Nencioni (Boiron): il Cnb sbaglia, gli omeopatici sono medicinali

13/05/2017 00:12:09
Perché chiamare gli omeopatici “preparati” quando già una direttiva Ue dell’83 li riconosce come medicinali? E’ quanto chiede Silvia Nencioni, presidente e amministratore delegato di Boiron Italia, al Comitato nazionale di bioetica (Cnb), che giovedì aveva pubblicato un documento assai critico nei confronti della medicina dei simili. La proposta del Comitato di disporre perché sulle etichette gli omeopatici siano definiti preparati e non medicinali, è la replica di Nencioni, «non risponde alle esigenze di trasparenza e sicurezza che invece - e su questo siamo d’accordo con il Cnb - anche noi come azienda del settore desideriamo». Lo dimostra il fatto, prosegue la presidente di Boiron, «che da anni chiediamo vengano riportate le indicazioni terapeutiche sul foglietto illustrativo, come già fanno da tempo quasi tutti gli altri Paesi europei».

La posizione del Cnb, peraltro, «non solo non tiene conto delle normative in vigore, ma non è neppure rispettosa dei medici e dei pazienti utilizzatori, delle aziende del settore, ma anche di Aifa, ministero della Salute e Istituto superiore di sanità, che in questo momento stanno alacremente lavorando sui dossier di rinnovo dei medicinali omeopatici, composti da 5 moduli come i modelli destinati ai medicinali». La nota di Nencioni, quindi termina ribadendo che «gli omeopatici sono medicinali e in quanto tali sono efficaci. Non lo dico io ma lo dice l’articolo 1 del d. lgs 219/2006: siamo sul mercato italiano da 40 anni, la sicurezza e l’efficacia non sono in discussione».

Notizie correlate

11/04/2018

Giornata mondiale Omeopatia. Le imprese: vendite in calo

Dopo anni di segno positivo, calano del 7,2% i fatturati delle aziende di medicinali omeopatici, passando da 349 milioni nel 2016 ai 324 del 2017. Un vero e proprio 'tonfo' "non dettato da una disaffezione degli italiani...
21/12/2017

Usa, Fda verso stretta su farmaci omeopatici, norme più severe

L'Fda statunitense, l'ente per la regolamentazione dei farmaci, potrebbe varare a breve una nuova legislazione più severa sui prodotti omeopatici. La proposta di nuovo regolamento, si legge sul sito dell'agenzia, è ora aperta ai commenti per 90 giorni. Il nuovo regolamento non richiederà...
12/05/2017

Comitato bioetica, etichette omeopatici più trasparenti

Più "trasparenza informativa" nelle etichette dei prodotti omeopatici. La chiede il Comitato nazionale di bioetica (Cnb), che oggi ha pubblicato la “Dichiarazione sull'etichettatura dei preparati omeopatici e sulla trasparenza dell'informazione”. Il documento è stato...
10/04/2017

Giornata Omeopatia, ma 2016 anno nero con -5% fatturato

Omeopatia per la prima volta in calo. I dati del 2016 diffusi in occasione della Giornata Mondiale della Medicina Omeopatica che si celebra il 10 aprile, segnano, dopo anni di crescita, un calo del 4,8% del fatturato e del 7,4% dei prodotti venduti. Nell'anno "nero" dell'omeopatia...
17/02/2017

Gorga (Omeoimprese): Milleproroghe occasione mancata, ma non desistiamo

«Se la scadenza del 30 giugno non verrà rinviata di un anno, in Italia rimarranno non più di due-tremila preparati omeopatici, rispetto ai 10-12mila di oggi». Stime tendenti al pessimismo dal presidente di Omeoimprese, Giovanni Gorga, dopo la bocciatura...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni