Riabilitazione del cuore dopo infarto, un aiuto dal Tai Chi

16/10/2017 15:31:12
Dopo un infarto il 60% dei pazienti rifiuta la riabilitazione per il cuore, ma dal Tai Chi può arrivare un aiuto. I movimenti lenti e gentili di questa disciplina la rendono promettente come alternativa di esercizio. E' quanto emerge da una ricerca guidata dalla Warren Alpert School of Medicine della Brown University, pubblicata sul Journal of the American Heart Association. Gli studiosi hanno preso in esame 29 persone con problemi cardiaci non attive fisicamente (otto donne e ventuno uomini, di un'età media di 67 anni). Sebbene la maggioranza avesse sperimentato un infarto o una procedura di sblocco di un'arteria bloccata avevano tutti rifiutato la riabilitazione cardiaca e continuavano ad avere molti comportamenti a rischio, come fumo o colesterolo alto. Sono stati sperimentati due programmi di Tai Chi, uno più corto e uno dalla durata più lunga. Dai risultati è emerso che questa disciplina era sicura e senza effetti collaterali particolari, risultava gradita ai partecipanti (il 100 per cento l'avrebbe raccomandata a un amico) e in coloro che avevano seguito il programma nella versione più lunga portava anche un aumento dell'attività fisica settimanale da moderata a vigorosa. «Da solo il Tai Chi non sostituirà ovviamente altri componenti della riabilitazione cardiaca tradizionale, come l'informazione sui fattori di rischio, la dieta e l'aderenza alla terapia - evidenzia Elena Salmoirago-Blotcher, autrice principale della ricerca - se si dimostrerà efficace in studi più ampi, potrebbe essere possibile offrirlo come opzione di esercizio all'interno di un centro di riabilitazione come soluzione ponte verso un esercizio più faticoso». (ANSA)

Notizie correlate

09/04/2019

Rovigo, un successo la ‘Camminata del cuore’. Pietropoli: “Attenti alla prevenzione di genere”

Ha attraversato le strade di Rovigo, la scorsa domenica 7 aprile, la “Camminata del cuore” manifestazione sviluppata nell’ambito del progetto “Si parla di cuore” dal Soroptimist International Club di Rovigo in collaborazione con l’associazione Amici del cuore. “Abbiamo voluto sostenere questo progetto - ha spiegato Claudia Pietropoli...
10/07/2018

Donne e cuore, la prevenzione passa dalla farmacia. Petrosillo: “Siamo professionisti chiave nella gestione della cronicità”

Oltre 9.800 km percorsi in 120 giorni, 31 tappe in 15 regioni per sensibilizzare le donne italiane sui fattori di rischio che rendono le malattie del cuore il loro killer numero 1...
01/06/2018

Monitoraggio cardiovascolare, Federfarma Catanzaro presenta il progetto

Presentato ieri il nuovo progetto di monitoraggio cardiologico e lotta alle malattie cardiovascolari di Federfarma Catanzaro. In concreto, l’iniziativa della durata complessiva di tre anni, sviluppata grazie al supporto incondizionato...
26/04/2018

“Abbasso la pressione”, partite le iscrizioni per la Campagna di screening. Già 700 le farmacie che hanno aderito

Sono circa 700 le farmacie che, in un solo giorno, si sono iscritte a partecipare alla nuova Campagna Nazionale di Screening promossa da Federfarma, in collaborazione con la Siia, dal titolo “Abbasso la pressione”...
09/03/2018

Federfarma Rovigo presenta l’iniziativa “Fai il tagliando al cuore”

Si chiama “Fai il tagliando al tuo cuore”, ed è l’iniziativa che Federfarma Rovigo intende ora proporre alla popolazione polesana a completamento del progetto che ha visto il posizionamento di 56 defibrillatori telecontrollati dalla Centrale Operativa del 118...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni