Milano “esporta” Lo sai mamma?, schede su salute e prevenzione

01/04/2016 00:28:08
Scatta l’upgrade per il servizio online “Lo sai mamma?”, la collana digitale di schede informative per la salute del neonato e del bambino lanciata da Federfarma Milano nel 2004. Completamente rinnovata e arricchita da una nuova serie di titoli, che portano a 54 i folder scaricabili, la collana verrà presto inserita sul sito nazionale della Federazione.
L’iniziativa, che a Cosmofarma 2016 (in programma a Bologna dal 15 al 17 aprile) verrà presentata a titolari e farmacisti, è stata anticipata ieri alla stampa in un incontro organizzato a Milano. «Sono schede semplici e di facile lettura, ma di alto valore scientifico che rispondono ad un primo bisogno d’informazione delle famiglie» ha spiegato Annarosa Racca, presidente di Federfarma. «Il progetto “Lo Sai Mamma?”» ha aggiunto Antonio Clavenna, ricercatore del Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, che con l’Associazione Culturale Pediatri (Acp) ha collaborato alla realizzazione dei contenuti «si sviluppa dalla sinergia tra figure professionali differenti in quanto a esperienze e competenze (per Federfarma hanno dato contribuito sopprattutto Alessandro Carletti e Francesco Gamaleri, ndr) e si avvale delle valutazioni di un gruppo di lettura composto da mamme, fatto non usuale nella redazione di materiali informativi».

La collana fornisce consigli e indicazioni pratiche sulle principali patologie del bambino: dermatiti, allergie, psoriasi, malattie infettive, infezioni respiratorie, congiuntivite, punture di insetto, celiachia, stipsi, laringospasmo e altro ancora. Oltre a educare alla prevenzione, però, “Lo Sai Mamma?” mira anche a contrastare la crescente disinformazione presente sul web: ogni scheda digitale, infatti, si contraddistingue per contenuti rigorosamente scientifici, validati e sicuri perché elaborati da autorevoli professionisti sanitari.«L’Acp» ha ricordato la presidente, Federica Zanetto «ha creduto da subito a questo progetto, in cui il materiale è stato prodotto sulla base delle evidenze disponibili e condiviso da competenze diverse». (AS)

Notizie correlate

25/11/2019

Prevenzione, il Tour della salute chiude i battenti. Bacchini: ennesima dimostrazione del ruolo delle farmacie sul territorio

Dodicimila chilometri percorsi, quattordici città italiane toccate, cinquanta farmacisti coinvolti in più di seimila autoanalisi. Sono questi i numeri della straordinaria “carovana” durata...
17/10/2019

‘Farmaciste Insieme’ al fianco del Campus della Salute di Napoli, Margiotta: la prevenzione è la nostra mission

Duecento tra medici, farmaciste e volontari hanno garantito, dallo scorso 10 al 13 ottobre, visite mediche gratuite nel più grande ospedale da campo realizzato sul lungomare di Napoli. L’Università Federico II e l’Università Vanvitelli, l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Napoli, insieme a numerose strutture private e all’associazione ‘Farmaciste insieme’, hanno garantito...
17/10/2019

Prevenzione in farmacia, Federfarma Rovigo riparte con la Campagna ‘Nastro Rosa’

La sezione di Rovigo della Lilt - Lega Italiana per la Lotta al Tumore - e Federfarma Rovigo hanno presentato la campagna Nastro Rosa per sensibilizzare la cittadinanza e contribuire...
09/10/2019

Tumore del colon retto, ad Agrigento le farmacie fanno lo screening grazie all’accordo con l’Asp

Ad Agrigento al via lo screening per la diagnosi precoce dei tumori della mammella, del colon retto e della cervice uterina. L’iniziativa, frutto dell’accordo tra l'Azienda Sanitaria provinciale di Agrigento e le farmacie del territorio prevede la consegna dei kit e la raccolta dei campioni, e l'accesso alle agende di prenotazione esami....
18/09/2019

Screening e prevenzione del cancro al colon retto nelle farmacie pugliesi: Novielli: “Grande entusiasmo testimonia sensibilità della categoria”

Procede speditamente la fase di formazione in tutta la regione Puglia per il programma di screening e prevenzione del tumore del colon retto nei confronti di un milione e 200mila cittadini pugliesi tra i 50 ai 69 anni, realizzabile grazie all'accordo sottoscritto da Regione, Federfarma Puglia, Assofarm Puglia e Consulta regionale degli Ordini dei farmacisti...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni