecologo, (ma i medici indagati sono 6) , 9 tecnici di radiologia, 18 infermieri, 6 amministrativi, 9 manutentori e 10 operatori sociosanitari. Hanno collezionato migliaia di assenza dal lavoro.  Chi per giocare a tennis, chi per fare un secondo lavoro. Il danno sarebbe di centinaia di migliaia di euro ma le valutazioni sono all’inizio.
25/02/2017

Ma sull’aborto abrogare l’obiezione è l’unica soluzione

La Repubblica, 25/02/2017
Paolo Flores D’Arcais
Sarebbe accettabile che il 70% dei medici (in alcune regioni il 90%) si rifiutasse di fare trasfusioni  perché la religione dei Testimoni di Geova le reputa un delitto? O che un giornalaio – che ha il dovere di vendere tutte le testate autorizzate – si rifiutasse di distribuirne alcune per sue convinzioni etiche o politiche?  “E la libertà della donna di decidere della propria gravidanza (alle condizioni restrittive stabilite dalla legge) non è meno importante della libertà di stampa” osserva l’opinionista, commentando la vicenda del concorso indetto dall’ospedale San Camillo di Roma per  assumere due medici disposti a garantire il diritto alla interruzione di gravidanza e le polemiche che sono seguite.
24/02/2017

L`anno perso dei consumi. Neanche Natale recupera

Il Sole 24 Ore, 24/02/2017
Emanuele Scarci
Il 2016 si chiude per le vendite al dettaglio quasi a crescita zero, +0,1%. A dicembre l'Istat ha registrato un calo delle vendite al dettaglio, su base tendenziale, dello 0,2% in valore e dello 0,6% in volume. Rispetto al mese precedente, il calo è dello 0,5% in valore e dello 0,7% in volume. Per il direttore del Centro studi di Confcommercio, Mariano Bella, “il dato di dicembre è inatteso e deludente. Pensavamo che almeno parte del mancato pagamento della Tasi si riversasse sui consumi, invece ha lambito soltanto gli acquisti di servizi fuori casa, auto ed elettrodomestici. Ciò significa che l’aumento del reddito disponibile del 2016, stimabile intorno al 2%, è stato in buona parte accantonato”. Questo perché “il futuro appare ancora incerto, l'occupazione resta debole e le famiglie preferiscono risparmiare per eventuali tempi difficili”.
24/02/2017

Londra, la fuga dei medici europei «I pazienti ci amano ma non basta più»

Corriere della Sera, 24/02/2017
Paola De Carolis
L'11% dei medici del servizio sanitario britannico (Nhs) e il 4% degli infermieri provengono dall'Ue. Quale saranno le ripercussioni della Brexit sull'Nhs? Secondo una ricerca della British Medical Association, il 40% dei medici che hanno studiato in Europa sta meditando di lasciare il Regno Unito. C'è chi, con il referendum, non si sente più a proprio agio, chi trova il ritmo e le condizioni del lavoro stressanti, chi semplicemente non vuole affrontare l'incertezza dei prossimi anni. Per il Guardian si tratta di «un disastro» in agguato.
24/02/2017

Lorenzin, tutte le chance per Ema a Milano

Phramakronos, 24/02/2017
Margherita Lopes
"Penso che l'Italia abbia tutte le chance per potersi aggiudicare l'Ema  a Milano". Lo ha ribadito il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che sottolinea: "Milano è una città internazionale logisticamente posizionata al centro dell'Europa. E le richieste che i lavoratori Ema fanno per potersi trasferire, la città di Milano è in grado di soddisfarle tutte, sia dal punto di vista dell'offerta educazionale, che sanitaria. Inoltre lo Stato ha fatto la sua parte, stanziando un fondo da 59 milioni di euro."
23/02/2017

Sì di Gentiloni, «ma senza misure depressive» Padoan: ridurre il debito è interesse nazionale

Il Sole 24 Ore, 23/02/2017
Marco Rogari, Gianni Trovati
Il rapporto sul debito diffuso ieri dalla Commissione europea contiene anche il riconoscimento delle “circostanze eccezionali” invocate dall'Italia su migranti e sisma, senza le quali la richiesta di correzione dei conti sarebbe stata vicino ai 10 miliardi. Resta ferma la richiesta Ue di aggiustamento dei conti per 3,4 miliardi (0,2% del Pil), da apportare entro aprile. “Faremo la correzione senza manovrine depressive e la faremo nel quadro del Def” spiega il premier Paolo Gentiloni. “L'Europa - sottolinea il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan - riconosce l'ampiezza delle riforme avviate in questi anni dall'Italia; gli effetti si vedono ma dobbiamo fare di più”. La tabella di marcia prevede di completare l'ossatura della manovrina attorno alla metà di marzo con l'obiettivo di vararla ad aprile in parallelo al Def.
23/02/2017

L`euroinflazione tocca quota 1,8% in gennaio Per la Bce meno spazi per tenere giù i tassi

La Repubblica, 23/02/2017
Rosaria Amato
Deflazione addio, anche in Italia. I prezzi ricominciano a salire e l’Istat segnala un record, registrando a gennaio l'aumento tendenziale più alto in oltre tre anni, pari al +1%. Ma su base mensile l'inflazione è ancora modesta (+0,3%) e nel resto dell'Unione Europea la ripresa dei prezzi è molto più veloce: l'inflazione è già all'1,8% nell'Eurozona. L'obiettivo dichiarato dalla Banca Centrale Europea, quello di mantenere la stabilità dei prezzi su un livello di crescita “inferiore ma vicino al 2%” sembra vicinissimo. Il rialzo dei prezzi non è collegato a un aumento della domanda e quindi potrebbe ulteriormente deprimerla, osservano Confcommercio e Confesercenti, ricordando che negli ultimi mesi a far salire il potere d'acquisto degli italiani è stata la riduzione dei prezzi, decisamente più rilevante rispetto al modesto aumento dei redditi.
23/02/2017

Aborto, assunti i non obiettori Lorenzin e i vescovi insorgono

La Repubblica, 23/02/2017
Michele Bocci
L’ospedale San Camillo di Roma indice un concorso per l'assunzione di due ginecologi obiettori di coscienza. Immediate le critiche del Vaticano e del governo. “Si snatura l’impianto della 194 che non aveva l'obiettivo di indurre all'aborto ma prevenirlo” dice don Carmine Arice, direttore dell'Ufficio nazionale per la pastorale della salute della Cei. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin aggiunge: “È evidente che abbiamo una legge che non prevede questo tipo di selezione. Dà invece la possibilità, qualora una struttura abbia problemi di fabbisogno per quanto riguarda singoli specifici servizi, di poter attingere anche in mobilità da altro personale”. Scettico anche il sindacato dei ginecologi: “Se chi ha vinto cambia idea è impossibile allontanarlo come minaccia di fare il Lazio, perché quel professionista ha diritto di diventare obiettore quando vuole. Un giudice gli darebbe ragione”. In Italia oltre il 70% dei ginecologi è obiettore: un numero elevato che probabilmente è dovuto non solo a ragioni di ordine etico, ma anche al rifiuto, da parte di molti ginecologi, di fare un mestiere duro e penalizzante per la carriera.
22/02/2017

Medicine ospedaliere anche nelle farmacie sotto casa

Il Resto del Carlino, Ferrara, 22/02/2017
“La Regione ha maturato la consapevolezza del ruolo fondamentale delle farmacie come insostituibile presidio sanitario. È uno snodo ineludibile per una sanità moderna, in grado di garantire una presenza capillare del servizio sanitario sul territorio, soprattutto nei piccoli centri, spesso penalizzati dal progressivo venir meno della rete dei servizi di natura sociale”. Così Domenico Dal Re, presidente di Federfarma Emilia Romagna, commenta la firma dell'intesa sulla distribuzione dei fermaci raggiunta con l'assessorato alla Sanità della Regione. Grazie all’accordo i cittadini potranno trovare nella farmacia sotto casa i farmaci finora reperibili solamente nei punti di distribuzione ospedalieri. Sono previste anche la presa in carico diretta dei pazienti da parte delle singole farmacie, campagne vaccinali e sull' uso appropriato dei farmaci.
Visualizzazione risultati 1-12 (di 4907)
 |<  < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  >  >| 


Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata.
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata.
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni