Rinnovato in Toscana l’accordo sulla dpc, crescono i compensi

29/12/2017 10:20:00
Rinnovo indubbiamente migliorativo, in Toscana, per l’accordo tra Regione e farmacie del territorio sulla distribuzione per conto. L’intesa, fresca di ratifica in giunta, porta da 4,75 a 4,86 euro il compenso a pezzo, a fronte di volumi che tra diretta e convenzionata rimangono sostanzialmente invariati (fatto salvo l’innalzamento a 13,50 euro del prezzo di cut-off, ossia l’asticella al di sotto della quale i farmaci vengono distribuiti in convenzionata perché la diretta perde convenzienza).

Ma la novità più importante arriva dalle semplificazioni che l’accordo mette in campo a vantaggio di farmacie e assistiti. Per cominciare il numero dei distributori capofila scende da dodici a tre, per tenere il passo con la riforma che nel 2016 aveva ridotto nella stessa proporzione le aziende sanitarie della regione. Vengono poi unificate le regole cui le farmacie devono attenersi in caso di mancanti nel circuito della diretta: finora ogni Asl aveva la propria procedura, d’ora in avanti in caso di indisponibilità i farmacisti potranno consegnare in convenzionata l’intera fornitura prescritta (anziché un solo pezzo, come accadeva in alcune province). «E’ una semplificazione non indifferente» commenta a Filodiretto Marco Nocentini Mungai, presidente di Federfarma Toscana «che snellisce l’operatività in farmacia e viene incontro agli assistiti risparmiando loro tempo e fatica».

Nel sindacato, dunque, c’è soddisfazione per l’accordo appena concluso. «E’ il meglio che si poteva ottenere» conferma Nocentini Mungai «va riconosciuto che l’assessore alla Salute, Stefania Saccardi, ha mostrato particolare sensibilità nell’impostare il rinnovo su questi temi». L’intesa, che proroga anche di un anno le condizioni per l’integrativa in modo da lavorare a un nuovo accordo che unifichi condizioni e tariffe, entrerà in vigore dal 1 gennaio e ha validità triennale. 

Ultime notizie

20/04/2018

Tg Federfarma Channel - edizione del 21 aprile

In questo numero: Bologna, seconda giornata di Cosmofarma. Diretta streaming su Federfarma Channel per i convegni istituzionali; Dpc in Liguria, Barla (Sunifar): “Risultati soddisfacenti, ora avanti con qualche piccolo aggiustamento”; Le farmacie di Bergamo per i farmaci orfani; Sedi soprannumerarie, una sentenza del Tar Friuli dà ragione a Federfarma

20/04/2018

Cosmofarma 2018: Banca IFIS, Credifarma e Federfarma per la prima volta insieme

Le tre realtà del mondo delle farmacie si sono incontrate, a Cosmofarma 2018, per un momento di celebrazione e per festeggiare la collaborazione che Banca IFIS e Federfarma...
20/04/2018

Più a lungo si studia più tardi invecchia il cervello

(ANSA) – NEW YORK - Studiare apre la mente ma aiuta anche a conservarla in forma più a lungo negli anni. Più è alto il livello di istruzione, infatti, e più tarda a manifestarsi il declino cognitivo...
20/04/2018

Con diagnosi demenza uso farmaci inappropriati aumenta

(ANSA) – ROMA - Troppi farmaci e spesso non necessari se non addirittura inappropriati, vengono prescritti ai pazienti dopo una diagnosi di demenza. E' l'allarme che arriva da uno studio pubblicato...
20/04/2018

Epatite C, in Gazzetta approvato nuovo 'cocktail' farmaci

(ANSA) – ROMA - Dopo la trattativa fra Aifa e Gilead Sciences è pubblicata in Gazzetta Ufficiale la determina che autorizza la rimborsabilità di un nuovo medicinale che combina in una singola...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni