Ddl Lorenzin: Fofi, Fnomceo e Fnovi chiedono incontro al Ministro

14/11/2017 09:20:57
Gli ordini di farmacisti, medici e veterinari confermano il proprio netto no alla riforma delle professioni sanitarie disegnata dal ddl Lorenzin (ora in attesa dell’ultimo voto, al Senato). E chiedono al ministro della Salute un incontro urgente, nel quale discutere delle disposizioni che la Camera ha introdotto all’articolo 4 stravolgendo il testo uscito in prima lettura da Palazzo Madama. E’ quanto si legge nel comunicato che Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnom), Federazione degli ordini dei farmacisti (Fofi) e Federazione nazionale degli ordini veterinari (Fnovi) hanno sottoscritto congiuntamente al termine del summit organizzato sabato scorso a Roma. «Il testo» recita la nota «non rappresenta lo strumento idoneo al rinnovamento delle professioni. Si tratta, infatti, di un impianto normativo che non affronta il cuore delle questioni, ma interviene su specifici punti del testo del 1946 senza proporre per gli Ordini un ruolo che sia effettivamente nuovo e moderno».

In particolare, continuano i tre ordini, non piace che «la nuova disciplina delle nostre professioni sia rinviata a regolamenti governativi e a un decreto del ministro della Salute», ossia «atti di rango secondario». Il testo, inoltre, «incide negativamente sull’autonomia ordinistica» e introduce «elementi innovativi sotto il profilo amministrativo e formale senza però entrare nel merito dei problemi reali delle professioni». Ma soprattutto, «non si affrontano questioni di sostanziale importanza quali il coordinamento con l’autorità giudiziaria nell’ambito disciplinare» e si consente che «il Codice deontologico, una volta approvato dal Consiglio nazionale, possa poi non essere recepito da alcuni Ordini provinciali, minando l’uniformità dei comportamenti deontologici». In attesa dell’incontro con il Ministero, i tre ordini hanno costituito «un Comitato di coordinamento permanente» aperto alle altre professioni sanitarie.

Ultime notizie

18/12/2018

Ricette incomprensibili, vademecum del ministero viene in soccorso dei farmacisti

Leggere e interpretare la ricetta del medico è spesso complicato per i pazienti e soprattutto per il farmacista che deve dispensare il medicinale. Sigle, dosi, abbreviazioni, addirittura simboli fanno parte del linguaggio da decifrare. E’ per questa ragione che il ministero della Salute ha diramato un documento intitolato "Raccomandazione per la prevenzione degli errori in terapia conseguenti all'uso di abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli"...
18/12/2018

Tg Federfarma Channel - Edizione del 18 dicembre

In questo numero: Un vademecum del ministero mette in guardia da ricette incomprensibili; Sistema Farmacia Italia fa tappa a Verona, riuniti i vertici Federfarma; Torna Farma&Friends, Contarina: “Con edizione natalizia aiuteremo altri bambini in difficoltà”; Dpc Lombarda, Racca: “Accordo quinquennale con Regione mette in sicurezza le farmacie”
18/12/2018

Cosmetovigilanza, dal ministero una nota per monitorare effetti indesiderati gravi

Torna alla ribalta il tema della cosmetovigilanza dopo che il Ministero della Salute, Direzione Generale dei Dispositivi Medici e del Servizio Farmaceutico, ha inviato a Federfarma la nota con cui si rinnovano le informazioni in materia di...
18/12/2018

Sistema Farmacia Italia fa tappa a Verona, riuniti i vertici Federfarma

Sistema Farmacia Italia, sbarca a Verona per coinvolgere, arruolare e convincere di come insieme le farmacie possano rispondere senza timore all'ingresso di quel capitale che, con la legge 124, ha rischiato di mettere in forte difficoltà le farmacie...
18/12/2018

Torna Farma&Friends, Contarina: “Con edizione natalizia aiuteremo altri bambini in difficoltà”

Scambiarsi gli auguri di Natale, ma soprattutto fare beneficenza e aiutare i bambini meno fortunati per stare un po’ meglio. E’ con questo duplice e nobile obiettivo che si terrà...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni