Edicola

Comunicato stampa Federfarma-Sunifar

03/12/2011 22:09:04
Sempre più frequenti notizie stampa confermerebbero che il Governo è in procinto di presentare provvedimenti che ricadono mortalmente sul servizio farmaceutico svolto dalle 17500 farmacie, senza alcun confronto con Federfarma, né tantomeno con i rappresentanti dei 70 mila addetti legati al mondo della Farmacia.

Con tali misure si amplierebbe il numero delle farmacie e, allo stesso tempo, si affiderebbe la distribuzione dei farmaci di fascia C alla grande distribuzione organizzata; caso unico al mondo.

E’ il “sogno” di chi voleva mettere le mani sulla rete delle farmacie, come è già avvenuto per la comune rete commerciale, e tutto ciò costerà molto al cittadino.

Federfarma è d’accordo con l’apertura di nuove farmacie, ma ricorda che moltissime farmacie, quelle più piccole, quelle che operano nelle aree più disagiate, quelle più “deboli” economicamente, già in forte sofferenza a causa dei continui tagli alla sanità, non potranno sostenere questa perversa ed iniqua manovra.

Inesorabilmente, molte saranno costrette a chiudere i battenti, non essendo più in grado di assicurare servizio alcuno ai cittadini, in prevalenza gli anziani dei nostri tanti piccoli comuni; le altre dovranno ridurre il livello di servizio (scorte, addetti, orari di apertura, turni, etc.) con conseguente sofferenza di tutto l’indotto.

Da “gente di scienza” e parafrasando quanto già detto dal Segretario Camusso, qui non ci vuole la lente d’ingrandimento per vedere un po’ di equità, qui ci vuole un microscopio elettronico.

Questa non è la richiesta di un sacrificio alle farmacie; è la fine del tanto apprezzato sistema farmaceutico italiano.

Il cittadino, intanto, continuerà a pagare gli stessi prezzi, perché il farmaco di fascia C è a prezzo fisso, a meno che, con grave irresponsabilità, si voglia anche giungere alla spregiudicata mercificazione di un bene destinato alla salute del cittadino, permettendo  sconti, promozioni e omaggi  anche su questi farmaci.

Non si otterrà, quindi, nessun vantaggio per il cittadino, ma solo una disordinata frammentazione del mercato che provocherà un sicuro grave disagio alla popolazione, specialmente per quella più anziana e bisognosa, per gli inevitabili strappi alla rete di assistenza fino ad ora garantita.

La Farmacia italiana, e quella rurale in particolare, è sempre stata al fianco dei cittadini e per i cittadini, e come tale intende restare. Non si chiedono riconoscimenti, ma solo la possibilità di poter onestamente continuare a lavorare per la nostra popolazione.

Presidente Monti, La invitiamo ad una profonda riflessione, perché in questo modo, sa benissimo,  non si crea sviluppo ma, ripetendo in modo ancor più drammatico sbagli già fatti in qualche raro caso da Paesi dell’UE che hanno poi dovuto malamente ricorrere ai ripari, si provocano irrimediabili ed enormi danni al Servizio Farmaceutico.

I cittadini saranno i primi a chiederLe conto.

Ultime notizie

30/06/2020

Emendamento su distribuzione farmaci in farmacia. Federfarma: "Accolte istanze dei soggetti fragili e dei malati cronici"

Federfarma esprime massima soddisfazione per l’approvazione,  da parte della V Commissione Bilancio della Camera,  dell’emendamento  al cosiddetto Decreto Legge...
11/06/2020

Elezioni Federfarma e Sunifar: Cossolo confermato alla Presidenza di Federfarma, Petrosillo eletto Presidente Sunifar

Si sono svolte oggi - con ottimi risultati sia in termini di partecipazione dei delegati sia di funzionamento delle piattaforme utilizzate per le votazioni in forma telematica - le elezioni per il rinnovo dei vertici di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta le farmacie private convenzionate con il SSN, e di Federfarma-Sunifar, che, all’interno...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'audizione di Antonio Gaudioso in Commissione parlamentare

Federfarma accoglie con particolare favore le dichiarazioni del Segretario Generale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, rese nel corso dell’audizione in Commissione parlamentare per la semplificazione nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui servizi erogati dal Servizio Sanitario Nazionale...
01/06/2020

Dichiarazione del presidente Federfarma Marco Cossolo sull'acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca da parte di Banca IFIS

Federfarma accoglie favorevolmente la comunicazione odierna sul completamento, con esito positivo, dell’acquisto del 70,77% del capitale di Farbanca  da parte di Banca IFIS. “L’avvenuta acquisizione di Farbanca da parte di Banca IFIS rappresenta sicuramente il viatico per la creazione, insieme a Credifarma, di un polo specializzato bancario del settore
28/05/2020

Collaborazione farmacie con medici famiglia e pediatri per l’aumento delle coperture vaccinali

Per corrispondere alle primarie esigenze di tutela della salute della popolazione, Federfarma ritiene imprescindibile stabilire le necessarie interazioni con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per individuare quei percorsi condivisi che - a similitudine di quanto avviene in altri Paesi dell'Unione europea - porti alla promozione e all'esecuzione di campagne vaccinali antinfluenzali nelle farmacie...

Cerca

Inserisci il CAP o la località per trovare la farmacia più vicina.
Ricerca farmacia
oppure usa la ricerca avanzata .
Ricerca Farmaco
oppure usa la ricerca avanzata .
Cerchi o offri lavoro in una farmacia? Sulla bacheca cerco e offro di federfarma.it puoi trovare offerte di lavoro legate al mondo della farmacia.

Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni