Edicola

Tagli alla spesa, medici e sigle del Ssn scrivono a Letta per protestare

09/10/2013 23:12:23
«Il servizio sanitario non può essere ancora una volta l'agnello sacrificale, il salvadanaio da depauperare per arginare temporaneamente le necessità di cassa. Per questo sono impensabili ulteriori manovre nella prossima Legge di Stabilità che sottraggano nuovi pezzi a un edificio già pericolante». E’ quanto hanno scritto oggi al presidente del Consiglio Enrico Letta l’Intersindacale delle sigle dei medici dipendenti e convenzionati, veterinari, dirigenti sanitari, tecnici, professionali ed amministrativi del Ssn e della ospedalità privata accreditata, precari e medici in formazione. Nella lettera, trasmessa anche ai ministri dell'Economia Fabrizio Saccomanni e della salute Beatrice Lorenzin nonché al presidente della Conferenza delle regioni Vasco Errani, l'Intersindacale ricorda i problemi che gravano oggi sul comparto a partire dal blocco dei rinnovi contrattuali, istituito nel 2009 e protratto a tutto il 2014. «I professionisti del Ssn» concludono le sigle «meritano rispetto in nome della fatica e della complessità del compito che ogni giorno e ogni notte svolgono a tutela del diritto alla salute, che la costituzione riconosce ai cittadini. Sono necessari segnali positivi e uno stop alle politiche di definanziamento e di tagli lineari per restituire slancio e fiducia al Servizio sanitario. In caso contrario, scatterà una serie di iniziative di dura protesta che rischiano di deteriorare ulteriormente il funzionamento del servizio pubblico».

Notizie correlate

15/09/2017

Convenzioni, i medici: nella manovra più soldi per i rinnovi

La legge di bilancio per il 2018 dovrà prevedere «un reale incremento del Fondo sanitario», senza il quale «non ci saranno le condizioni per il rinnovo di contratti e convenzioni della sanità, se non puramente formale». E’ quanto scrivono una ventina di sigle sindacali...
13/07/2017

Spesa farmaci, convenzionata +2,6% nel primo trimestre 2017

Inizio d’anno con l’acceleratore pigiato per la spesa farmaceutica convenzionata, che tra gennaio e marzo cresce del 2,6% rispetto allo stesso periodo del 2016. E’ l’indicazione che arriva dal primo report dell’anno di Federfarma, che a cadenza trimestrale...
04/07/2017

Spesa farmaci: convenzionata -0,5%, acquisti diretti +8,7%

Cambia l’ordine dei tetti ma il risultato rimane sempre lo stesso: la spesa farmaceutica che passa dalle farmacie del territorio rispetta ampiamente il proprio budget, quella che transita da Asl e Aziende ospedaliere no. E scava nei conti delle Regioni buchi grandi...
24/06/2017

Mmg consultati più del web. Farmacisti apprezzati dai 65enni

Quando si devono reperire informazioni sulla salute o sulle modalità di accesso ai servizi del Ssn, il medico di famiglia rimane la principale figura di riferimento degli italiani, che lo segnalano nel 72,3% dei casi. Segue, a distanza, la categoria dei parenti, amici...
15/04/2017

Spesa farmaci: convenzionata 2017 stabile sopra gli 8 miliardi

Nel 2017 la spesa farmaceutica convenzionata, cioè quella che passa dalle farmacie del territorio, dovrebbe restare stabile sugli livelli dell’anno scorso, poco sopra gli 8 miliardi di euro. Una crescita zero che rappresenta comunque una buona notizia...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni