Edicola

Lorenzin: Carta della qualità marchio del rapporto cittadini-farmacie

29/09/2015 04:33:26
Accessibilità, Accoglienza e personalizzazione, Informazione, Sicurezza e Standard dei servizi. Sono i cinque capitoli sui quali si articola la Carta della qualità in farmacia, il patto d’intenti che Federfarma e Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva hanno rinnovato e siglato a vent’anni dalla sua prima stesura. Presentata ieri in conferenza stampa al ministero della Salute, la Carta ridà sostanza all’impegno delle farmacie verso i cittadini e in particolare i più deboli. Non a caso, tra i punti qualificanti del patto spiccano «l’attenzione alle persone fragili, alle mamme, ai bambini, agli anziani, alle persone con patologie croniche e ai migranti», il reperimento dei «farmaci prescritti nel più breve tempo possibile», la promozione di «stili di vita salutari e iniziative di prevenzione», la promozione «dell’allattamento al seno» e l’informazione «sul corretto uso dei farmaci in gravidanza e in età pediatrica», il monitoraggio delle terapie «in sinergia con medici e altri professionisti sanitari», la promozione dei farmaci equivalenti.

«Con la Carta» ha spiegato alla stampa la presidente di Federfarma, Annarosa Racca «la farmacia si impegna a fare propri e applicare i principi sanciti dalla Carta europea dei diritti del malato, dalla quale discende. Da domani i titolari l’affiggeranno in farmacia, a testimoniare il patto sociale che con la Carta della qualità stipuliamo e riconfermiamo nei confronti dei cittadini». «Le farmacie rurali sono la linea più lontana del Ssn» ha aggiunto Alfredo Orlandi, presidente del Sunifar «ben venga un nuovo patto che mette nero su bianco quanto già facciamo da tanto tempo».Un plauso all’iniziativa è giunto dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin: «A oltre 20 anni dalla sua nascita» ha scritto nel messaggio letto all’avvio della conferenza stampa «la Carta della qualità sancisce principi che sono il marchio distintivo della relazione di fiducia tra i professionisti e i cittadini. E’ il modo con cui i farmacisti raccolgono la sfida, misurandosi con i cittadini in un rapporto aperto alla valutazione degli standard di efficienza». «La nuova Carta della qualità in farmacia» si legge invece nel messaggio inviato da Sergio Chiamparino, presidente della Conferenza delle Regioni «può essere uno degli strumenti con cui conseguire margini di miglioramento dell’assistenza territoriale, rilanciando quella farmacia dei servizi su cui da anni anche le Regioni stanno puntando. Confermo la massima attenzione ai temi affrontati dalla nuova Carta della qualità in farmacia, anche attraverso l’attività della Commissione salute».

Attenzione però a non considerare la nuova Carta della qualità come una “tavola della legge” da appendere al muro e dimenticarla. «Con questo Patto» ha ricordato Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva «le farmacie accettano la sfida della valutazione. Perché la Carta è figlia di una domanda, come aiutare le farmacie ad alzare ulteriormente il livello dei servizi offerti: il Ssn non può permettersi di sprecare risorse e quindi diventa un dovere lavorare per utilizzare al meglio possibile una risorsa preziosa come la farmacia». Il titolare che affigge in farmacia la Carta della qualità, dunque, alza una bandiera, raccoglie la sfida: «Il Patto della Salute 2014-2016 cita la farmacia dei servizi tra le risorse decisive dell’assistenza territoriale assieme alla medicina d’iniziativa» ha ricordato in conferenza stampa Marcella Marletta, direttore generale della Direzione dispositivi medici e servizio farmaceutico del Ministero «l’erogazione di nuovi servizi rappresenta la chiave del cambiamento professionale che il Ssn chiede alla farmacia».

Notizie correlate

21/03/2017

Farmacistapiù, Racca: già raccolta la sfida su cronicità e servizi

La distribuzione diretta va ridimensionata trasferendo alla convenzionata tutti i farmaci di uso consolidato e a brevetto scaduto, nonché quelli il cui prezzo rende comunque più conveniente la dispensazione in farmacia. E non solo: terminata la “potatura"...
14/12/2016

Riconferma Lorenzin, crescono gli apprezzamenti di filiera e sanità

Riscuote ampio consenso la riconferma di Beatrice Lorenzin al dicastero della Salute. Dopo Federfarma, tra i primi a congratularsi con il Ministro una volta ufficializzato il nuovo governo, dal mondo del farmaco e della Sanità sono arrivati ieri ulteriori apprezzamenti...
22/10/2016

Farmaci della diretta, due italiani su tre li vogliono in farmacia

Per il 67% degli italiani i farmaci che oggi vengono distribuiti in modalità diretta da Asl e ospedali dovrebbero essere dispensati dalle farmacie del territorio. E se si restringe la rilevazione alle sole persone affette da cronicità gravi, la quota di favorevoli sale al 73%...
06/10/2016

Lea, Lorenzin alla Camera: aumentano prestazioni e copertura Ssn

Nei nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza) entrano la procreazione medicalmente assistita, omologa ed quella eterologa, l'adroterapia, ovvero una radioterapia oncologica utilizzata per la cura del tumore al cervello, e l'enteroscopia con...
30/09/2016

Def, Nota di aggiornamento: farmacia dei servizi e Convenzione

Nel Def, il Documento di economia e finanza, il Governo torna a parlare di farmacie del territorio e dei nuovi servizi che i presidi dalla croce verde erogheranno nella cornice di un Ssn sempre più improntato alla deospedalizzazione e alla domiciliarità...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni