Edicola

Def, Nota di aggiornamento: farmacia dei servizi e Convenzione

30/09/2016 00:04:46
Nel Def, il Documento di economia e finanza, il Governo torna a parlare di farmacie del territorio e dei nuovi servizi che i presidi dalla croce verde erogheranno nella cornice di un Ssn sempre più improntato alla deospedalizzazione e alla domiciliarità. Provvede la Nota di aggiornamento con cui il ministero delle Finanze ha corretto stime e cifre della scorsa primavera alla luce degli ultimi dati economici: la crescita prevista per quest’anno scende dall’1,2 allo 0,8% e il deficit sale al 2,4% del Pil, per poi abbassarsi al 2% nel 2017.

Di farmacie si parla nel capitolo dedicato alle misure di finanza pubblica riguardanti Regioni ed enti locali: tra i provvedimenti, la Nota cita infatti il documento integrativo dell’Atto d’indirizzo per il rinnovo della Convenzione, approvato a metà luglio dal Comitato di settore Sanità. Il fine, si legge, è quello di «integrare in modo organico l’attività delle farmacie» nei programmi del Ssn, con un occhio specifico alla «prevenzione e alla cura delle patologie croniche». In tale ottica, continua la Nota di aggiornamento, la nuova Convenzione farà gioco di sponda con il prossimo contratto nazionale dei medici di famiglia, anch’esso in via di rinnovo e interessato di recente da un documento integrativo all’Atto d’indirizzo: entrambi, sottolinea il Ministero, mirano «a una più efficiente ed efficace presa in carico territoriale degli utenti», nell’ambito di un sistema di cure primarie riorganizzato e rafforzato.

Farmacie chiamate in causa, poi, anche nel capitolo del Def dedicato alla legge sulla concorrenza: il ddl, recita la Nota di aggiornamento, è attualmente all’esame del Senato e «si prevede la sua approvazione entro la fine dell’anno». La successiva legge annuale sulla concorrenza, invece, «sarà varata nel 2017» anche alla luce «della segnalazione che dovrà essere inviata dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato».

Intanto ieri sera si è concluso nella distensione il primo incontro tra Governo e Regioni sulle risorse della Legge di Stabilità per il 2017. Le parti hanno concordato l’apertura di due tavoli, uno dove si discuterà di finanziamento del Ssn e l’altro il restante. «Abbiamo fatto presente che l'aumento di 2 miliardi previsti per la sanità non è neppure sufficiente a garantire i nuovi costi, tra farmaci innovativi e nuovi Lea, i Livelli essenziali di assistenza, per non parlare del nuovo contratto del pubblico impiego» ha detto all’uscita da Palazzo Chigi Giovanni Toti, governatore della Liguria e vicepresidente della Conferenza delle Regioni «il Governo si è detto sensibile al nostro grido di dolore ma sta facendo i conti. Quello di oggi e' stato un dialogo costruttivo». Prossimo incontro per la prima metà di ottobre. (AS)

Notizie correlate

28/07/2017

Le farmacie accettano la sfida del “Governo della domanda”

Le farmacie private di Bergamo e provincia accettano la sfida e saltano sul treno del “Governo della domanda”, il nuovo modello di gestione delle cronicità varato dalla Lombardia nell’ambito della riforma della Sanità regionale. Anzi, per essere precisi...
22/07/2017

Federanziani, nel 44% dei politrattati aderenza terapeutica a rischio

L'assunzione di troppe pillole mette a serio rischio l'efficacia delle cure e la salute degli anziani. Il motivo? L'insufficiente aderenza alla terapia. E' quanto emerge da una ricerca del Centro studi di economia sanitaria di Senior Italia Federanziani, condotto su 1.427 “over 65” con ipertensione arteriosa. Il 71% è sottoposto a due programmi terapeutici per il trattamento della pressione...
05/07/2017

Cossolo: preoccupati quanto mmg per risorse territorio

Anche le farmacie puntano a una nuova convenzione che ne allarghi ruoli e compiti in un sistema delle cure territoriali da potenziare, perché assicuri presa in carico e gestione programmata del paziente cronico. E’ la riflessione che arriva dal presidente nazionale...
08/06/2017

Ritiro referti, Garante privacy: solo in farmacia, no erboristerie e "para"

I referti di visite ed esami diagnostici possono essere ritirati dal paziente soltanto nella struttura sanitaria che li ha prodotti oppure nelle farmacie convenzionate, non in altri esercizi. E’ quanto ricorda il Garante della Privacy, Antonello Soro, nella Relazione annuale sull’attività condotta dall’authority nel 2016, presentata l’altro ieri alla Camera davanti alla presidente Laura Boldrini...
21/04/2017

Sentenza Consulta: passa centralità farmacia dei servizi

Una sentenza particolarmente importante, quella emessa dalla Corte costituzionale per bocciare la legge regionale del Piemonte che estendeva alle parafarmacie l’autodiagnosi di prima istanza. Parola di Massimo Luciani, costituzionalista, docente ordinario...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni