Edicola

Convenzione, Garavaglia: a breve giro di incontri per ripartire

09/02/2016 00:40:45
E’ pronta a rimettersi in moto la macchina della nuova convenzione tra Ssn e farmacie. Di più, si potrebbe arrivare al traguardo anche prima di chiudere il contratto con i medici di famiglia, perché in quest’ultimo caso vanno trovate nuove risorse mentre la convenzione con le farmacie può benissimo «autofinanziarsi». Lo ha detto Massimo Garavaglia, presidente del Comitato di settore Sanità (il gruppo di lavoro della Conferenza delle Regioni che gestisce i rinnovi di contratti e accordi convenzionali), nel suo intervento al convegno organizzato domenica da Federfarma Lombardia per fare il punto sulla riforma del servizio sanitario regionale (vedi anche articolo successivo). «Si può far pagare in farmacia il ticket del Cup» ha osservato Garavaglia «così riduciamo i call center e le prenotazioni disdettate, con benefici sulle liste di attesa».

Al di là della questione risorse, in ogni caso, l’obiettivo delle Regioni è quello di riaprire il confronto in tempi ravvicinati. «La settimana scorsa ci siamo trovati in Comitato di settore» ha spiegato Garavaglia a Filodiretto nel post-convegno «ci siamo trovati d’accordo sulla necessità di avviare un giro d’incontri con tutte le categorie, Federfarma ovviamente compresa. Saranno colloqui molto informali, il nostro obiettivo è soltanto quello di sederci attorno a un tavolo e parlare. Cercheremo di capire quali sono le esigenze dei diversi interlocutori e analizzarle una a una, per arrivare a disporre di un quadro completo prima dell’estate». Non ci sarà però un azzeramento di quanto fatto finora: l’Atto d’indirizzo approvato un anno fa (quando a capo del Comitato di settore c’era il ligure Claudio Montaldo) rimarrà per esempio il punto di riferimento: «Il grosso di quella piattaforma resta valido» conferma Garavaglia «avevamo sospeso tutto in attesa che fosse approvata la Legge di Stabilità, perché dovevamo capire cosa volesse fare il Governo. Abbiamo preso atto che in materia di Sanità l’orientamento è quello di disinvestire, noi comunque ci prendiamo le nostre responsabilità e cercheremo di trovare il modo con cui far quadrare conti e prestazioni. Anzi, abbiamo l’ambizione di riuscire a farlo anche in un contesto di risorse calanti, dando la possibilità a tutti di avere soddisfazione». Titolari compresi: «Alcuni farmaci oggi riservati soltanto all’ospedale» ha contrinuato Garavaglia «possono essere distribuiti in farmacia».

Barra avanti tutta anche sulla farmacia dei servizi. A proposito della quale, assicura il presidente del comitato di Settore, la priorità non è più correggere il d.lgs 153/2009 per rimuovere lo scoglio del finanziamento ex-ante delle farmacie. «A noi più che i dettagli ci interessa la filosofia: si va verso un sistema non più di sanità ma di salute, dove si prende in carico il singolo cittadino; in quest’ottica la componente di servizio è fondamentale e le farmacie sono un tassello irrinunciabile». (AS)

Notizie correlate

20/07/2016

Convenzione, Milillo: con Sisac il gioco non è più quello di una volta

Le dinamiche che guidano il rinnovo di una convenzione non sono più quelle di un tempo: oggi più di un tempo è la dinamica dialettica che guida il confronto e l’atto d’indirizzo non rappresenta più una proposta di mediazione ma va considerata soltanto la sintesi di ciò che desidera una delle due parti. E’ la riflessione che il segretario generale della Fimmg, Giacomo Milillo, offre ai titolari...
16/07/2016

Atto d’indirizzo, perplessità Sunifar sul capitolo ruralità

No a riscritture della convenzione che definiscano la farmacia rurale o disagiata sul solo fatturato. E’ la valutazione che arriva dal Sunifar alla lettura del paragrafo che l’atto d’indirizzo, approvato mercoledì dal Comitato di settore-Sanità delle Regioni, dedica alla ruralità. «Previa verifica delle normative regionali» recita il documento «è necessario rivedere il concetto di farmacie rurali...
15/07/2016

Convenzione, parte il countdown e Sisac avvia rilevazione deleghe

Con l’approvazione, l’altro ieri, dell’atto d’indirizzo da parte del Comitato di settore-Sanità delle Regioni, si riazzera e riparte il countdown che porta all’avvio delle trattative con la Sisac per la nuova Convenzione. A quanto pare, non dovrebbe trattarsi di un conto alla rovescia troppo lungo: il documento prodotto dal Comitato (che integra e sostituisce il precedente, vecchio di...
14/07/2016

Convenzione, approvato il nuovo atto d’indirizzo

Barra avanti tutta sulla digitalizzazione, consistenti integrazioni nei capitoli su servizi e distribuzione dei farmaci, riforma della remunerazione confermata. E’ quanto porta in dote ai titolari il nuovo atto d’indirizzo delle Regioni per il rinnovo della convenzione tra Ssn e farmacie, la piattaforma contrattuale che formalmente dà il via alla trattative tra Sisac e sindacati di...
15/06/2016

Pomo: il nodo è remunerare i servizi professionalizzanti

«Lo dico senza giri di parole: agli occhi del Ssn le farmacie rappresentano un presidio pubblico fonfamentale. Per anni questo presidio ha imperniato la propria sostenibilità sul farmaco rimborsato, ora che la ricetta rossa non dà più la sicurezza di un tempo...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata.
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata.
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni