Smaltimento stupefacenti, circolare Federfarma fa chiarezza

13/01/2014 23:26:02
Gli stupefacenti soggetti a obbligo di registrazione possono essere avviati allo smaltimento soltanto dopo che l’Asl ha redatto il verbale di constatazione e affidamento. Nel caso in cui L’Azienda sanitaria – pur contattata – non intervenga, lo smaltimento non può procedere e alla farmacia nulla può essere contestato se viene superato l’anno. E’ uno dei chiarimenti che arrivano dalla circolare diffusa oggi da Federfarma per mettere chiarezza in una materia gravata da interpretazioni discordanti a livello locale: grazie anche alla collaborazione del ministero della Salute, il sindacato titolari ha predisposto un riepilogo sintetico delle norme in materia che dovrebbe sgombrare il campo da ambiguità e incerte letture.
Come si sa, gli stupefacenti non più utilizzabili devono essere avviati entro un anno allo smaltimento. Per i prodotti non soggetti a obbligo di registrazione (tabella II, sezioni D ed E) è possibile ricorrere alla termodistruzione senza ulteriori formalità. Per gli stupefacenti soggetti a obbligo di registrazione (tabella II, sezioni A, B e C) occorre seguire un altro percorso percorso:

1. L’Asl deve:
- redigere il verbale di constatazione e affidamento; finché tale verbalizzazione manca, lo smaltimento non può comunque partire, anche se sono trascorsi 12 mesi dall’inutizzabilità dello stupefacente;
- sigillare in un contenitore, con contrassegni d’ufficio, i prodotti da distruggere;
- affidare il contenitore sigillato al farmacista; questi può scegliere, assieme all’Asl, se affidare la termodistruzione all’Azienda sanitaria stessa oppure a una ditta autorizzata.

2. Al ritiro del contenitore sigillato, il farmacista deve ricevere – dall’Asl o dalla ditta autorizzata – un documento di presa in carico con cui può scaricare il registro. Il documento di presa incarico può essere costituito dal formulario di identificazione dei medicinali con allegato il verbale di affidamento e custodia rilasciato dall’Asl (nota Min. Salute 79088 del 4 novembre 2013).

3. L’Asl o la ditta autorizzata devono concordare con le forze di polizia la data delle operazioni di termodistruzione, la cui verbalizzare spetta alla polizia stessa.

4. Il farmacista deve annotare gli estremi del verbale di distruzione sul registro stupefacenti quale giustificativo finale dell’uscita e inviarne una copia all’Asl. L’invio all’Azienda sanitaria della copia del verbale di distruzione non è necessario nel caso in cui la distruzione sia stata effettuata dall’Asl stessa.

Nello sforzo di dare alla materia la massima chiarezza, la circolare del sindacato ricorda anche che il registro stupefacenti e la relativa documentazione (ricette, buoni acquisto eccetera) devono essere conservati per due anni dall’ultima registrazione; le fatture invece devono essere conservate per 5 anni ai fini fiscali e per 10 anni ai fini civilistici. E’ inoltre possibile utilizzare un registro stupefacenti con un ridotto numero di pagine, purché conforme al modello ministeriale.

Leggi la circolare di Federfarma n.11

Notizie correlate

07/05/2020

Federfarma Napoli e Legambiente: nelle farmacie campane la Campagna informativa sul corretto smaltimento delle mascherine

“Sei un cittadino altruista se usi la mascherina per la tua salute e per quella degli altri. Sei un cittadino responsabile se non abbandoni mascherina e guanti per strada...
07/05/2020

Coronavirus, il ministro Costa ipotizza raccoglitori di mascherine usate davanti alle farmacie

"Il nostro scopo con il tavolo tecnico che stiamo costituendo per la Fase 2 è quello di coinvolgere anche altri operatori: penso all'ordine dei farmacisti per poter utilizzare...
29/01/2020

Medicinali stupefacenti, dal ministero indicazioni sulla gestione di Tiletamina

Il ministero della Salute ha fornito le modalità operative del decreto che ha inserito nella tabella I e nella tabella dei medicinali, sezione A, la sostanza Tiletamina che è presente, in associazione con Zolazepam, nel medicinale veterinario Zoletil. In particolare, il ministero, ricordando che il decreto entra in vigore oggi, 29gennaio, evidenzia che è in corso l’aggiornamento delle etichette da parte del titolare dell’AIC... 
21/01/2020

Aggiornamento tabelle sostanze stupefacenti, il 29 gennaio in vigore tre decreti. Cicconetti: “Importanti novità su farmaco veterinario”

Entreranno in vigore il prossimo 29 gennaio dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale tre...
11/09/2019

Registro di entrata e uscita dei medicinali ad azione stupefacente. Ecco come compilarlo e rimediare agli errori

Come si usa il registro di entrata e uscita dei medicinali ad azione stupefacente? Quali sezioni lo compongono? A chi spetta la compilazione delle pagine di inizio e fine del registro? Per rispondere a queste e ad altre domande Andrea Cicconetti, segretario di Federfarma Roma e delegato di Federfarma al Tavolo di revisione della Farmacopea Ufficiale...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni