Edicola

Semplificare, la parola d’ordine della farmacia dei servizi

28/04/2014 06:05:41
Il Rapporto del ministero della Pubblica amministrazione sulla burocrazia vista dagli italiani? E’ la conferma che in Sanità gli italiani esprimono una forte richiesta di servizi “orizzontali”, alla quale le farmacie non possono non rispondere, pena il rischio di farsi scavalcare da altri. Così almeno la pensa Andrea Garlatti, direttore del Centro ricerche sul welfare dell’Università degli studi di Udine e autore del nuovo modello di farmacia dei servizi presentato a marzo da Federfarma: per l’esperto, dovrebbero invitare a riflettere soprattutto i dati del Rapporto, che parlano di quasi una persona su tre infastidita dalla prenotazione degli esami, una su sei dalla burocrazia legata alla prescrizione di un farmaco (su piano terapeutico o indicazione dello specialista), una su otto dal pagamento del ticket sulle prestazioni e una su dieci dal ritiro dei referti. «Colpisce la rilevanza del problema burocrazia» osserva Garlatti «che in realtà è anche maggiore a quello che in prima battuta appare dalle percentuali. Se limitiamo i numeri alla sola platea di coloro che hanno regolarmente a che fare con sportelli e ambulatori del Ssn, le percentuali sarebbero ancora più alte». Ma ci sono anche altri elementi che invitano alla riflessione: la pratiche sanitarie ad alto tasso di burocrazia sulle quali gli italiani puntano più spesso il dito sono proprio quelle che il progetto di Federfarma, presentato il 5 marzo ai ministri Lorenzin e Lanzetta, suggerisce di delegare alle farmacie (prenotazioni, accettazioni, ticketing, refertazioni). «Il fatto» spiega ancora Garlatti «è che tutto il sistema del welfare è alla vigilia di una trasformazione: dall’attuale organizzazione verticale dell’offerta si passerà a una logica orizzontale, che innescherà nuovi processi e percorsi. E’ un’evoluzione che non aspetterà i tempi con cui ciascun attore farà le sue scelte, o si afferra l’opportunità o si verrà scavalcati da altri». La stessa lettura spiega perché, nel Rapporto del ministero della Pubblica amministrazione, le proposte che i cittadini avanzano per snellire la burocrazia del Ssn puntino tutte al web e non citino le farmacie: «E’ un segnale» conferma Garlatti «anche la farmacia viene percepita in quella logica verticale del sistema che oggi è sempre meno adeguata ai bisogni della gente».
Ed è qui che entrano in gioco le nuove piattaforme informatiche targate Promofarma che il sindacato titolari presenterà ufficialmente il 10 maggio a Cosmofarma: oltre a supportare la nuova farmacia dei servizi, infatti, questi strumenti serviranno a “ribaltare” la funzione territoriale delle farmacie per assicurare loro quella logica orizzontale cui faceva riferimento Garlatti: «Lo dicono ormai tutti» spiega Gianni Petrosillo, amministratore delegato di Promofarma «i cittadini chiedono che la farmacia divenga “ponte” tra loro e l’intera offerta di servizi sanitari presente nel territorio, pubblica, convenzionata o privata che sia. Oggi il sistema obbliga ad accessi differenziati a seconda della prestazione richiesta, da cui peregrinazioni tra una struttura e l’altra e attese più o meno lunghe. Vanno invece creati sportelli dai quali si possa accedere a tutti i servizi disponibili, con le necessarie informazioni». La farmacia, grazie alla capillarità della sua rete, ha tutti i numeri per rivendicare tale ruolo, purché attrezzata adeguatamente: «Con il portale dei servizi» continua Petrosillo «forniremo una piattaforma che consentirà ai titolari di avere un quadro completo dell’intera offerta di prestazioni esistente nel loro territorio: infermieristiche, diagnostiche, sociali e così via. Il cittadino potrà entrare in farmacia, esprimere un bisogno e trovare subito la risposta che gli serve, senza lunghe ricerche e inutili code agli sportelli pubblici e sapendo di poter contare su un alto livello di competenza».
Parola d’ordine “orizzontalizzare”. Per saperne di più appuntamento a Cosmofarma, convegno Federfarma di sabato mattina. (AS)

Notizie correlate

22/03/2017

Semplificazioni, Federfarma a Camera: rivedere scadenze

Le farmacie guardano con particolare interesse alla possibilità, introdotta dal d.lgs 127/2015, di trasmettere i dati dei corrispettivi per via telematica, tramite registratore di cassa digitale. Tra i motivi c’è la semplificazione che ne deriverebbe per l’invio...
21/03/2017

Farmacistapiù, Racca: già raccolta la sfida su cronicità e servizi

La distribuzione diretta va ridimensionata trasferendo alla convenzionata tutti i farmaci di uso consolidato e a brevetto scaduto, nonché quelli il cui prezzo rende comunque più conveniente la dispensazione in farmacia. E non solo: terminata la “potatura"...
22/10/2016

Farmaci della diretta, due italiani su tre li vogliono in farmacia

Per il 67% degli italiani i farmaci che oggi vengono distribuiti in modalità diretta da Asl e ospedali dovrebbero essere dispensati dalle farmacie del territorio. E se si restringe la rilevazione alle sole persone affette da cronicità gravi, la quota di favorevoli sale al 73%...
30/09/2016

Def, Nota di aggiornamento: farmacia dei servizi e Convenzione

Nel Def, il Documento di economia e finanza, il Governo torna a parlare di farmacie del territorio e dei nuovi servizi che i presidi dalla croce verde erogheranno nella cornice di un Ssn sempre più improntato alla deospedalizzazione e alla domiciliarità...
08/09/2016

Nuovi Lea, via libera dalle Regioni che chiedono garanzie su risorse

«Questa è una buona giornata per milioni di italiani, che potranno avere finalmente accesso a nuove terapie e trattamenti», dalla fecondazione assistita ai nuovi vaccini passando...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni