Edicola

Servizi, da Lodi la misura del ruolo sociale della farmacia

25/07/2013 23:55:37
Tra sociologi ed esperti è più che noto il ruolo sussidiario che, in Italia, la famiglia esercita rispetto allo stato sociale: è una forma aggiuntiva di protezione verso l’individuo che riesce a ovviare con la solidarietà del legame parentale le inadeguatezze del nostro welfare pubblico. E’ invece ancora tutta da indagare la sussidiarietà che intercorre tra farmacia e Servizio sanitario nazionale, ma alcune ricerche condotte su scala fin troppo locale fanno intuire l’esistenza di una realtà sconosciuta. E’ il caso dell’indagine che qualche settimana fa ha coinvolto le 69 farmacie della provincia di Lodi, in Lombardia: l’obiettivo di Federfarma era quello di misurare quanto sia diffuso il servizio di recapito a domicilio dei farmaci e i risultati lasciano stupefatti. Delle 59 farmacie che hanno risposto al questionario, l’80% dichiara di effettuare la consegna a casa del paziente. E di queste, due su tre assicura il servizio non solo sui medicinali, ma anche su prodotti dell’extrafarmaco come latte in polvere, prima infanzia, protesica, bombole per l’ossigeno eccetera. E non stiamo parlando di favori saltuari al vicino di casa, che quando il titolare rientra per pranzo o cena ci passa davanti: il 17% delle farmacie lodigiane effettua più di dieci consegne al mese e il 19% tra le sei e le dieci.
Ma quello che più conta è il contesto: il 96% delle richieste arriva direttamente dal paziente (il restante dal call center istituito nell’autunno scorso da Federfarma Lombardia), il che fa immediatamente capire la dimensione sociale in cui va collocato il servizio. Anche perché delle 69 farmacie del lodigiano, 42 sono rurali a tutti gli effetti e altre cinque sono così periferiche rispetto alla città da esserlo quasi. «Si fa recapito a domicilio perché il farmacista fa parte del paese in cui vive e lavora» spiega Adriana Botti, delegata di Federfarma Milano per la provincia di Lodi «e per questo sente ancora di più il valore sociale della professione». La prova del nove arriva dal tariffario che le farmacie applicano per il servizio: nell’83% dei casi la farmacia effettua il recapito gratuitamente. «Per alcune significa farsi carico di un costo che forse oggi nessun’azienda del normale commercio sopporterebbe» continua Botti «ma la farmacia bada innanzitutto al paziente».
Nei piccoli paesi e nelle periferie, dunque, la farmacia sussidia un Ssn dalle braccia sempre più corte esattamente come la famiglia sussidia un welfare che sempre meno riesce a coprire i bisogni. Nel lodigiano è così di certo, servirebbero ricerche dello stesso genere in altre realtà per avere la conferma che anche altrove avviene lo stesso. Si avrebbe in tal modo la misura empirica del valore sociale della farmacia italiana, della sua vocazione tanto peculiare quanto irrinunciabile per Regioni che non sanno più cosa inventarsi per risparmiare. Si avrebbe, finalmente, la conferma che le economie vere non si fanno sulla distribuzione del farmaco, ma sulla valorizzazione delle risorse che la comunità ha dentro di sé. (AS)

Notizie correlate

21/03/2017

Farmacistapiù, Racca: già raccolta la sfida su cronicità e servizi

La distribuzione diretta va ridimensionata trasferendo alla convenzionata tutti i farmaci di uso consolidato e a brevetto scaduto, nonché quelli il cui prezzo rende comunque più conveniente la dispensazione in farmacia. E non solo: terminata la “potatura"...
22/10/2016

Farmaci della diretta, due italiani su tre li vogliono in farmacia

Per il 67% degli italiani i farmaci che oggi vengono distribuiti in modalità diretta da Asl e ospedali dovrebbero essere dispensati dalle farmacie del territorio. E se si restringe la rilevazione alle sole persone affette da cronicità gravi, la quota di favorevoli sale al 73%...
30/09/2016

Def, Nota di aggiornamento: farmacia dei servizi e Convenzione

Nel Def, il Documento di economia e finanza, il Governo torna a parlare di farmacie del territorio e dei nuovi servizi che i presidi dalla croce verde erogheranno nella cornice di un Ssn sempre più improntato alla deospedalizzazione e alla domiciliarità...
08/09/2016

Nuovi Lea, via libera dalle Regioni che chiedono garanzie su risorse

«Questa è una buona giornata per milioni di italiani, che potranno avere finalmente accesso a nuove terapie e trattamenti», dalla fecondazione assistita ai nuovi vaccini passando...
20/07/2016

Convenzione, Milillo: con Sisac il gioco non è più quello di una volta

Le dinamiche che guidano il rinnovo di una convenzione non sono più quelle di un tempo: oggi più di un tempo è la dinamica dialettica che guida il confronto e l’atto d’indirizzo non rappresenta più una proposta di mediazione ma va considerata soltanto la sintesi di ciò che desidera una delle due parti. E’ la riflessione che il segretario generale della Fimmg, Giacomo Milillo, offre ai titolari...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni