Edicola

Servizi, l’intramoenia dei medici dimostra che c’è mercato

22/04/2013 22:26:20
Sono cifre che dovrebbero far riflettere chi è scettico sulla farmacia dei servizi sostenuta dalla spesa privata: nel 2011 le prestazioni erogate dai medici del Ssn in regime libero-professionale hanno portato in cassa più di 1,2 miliardi di euro, quasi la stessa cifra raccolta l’anno precedente. E’ uno dei dati che arrivano dalla Relazione con cui ogni anno il ministero della Salute fotografa “l’intramoenia”, ossia l’attività privata (cioè a pagamento) svolta da 60mila medici del Servizio sanitario al di fuori dell’orario contrattuale, negli spazi messi a disposizione dalle strutture in cui lavorano o in locali esterni. Si tratta di un’attività che nel suo complesso non conviene solo ai curanti, ma anche ad Asl e ospedali: poiché i pazienti approdano all’intramoenia passando dal pubblico, i camici bianchi “girano” al Ssn una parte di quello che guadagnano in regime libero professionale; di quei 1.200 milioni di euro spesi dagli italiani nel 2011 – in pratica 20,7 euro a testa – poco più di mille se li sono tenuti i medici (che in media hanno integrato i propri compensi annuali con 17.700 euro lordi a testa) e il resto è andato al Servizio sanitario.
Per quanto concerne le prestazioni, parti e interventi ginecologici sono i più richiesti nell’intramoenia ospedaliera, mentre le analisi diagnostiche e le visite cardiologiche, ortopediche e oculistiche sono quelle più gettonate nell’intramoenia allargata (quella, cioè, effettuata all’esterno delle strutture). Quanto ai motivi per cui un paziente preferisce pagare piuttosto che avvalersi del regime mutualistico, di certo le liste d’attesa stanno tra i più importanti: nel 93% dei casi bastano 30 giorni per ottenere la prestazione in intramoenia e nel 79% si scende ad appena 15 giorni. (AS)

Notizie correlate

24/11/2016

Diretta vs. convenzionata, precisazione Federfarma sui dati Sifo

Se nel 2015 la spesa farmaceutica di ospedali e distribuzione diretta ha superato per la prima volta la spesa convenzionata che passa dalle farmacie del territorio, non è soltanto per i nuovi farmaci ad alto costo che le strutture pubbliche dispensano in via...
22/10/2016

Farmaci della diretta, due italiani su tre li vogliono in farmacia

Per il 67% degli italiani i farmaci che oggi vengono distribuiti in modalità diretta da Asl e ospedali dovrebbero essere dispensati dalle farmacie del territorio. E se si restringe la rilevazione alle sole persone affette da cronicità gravi, la quota di favorevoli sale al 73%...
03/10/2016

Farmaci primo semestre 2016: cala la spesa convenzionata, in aumento distribuzione diretta e distribuzione per conto

Nei primi sei mesi del 2016 la spesa farmaceutica netta convenzionata SSN ha registrato un calo del -4,7% rispetto al primo semestre 2015, in parallelo a un sensibile aumento della spesa (+8,7%)  per farmaci acquistati dalle ASL ed erogati dalle farmacie in regime di distribuzione per conto (la cosiddetta DPC)...
30/09/2016

Def, Nota di aggiornamento: farmacia dei servizi e Convenzione

Nel Def, il Documento di economia e finanza, il Governo torna a parlare di farmacie del territorio e dei nuovi servizi che i presidi dalla croce verde erogheranno nella cornice di un Ssn sempre più improntato alla deospedalizzazione e alla domiciliarità...
20/09/2016

Farmaci: Asl e ospedali fanno lievitare ancora la spesa

Per “colpa” di Asl e ospedali, la spesa farmaceutica del Ssn vira sempre più verso il rosso intenso. Lo dicono i dati dell’Aifa relativi ai primi cinque mesi dell’anno, che collocano ben al di là dell’asticella, in zona sfondamento, non solo la spesa ospedaliera ma anche la territoriale...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata.
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata.
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni