Edicola

Pay back 2013, anche il ricorso Federfarma accolto dal Tar Lazio

14/01/2016 03:26:04
Il ripiano della spesa farmaceutica 2013 si becca dal Tar Lazio la terza bocciatura in meno di un anno. La più importante per le farmacie del territorio, perché a passare è il ricorso presentato poco più di un anno fa da Federfarma, accolto l’altro ieri dai giudici come quelli di industrie e grossisti. Nel mirino, ancora una volta, la determina dell’ottobre 2014 con cui l’Aifa dettava le modalità del “payback” per lo sfondamento dell’anno prima. Determina illegittima, scrive il Tar nella sentenza depositata l’altro ieri, perché l’applicazione delle norme sul ripiano «non pare rispondere a quanto da esse stabilito».

Nel proprio ricorso, in particolare, Federfarma aveva rilevato che nel provvedimento dell’Agenzia «non c’è alcuna indicazione che faccia comprendere come l’Aifa sia giunta alla concreta determinazione delle quote (di payback, ndr) da imputare alle aziende farmaceutiche, ai farmacisti e ai grossisti». Non c’è quindi la possibilità di appurare quale valutazione sia stata fatta sulla spesa per la distribuzione diretta/dpc, che concorre allo sfondamento della farmaceutica territoriale ma va imputata a Regioni o Asl perché le farmacie assicurano «la mera dispensazione» dei farmaci, «a fronte di un onorario professionale sovente definito con importi a cifra fissa». Né è chiaro, continua il ricorso, se nella suddivisione dello sfondamento tra gli operatori della filiera ciascuno per la propria quota parte, siano stati considerati gli effetti della legge 77/2009, che introduceva sui generici una marginalità flessibile (fino all’8% del prezzo al pubblico) per la «libera negoziazione» tra distributori e farmacie.

La sentenza del Tar fa proprie le perplessità di Federfarma e ripropone le considerazioni già espresse dal Tribunale davanti al ricorso degli industriali: per il ripiano del 2013, l’Aifa si è basata soltanto su «un dato aggregato a livello nazionale» che «non consente in alcun modo di verificare l'esattezza complessiva» dei calcoli. Ne deriva dunque una metodologia che appare «in palese contrasto con il principio di trasparenza dell'azione amministrativa e con il principio che spetta all'amministrazione provare la fondatezza e la veridicità dei fatti sulla cui base ha adottato uno determinato provvedimento».

Nei prossimi giorni Federfarma valuterà la sentenza in dettaglio con i propri consulenti legali. Le farmacie associate verranno informate tempestivamente delle decisioni che verranno assunte in merito al recupero del payback, versato per un semestre attraverso una maggiorazione di un decimo di punto sullo sconto dello 0,64%. (AS)

Notizie correlate

12/07/2016

Spesa 2013-2015, l’Aifa esclude dal pay-back farmacie e grossisti

Per i tre anni di spesa farmaceutica Ssn che vanno dal 2013 al 2015 non c’è pay-back a carico di farmacie e grossisti. E’ quanto scrive l’Aifa nel comunicato diffuso venerdì scorso per notificare le modalità operative per i ripiani degli ultimi tre anni. Il documento, emanato in attuazione dell’articolo 21 del dl 113/2016 (il decreto enti locali, attualmente all’esame della commissione Bilancio della Camera...
25/06/2016

Decreto pay-back, dal testo molte ambiguità e punti interrogativi

Le aziende del farmaco pagheranno cash, secondo un percorso a tappe che si concluderà il 15 ottobre. La filiera, invece, ripianerà da settembre al solito modo, con un ricarico sullo sconto Ssn dello 0,64%. E’ quanto prevede a proposito di pay-back l’articolo 21 del decreto Enti locali, approvato lunedì scorso dal Consiglio del ministri. Come noto, l’obiettivo del provvedimento è...
31/07/2015

Pay-back 2013: resta lo 0,64% in attesa ricorso farmacie

Le farmacie continuino ad applicare lo sconto dello 0,64% fino a quando non sarà pubblicata la sentenza del Tar Lazio sul ricorso di Federfarma contro la determina dell’Aifa che l’aveva istituito. E’ l’indicazione che il sindacato ha trasmesso ai titolari dopo l’intervento...
24/07/2015

Payback 2013, bocciato dal Tar Lazio il ripiano della territoriale

Piove un’altra bocciatura del Tar Lazio sul ripiano della spesa farmaceutica 2013. La prima, risalente al 25 marzo, faceva seguito al ricorso presentato da un’azienda produttrice e invalidava il payback dello sforamento registrato dalla spesa ospedaliera...
11/11/2014

Tetti alla spesa farmaceutica da rivedere. Bene ministro Lorenzin

«Apprezziamo le parole espresse ieri dal ministro della salute Beatrice Lorenzin sulla opportunità di rivedere il meccanismo dei tetti alla spesa  farmaceutica e del payback, in base al quale le farmacie devono ripianare ogni anno l’eventuale sforamento...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata.
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata.
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni