Edicola

Servizi, da Lodi la misura del ruolo sociale della farmacia

25/07/2013 23:55:37
Tra sociologi ed esperti è più che noto il ruolo sussidiario che, in Italia, la famiglia esercita rispetto allo stato sociale: è una forma aggiuntiva di protezione verso l’individuo che riesce a ovviare con la solidarietà del legame parentale le inadeguatezze del nostro welfare pubblico. E’ invece ancora tutta da indagare la sussidiarietà che intercorre tra farmacia e Servizio sanitario nazionale, ma alcune ricerche condotte su scala fin troppo locale fanno intuire l’esistenza di una realtà sconosciuta. E’ il caso dell’indagine che qualche settimana fa ha coinvolto le 69 farmacie della provincia di Lodi, in Lombardia: l’obiettivo di Federfarma era quello di misurare quanto sia diffuso il servizio di recapito a domicilio dei farmaci e i risultati lasciano stupefatti. Delle 59 farmacie che hanno risposto al questionario, l’80% dichiara di effettuare la consegna a casa del paziente. E di queste, due su tre assicura il servizio non solo sui medicinali, ma anche su prodotti dell’extrafarmaco come latte in polvere, prima infanzia, protesica, bombole per l’ossigeno eccetera. E non stiamo parlando di favori saltuari al vicino di casa, che quando il titolare rientra per pranzo o cena ci passa davanti: il 17% delle farmacie lodigiane effettua più di dieci consegne al mese e il 19% tra le sei e le dieci.
Ma quello che più conta è il contesto: il 96% delle richieste arriva direttamente dal paziente (il restante dal call center istituito nell’autunno scorso da Federfarma Lombardia), il che fa immediatamente capire la dimensione sociale in cui va collocato il servizio. Anche perché delle 69 farmacie del lodigiano, 42 sono rurali a tutti gli effetti e altre cinque sono così periferiche rispetto alla città da esserlo quasi. «Si fa recapito a domicilio perché il farmacista fa parte del paese in cui vive e lavora» spiega Adriana Botti, delegata di Federfarma Milano per la provincia di Lodi «e per questo sente ancora di più il valore sociale della professione». La prova del nove arriva dal tariffario che le farmacie applicano per il servizio: nell’83% dei casi la farmacia effettua il recapito gratuitamente. «Per alcune significa farsi carico di un costo che forse oggi nessun’azienda del normale commercio sopporterebbe» continua Botti «ma la farmacia bada innanzitutto al paziente».
Nei piccoli paesi e nelle periferie, dunque, la farmacia sussidia un Ssn dalle braccia sempre più corte esattamente come la famiglia sussidia un welfare che sempre meno riesce a coprire i bisogni. Nel lodigiano è così di certo, servirebbero ricerche dello stesso genere in altre realtà per avere la conferma che anche altrove avviene lo stesso. Si avrebbe in tal modo la misura empirica del valore sociale della farmacia italiana, della sua vocazione tanto peculiare quanto irrinunciabile per Regioni che non sanno più cosa inventarsi per risparmiare. Si avrebbe, finalmente, la conferma che le economie vere non si fanno sulla distribuzione del farmaco, ma sulla valorizzazione delle risorse che la comunità ha dentro di sé. (AS)

Notizie correlate

08/06/2017

Ritiro referti, Garante privacy: solo in farmacia, no erboristerie e "para"

I referti di visite ed esami diagnostici possono essere ritirati dal paziente soltanto nella struttura sanitaria che li ha prodotti oppure nelle farmacie convenzionate, non in altri esercizi. E’ quanto ricorda il Garante della Privacy, Antonello Soro, nella Relazione annuale sull’attività condotta dall’authority nel 2016, presentata l’altro ieri alla Camera davanti alla presidente Laura Boldrini...
21/04/2017

Sentenza Consulta: passa centralità farmacia dei servizi

Una sentenza particolarmente importante, quella emessa dalla Corte costituzionale per bocciare la legge regionale del Piemonte che estendeva alle parafarmacie l’autodiagnosi di prima istanza. Parola di Massimo Luciani, costituzionalista, docente ordinario...
11/04/2017

Convegno Assofarm: farmacia dei servizi per scardinare la diretta

Presa in carico del paziente cronico e monitoraggio dell’aderenza terapeutica sono le due carte che le farmacie del territorio devono mettere sul tappeto per scardinare la distribuzione diretta e riappropriarsi della distribuzione di tutti i farmaci di fascia A...
08/04/2017

Illegittima la legge piemontese sui servizi in parafarmacia

E’ illegittima la disposizione della Regione Piemonte che autorizza le parafarmacie a dotarsi di «apparecchi di autodiagnostica rapida per il rilevamento di prima istanza di trigliceridi, glicemia e colesterolo». Perché la norma «amplia il novero degli esercizi abilitati...
06/04/2017

Apre a Belluno la farmacia dei servizi targata Sunifar

Parte da Belluno, con l’obiettivo di allargarsi progressivamente ad altre province, la sperimentazione del progetto “farmacia sociale” targata Sunifar. L’obiettivo è quello di realizzare una versione di farmacia dei servizi calabile nella realtà rurale...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni