DocMorris pronta ad aprire tele-dispensari nei piccoli paesi

13/09/2017 08:00:32
DocMorris è pronta ad aprire in Germania altri dispensari automatizzati nei piccoli paesi che non sono più serviti dalle farmacie tradizionali. Prima, però, attenderà l’esito dei due contenziosi che gravano sul “tele-sportello” di Hüffenhardt, il comune del Baden-Württemberg dove la catena olandese – controllata dal distributore svizzero Zür Rose – aveva aperto ad aprile il primo di tali dispensari: un distributore automatizzato con scanner ottico legge le ricette e dispensa i farmaci (stoccati nel magazzino del punto vendita) e se l’assistito ha bisogno di consigli un monitor tv lo collega alla centrale olandese dell’insegna, dove un farmacista risponde alle sue domande. «Vogliamo garantire l’accesso al farmaco a tutti gli abitanti delle zone rurali» ha dichiarato a un’agenzia di stampa tedesca l’amministratore delegato del gruppo elvetico, Walter Oberhänsli «soprattutto in quei piccoli paesi dove le farmacie in calce e mattoni chiudono».

Sui piani di DocMorris, però, pesa l’incognita delle due cause ancora in itinere. Innanzitutto, ricorda in un articolo la rivista specializzata Daz.online, c’è il ricorso dell’associazione titolari del Baden-Württemberg davanti al tribunale di prima istanza di Mosbach: i giudici avevano disposto in via cautelativa la chiusura del “tele-sportello” di Hüffenhardt, ma per novembre dovrebbe arrivare la sentenza di merito. Poi c’è la causa davanti al tribunale amministrativo di Karlsruhe, in questo caso avviata dalla catena olandese per opporsi alla revoca dell’autorizzazione decretata dall’amministrazione sanitaria regionale: una data per il giudizio di merito ancora non è stata fissata, ma la speranza di DocMorris è che non ci sia da aspettare a lungo. E se l’esito dovesse essere favorevole, il gruppo lancerà la sua campagna di nuove aperture. (AS)

Ultime notizie

21/11/2017

Toscana, farmacie reclutate per campagna contro le antibioticoresistenze

Passa anche dalle 1.200 farmacie private e pubbliche della Toscana la campagna contro l’antibiotico-resistenza che la Regione ha lanciato dal 18 novembre scorso, in concomitanza con la Giornata mondiale degli antibiotici. La partecipazione avverrà...
21/11/2017

Avellino, diffida di Federfarma per la banca che addebita i costi delle dcr

La Banca popolare di Bari smetta di far pagare alle farmacie il costo dei bonifici effettuati su mandato dell’Asl per rimborsare le distinte contabili. In caso contrario, Federfarma ricorrerà in giudizio per recuperare le somme indebitamente percepite...
21/11/2017

Sifo, giovedì a Roma apre il 38° Congresso nazionale

Di fronte a una sanità che sta profondamente cambiando il mondo delle cure, il farmacista ospedaliero si interroga sul futuro del proprio ruolo e della distribuzione farmaceutica. E’ il filo conduttore del 38esimo Congresso della Sifo, in programma a Roma dal 23...
21/11/2017

Ema, vince Amsterdam. Cossolo: grazie comunque a Ministro e politica

Un sorteggio cinico e baro toglie l’Agenzia europea del farmaco a Milano e la consegna ad Amsterdam. Togliere è il verbo giusto, perché nella votazione con cui ieri, a Bruxelles, il Consiglio europeo per gli affari generali ha designato la sede che dal 2019 ospiterà l’Ema, il capoluogo lombardo è rimasto in testa per tutta la partita. Al primo turno, dove a gareggiare erano 15 città e ciascuno...
20/11/2017

Anche attività semplici come pulizie possono allungare vita

Qualsiasi attività, anche leggera, fa bene a una certa età. Mantenersi energici, anche con piccole faccende in casa come lavare i piatti, pulire le finestre o piegare il bucato per 30 minuti al giorno, può allungare la vita riducendo il rischio di mortalità del 12%, mentre (per chi ci riesce) un'attività da...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni