Consegna a domicilio?

11/02/2021 09:20:49
Consegna a domicilio?
È stato recentemente pubblicato un decreto che prevede la prescrizione dematerializzata di farmaci di fascia C. Il decreto cita la possibilità di consegnare i farmaci a domicilio, ma non vengono dettate precise regole. Quale è la procedura? Vi sono dei limiti?

La consegna di farmaci a domicilio viene, in effetti, citata all’articolo 4 del Dm 30 dicembre 2020 che recita: “Art. 4. promemoria della ricetta elettronica. Modalità di utilizzo presso le farmacie nella fase emergenziale”. Il comma 4 dell’articolo prevede che “Laddove possibile, la farmacia provvede a recapitare i farmaci all’indirizzo indicato dall’assistito in fase di richiesta telematica di erogazione dei farmaci”.

È, quindi, un’opportunità che viene data al cittadino e che resta in subordine all’effettiva possibilità di poter essere attuata, secondo le disponibilità della farmacia e, ovviamente, tramite modalità da stabilire, di volta in volta, con accordi tra cittadino e farmacia. La consegna a domicilio in ogni caso deve rispettare il Codice deontologico dei farmacisti approvato dalla Fofi. In particolare, in base all’art. 30 del Codice deontologico, la consegna a domicilio dei medicinali soggetti a prescrizione medica può essere effettuata soltanto dopo che in farmacia sia avvenuta la spedizione della ricetta.

Inoltre, il farmacista che pone in essere iniziative di consegna a domicilio dei medicinali deve assicurare l’informazione e il consiglio professionale, il rispetto del diritto di libera scelta del cittadino della propria farmacia, della normativa a tutela della privacy e deve garantire, oltre alla sicurezza, corrette condizioni di conservazione dei medicinali. Infine, ai sensi del’art.18 del Codice deontologico, la consegna a domicilio non deve diventare un escamotage per organizzare iniziative di accaparramento di prescrizioni mediche. Si ricorda che il recente decreto che ha dematerializzato la ricetta non Ssn non autorizza la vendita on line di farmaci con prescrizione medica, espressamente vietata dalla legislazione di settore.

Ultime notizie

11/02/2021

Dispensazione del farmaco, tra ricetta elettronica e consegne extra banco

La pandemia in corso ha accelerato il processo di dematerializzazione delle prescrizioni e lo sviluppo di sistemi di consegna alternativi: al domicilio, con distributori automatici o tramite locker. Una minaccia per il rapporto con il cittadino? Un valore aggiunto, secondo Gianni Petrosillo, presidente Sunifar, purché in un contesto di regole chiare.
11/02/2021

La disponibilità di Cannabis terapeutica

«Le farmacie raccolgono quotidianamente le esigenze dei pazienti: esiste un problema serio di approvvigionamento di questo farmaco. Si deve agire in modo coordinato a livello europeo», ci dice il segretario di Federfarma Roberto Tobia.
11/02/2021

Farmacista di borgata

Nei piccoli centri il farmacista non è solo il front-end del Ssn, ma spesso l’unico riferimento istituzionale. Un ponte tra abitanti, istituzioni e servizi sociali. L’esperienza di Felice Restaino, farmacista a Albuccione di Guidonia (Roma).
11/02/2021

La riconciliazione farmacologica

Le farmacie, nell’Altopiano di Asiago, entrano nella rete di assistenza sanitaria, accanto allo specialista e al medico di medicina generale per diventare parte attiva nella gestione delle terapie dei pazienti fragili, alla dimissione dall’ospedale.
11/02/2021

Un rurale

Una storia di altri tempi e di dedizione alla professione, con consegne a domicilio con il motorino Mosquito nella campagna anche di notte. Pietro Guerra, una vita da rurale, raccontato dal figlio Maurizio.


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni