Edicola

Camera, in mozione su farmaceutica sì a riorganizzazione tetti

28/07/2016 00:22:55
Il Governo assuma le iniziative necessarie a rivedere l’attuale sistema di governance della spesa farmaceutica, superi il dualismo tra spesa farmaceutica territoriale e ospedaliera che è «concettualmente superato» e adotti la proposta formulata dalle Regioni nella quale i tetti di spesa sono definiti «in funzione delle diverse modalità di acquisto dei farmaci». E’ quanto recita la mozione presentata martedì alla Camera da una trentina di parlamentari Pd tra i quali Federico Gelli, responsabile Sanità del partito, e Donata Lenzi, componente della commissione Affari sociali di Montecitorio. Approvato dall’aula e poi accolto anche dal Governo, l’ordine del giorno “chiama” l’esecutivo a una serie di interventi diretti ad aggiornare il sistema di governo del farmaco.

Sui tetti di spesa, come detto, l’invito è quello di dare seguito alla proposta delle Regioni per due tetti di spesa divisi non più in base al canale di distribuzione dei farmaci (ospedale e territorio) ma per meccanismo di acquisto, convenzionato o centralizzato (gare regionali). C’è poi la raccomandazione di «mantenere il fondo per i farmaci innovativi adeguatamente finanziato», definendo però al contempo «in modo chiaro e dettagliato cosa si intende per farmaci innovativi e quali sono i parametri di rimborsabilità, sulla base di risultati clinici significativi». Inoltre, si esorta il Governo «a velocizzare l’introduzione nel nostro Paese dei farmaci già autorizzati dall’Ema» e ad attivare al più presto una sperimentazione per «introdurre anche in Italia uno o più validi farmaci generici per la cura dell’epatite C». Infine, c’è l’invito a «chiudere i registri Aifa non più utili» e semplificare le procedure prescrittive dei farmaci interessati, presumibilmente per consentirne la somministrazione sul territorio in modalità convenzionata.

«Siamo molto soddisfatti che il Governo abbia accolto le proposte inserite nella nostra mozione sulla farmaceutica» ha commentato ieri con una nota Federico Gelli «perché contempla una serie di impegni fondamentali per migliorare sensibilmente l'intero sistema sanitario del nostro Paese». Tra le altre mozioni in tema di farmaceutica accolte dall’esecutivo, quella firmata dalle deputate del M5S Giulia Grillo e Silvia Giordano che – tra le altre cose – impegna il Governo a riclassificare in fascia C tutti i medicinali equivalenti il cui prezzo supera di almeno il 10% la quota di rimborso. E’ stato invece stralciato dalla mozione, su richiesta del sottosegretario alla Salute Vito De Filippo, il passaggio che raccomandava la liberalizzazione dei farmaci con ricetta e la loro vendita nelle parafarmacie. (AS)

Notizie correlate

02/02/2017

Distribuzione diretta, lunedì prima seduta del gruppo Aifa

Sarà lunedì prossimo, 6 febbraio, la prima seduta del gruppo di lavoro sulla distribuzione diretta istituito due settimane fa dal Tavolo del ministero dello Sviluppo economico sulla farmaceutica. Lo ha comunicato ieri l’Aifa con una lettera di convocazione inoltrata alle Regioni, ai ministeri (Mise e Salute) e alle sigle della filiera direttamente interessate al tema. «L’incontro» scrive l’Agenzia...
29/12/2016

Scaccabarozzi: farmaceutica traino per l’Italia e per il Mezzogiorno

«La farmaceutica negli ultimi anni è stata un traino per l'Italia. Ma mediamente nel Sud ha avuto risultati straordinari per export, produttività pro-capite, capacità di innovazione molto superiori non solo alla media manifatturiera, ma anche rispetto al nostro settore...
02/12/2016

Pani: da nuovi tetti possibili riequilibri tra diretta e convenzionata

Per difendere il Ssn dobbiamo fare tutti quadrato: istituzioni, professionisti, società. E’ il tema portante del 37° Congresso nazionale della Sifo, la società scientifica dei farmacisti ospedalieri, in corso da ieri a domenica a Milano. Nutrito l’elenco dei temi...
09/11/2016

Cenciarelli (Ims): riordino tetti inviterà Regioni a ridurre diretta

Dal finanziamento che la Manovra assegna al Ssn per il 2017 dovrebbe scaturire un tetto per la spesa farmaceutica convenzionata che basterà a coprire non solo le necessità del territorio, ma anche eventuali riclassificazioni dalla distribuzione diretta-dpc. Questa almeno è la stima di Giorgio Cenciarelli, direttore Supplier services di Quintiles Ims...
05/11/2016

Dai nuovi tetti la speranza di una diretta meno soffocante

E se arrivasse dal nuovo sistema di tetti che la Legge di Bilancio promette per il 2017 la spallata decisiva agli eccessi di distribuzione diretta che si registrano in alcune Regioni e che mettono sempre più in crisi le farmacie del territorio?...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata.
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata.
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni