Farmacie, cassa continua per i criminali. Federfarma Napoli lancia l’allarme

13/02/2018 09:19:06
I furti nelle farmacie sono ormai cronaca quotidiana nel napoletano ecco perché Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli, ha lanciato l'allarme sottolineando come a questo fenomeno acuito dalla crisi si sia aggiunta la diffusione delle casse automatiche che ha permesso ai malviventi di cambiare strategia. Sempre di più, infatti, i criminali scelgono l'asportazione della cassa automatica una volta penetrati in farmacia, invece che tentare una più rischiosa rapina. E i casi si stanno moltiplicando nonostante l'esiguo numero degli impianti installati. Alla rapina, già di per sé drammatica, ma quasi sempre caratterizzata da danni economici contenuti, ora si affianca un metodo molto più violento e che oltre al danno economico per la liquidità contenuta in cassa, aggiunge il danno strutturale per la penetrazione in farmacia e per l’asportazione dello strumento.

Da parte di Federfarma Napoli, perciò, oltre a registrare la preoccupazione dei farmacisti, c'è l'invito agli stessi a controllare il perfetto e stabile ancoraggio delle casse automatiche richiedendo alle ditte soluzioni che rendano sicure tali costose installazioni. "Nell’invitare tutti alla massima prudenza in caso di rapina ed alla massima attenzione relativamente alle installazioni delle casse automatiche - si legge in una nota del presidente Michele Di Iorio - Vi comunico che la presente nota sarà inviata al Questore di Napoli ed al Comandante Provinciale dei Carabinieri con una richiesta di intensificazione dei sistemi di pattugliamento delle forze di Polizia, in aggiunta alla vigilanza video rispetto alla quale invito tutti a controllarne periodicamente l’efficienza". L'associazione invita le attività alla massima collaborazione, informando tempestivamente l'associazione stessa in caso di furto o rapina al fine di tener conto della situazione e richiedere interventi specifici a chi di competenza. 

Ultime notizie

22/02/2019

Zone rurali, grandi difficoltà per le farmacie anche in Piemonte. Garrone: il problema della desertificazione sta crescendo

Federfarma Piemonte condivide il provvedimento lanciato dall’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, in cui si propone un patto operativo con amministrazioni comunali e sindacati per garantire la presenza di medici di famiglia e pediatri nei piccoli centri e nelle aree montane, attraverso un contributo aggiuntivo a chi decide di prestare la propria attività in queste zone...
22/02/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 22 febbraio

In questo numero: Zone rurali, grandi difficoltà per le farmacie anche in Piemonte. Garrone: è allarme desertificazione; Credifarma, a Foggia recuperati circa 900 mila euro per gli interessi sul ritardato pagamento Ssn; Innovativi, la fotografia di Cittadinanzattiva. Gaudioso: “Lavorare sulla sburocratizzazione delle norme”; Diabete, l’appello dei medici di medicina generale e dei diabetologi: serve un tavolo di confronto
22/02/2019

Credifarma, a Foggia recuperati circa 900 mila euro per gli interessi sul ritardato pagamento Ssn

L’attività legale promossa da Credifarma a favore dei propri clienti farmacisti continua raccogliendo risultati positivi in Puglia. Dal Tribunale di Foggia, infatti, arriva una nuova e favorevole sentenza a conferma della serietà e professionalità delle azioni di Credifarma...
22/02/2019

Innovativi, la fotografia di Cittadinanzattiva. Gaudioso: “Lavorare sulla sburocratizzazione delle norme”

Quasi un medico su due ha avuto complicazioni nella prescrizione di farmaci innovativi ai cittadini: il loro utilizzo è risultato difficoltoso a causa della non reperibilità nella struttura (il 36%) o a causa delle indicazioni amministrative o delle Commissioni regionali/aziendali sull'accesso ai trattamenti. Questa la fotografia dell'indagine civica di Cittadinanzattiva - Tribunale diritti del malato...
22/02/2019

Diabete, appello di Mmg e diabetologi: permette accesso a terapie a tutti i pazienti. Urge tavolo di confronto

AMD e SID per i diabetologi, FIMMG e SIMG per i medici di famiglia, Diabete Italia e FAND per le associazioni delle persone con diabete insieme, dichiarano che non c'è più tempo...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni