Edicola

Furti di farmaci, numeri ancora in calo secondo l'ultimo report Aifa

18/05/2017 00:10:49
Dopo i picchi del 2014-2015, i furti di medicinali ai danni di magazzini ospedalieri o depositi farmaceutici così come gli assalti ai Tir dei distributori sembrano ridiscesi stabilmente a livelli fisiologici. E’ quanto suggerisce il Report che l’Aifa ha pubblicato nei giorni scorsi sul proprio sito per fotografare il fenomeno alla luce dei dati relativi al 2016: nel 2014 gli ospedali italiani hanno subito 37 furti di farmaci (cifra record in sei anni di rilevazioni), nel 2015 soltanto uno e nel 2016 sette in tutto (tre nel primo semestre e quattro nel secondo). Stessa curva se il parametro è il numero di confezioni trafugate: dal picco del secondo semestre 2013, quando furono rubati poco meno di 800mila pezzi (fonte ministero della Salute), si scende alle 80mila circa della seconda metà del 2016, con un sussulto nel 2015 imputabile principalmente a un furto ai danni di un’azienda farmaceutica riguardante oltre 200mila confezioni, poi ritrovate nei giorni successivi. «I furti negli ospedali italiani» è il commento dell’Aifa «hanno subito una regressione significativa grazie alle indagini e alla predisposizione di strumenti web che hanno permesso di bloccare i canali di riciclaggio e i canali illeciti». Quanto ai dati 2016, «appare evidente come i pochi eventi registrati nell’anno abbiano coinvolto prodotti e canali diversi dai tradizionali – mercato nero, mercati extra-Ue, network online di pazienti e operatori – rispetto ai quali le autorità stanno sviluppando strumenti di intelligence» ispirati agli stessi approcci già sperimentati nelle precedenti indagini.

Anche gli assalti ai Tir mostrano la medesima parabola discendente: il picco si registra nel 2013, quando i furti di farmaci arrivano a rappresentare il 20% di tutte le razzie subite in Italia dal settore del trasporto; l’anno dopo calano al 14% e nel 2015 crollano al 3%, un valore molto vicino alle medie europee (stabili nel triennio tra l’1 e il 2%). Anche in questo caso, riprende l’Aifa, il merito di tale curva va principalmente alle indagini messe in campo dalle autorità e in particolare all’Operazione Vulcano, «che ha di fatto chiuso i principali canali di riciclaggio dei farmaci rubati».

L’Operazione Vulcano merita qualche attenzione in più perché è quella che ha consentito di sgominare l’organizzazione criminale che era all’origine di gran parte dei furti registrati negli ospedali tra 2013 (28 casi) e 2014. Le effrazioni, spiega il Report dell’Aifa, erano condotte principalmente su commissione; la refurtiva veniva quindi inviata a una centrale da dove era poi rimessa in commercio mediante false fatture emesse da distributori non autorizzati. Così “ripuliti”, i farmaci erano rivenduti a grossisti italiani autorizzati che li inviavano all’estero mediante parallel trade, principalmente in Germania ma anche nel Regno Unito, in Spagna e nei Paesi Bassi. (AS)

Notizie correlate

06/12/2016

Furti, Sifo lancia l’allarme: farmaci anti Hcv nel mirino

Farmaci per l'epatite C a ruba. Nel vero senso del termine. I ladri di medicinali tornano a colpire nelle farmacie ospedaliere ma per adesso i più richiesti sono quelli anti Hcv. La denuncia arriva dalla Società italiana dei farmacisti ospedalieri (Sifo)...
05/08/2016

Furti di farmaci, riprendono i colpi negli ospedali

Lievita il sospetto che dopo una rapida tregua, agevolata anche da indagini e arresti, gli ospedali italiani siano tornati nel mirino dei ladri di farmaci ad alto costo. Invitano a tale ipotesi i colpi messi a segno negli ultimi quindici giorni in due strutture del Meridione...
11/03/2015

Report Transcrime, un ospedale su dieci colpito da furti

Soltanto nei primi cinque mesi del 2014 sono 37 i furti di medicinali effettuati negli ospedali italiani. In media più di uno alla settimana, che scendono a oltre due al mese se il periodo di osservazione ricomprende anche i tre anni precedenti, fino al 2011 incluso...
19/05/2014

Medicinali rubati, indagine Nas-Aifa svela le rotte del traffico

Altro che mercato nero dell’Europa dell’Est o del Vicino Oriente. Una buona parte dei medicinali razziati dalle farmacie ospedaliere e dai magazzini delle Asl italiane esce dalle frontiere, viene “lavata” come si fa con il denaro sporco...
18/02/2014

Furti di farmaci, ospedali penetrabili come burro anche al Nord

Finora avevano agito soprattutto al Sud, dove si erano persino permessi qualche replica negli ospedali più “accoglienti”. Ora invece sembrano essersi spostati al Nord, forse dopo aver capito che nella sanità pubblica “l’ospitalità” non cambia con la latitudine...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni