Payback 2013, bocciato dal Tar Lazio anche il ripiano della territoriale

24/07/2015 00:30:44
Piove un’altra bocciatura del Tar Lazio sul ripiano della spesa farmaceutica 2013. La prima, risalente al 25 marzo, faceva seguito al ricorso presentato da un’azienda produttrice e invalidava il payback dello sforamento registrato dalla spesa ospedaliera (a carico per il 50% delle industria produttrici). La seconda bocciatura, di gran lunga più interessante per le farmacie, risale invece a martedì scorso e invalida la determina dell’Aifa datata 30 ottobre 2014, che dettava le modalità per il ripiano della spesa territoriale dell’anno precedente da parte di grossisti e titolari (sconto Ssn aumentato dello 0,74% per sei mesi, poi da maggio ulteriore sconto dello 0,64% senza limite di tempo).

Il provvedimento dell’Agenzia del farmaco era stato impugnato a novembre dai distributori di Adf e da otto imprese associate, per vizi formali ed errori nei «calcoli con cui si è giunti a stabilire lo sfondamento del tetto 2013». Al Tar sono bastate le carenze di forma, due in particolare. Per quanto concerne lo sconto semestrale dello 0,74%, pesa la mancata partecipazione dei grossisti al procedimento da cui è scaturita la determina di ottobre, procedimento nel quale l’Aifa aveva coinvolto soltanto le aziende produttrici; l’esclusione, osservano i giudici, «non risulta in alcun modo giustificata» dato che «avevano un concreto e personale interesse a intervenire al fine di far valere le proprie ragioni in ordine alla corretta quantificazione dei dati».

Per quanto concerne lo sconto fisso dello 0,64%, invece, il vizio risiede nella determina Aifa del 2007 dal quale originariamente deriva: la trattenuta, infatti, era stata introdotta in via temporanea per recuperare il payback delle aziende produttrici che avevano preferito il rimborso cash ai tagli di prezzo. A parere dei giudici, però, «non trova una base normativa legittimante né risulta razionalmente giustificata» la decisione dell’Aifa di «ripristinare con effetti permanenti» un sconto originariamente previsto «come una misura temporanea».

Il Tar, di conseguenza, ha disposto l’annullamento della determina del 30 ottobre che in tal modo dovrebbe cessare di avere effetto anche nei confronti delle farmacie. Sul provvedimento, in ogni caso, pende ancora un ricorso presentato da Federfarma. (AS)

Notizie correlate

11/02/2020

Procedura di pay-back 5%, pubblicata in Gu la determina Aifa con criteri di applicazione per il 2019

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Determina AIFA in tema di “Procedura di pay-back 5% – Anno 2019” con la quale vengono definiti i criteri di applicazione del pay-back per l’anno 2019, ossia la possibilità per le aziende produttrici di versare direttamente alle Regioni un contributo economico in sostituzione della riduzione dei prezzi del 5%...
11/10/2019

Payback farmaceutico, via libera al decreto dalle Regioni. Bonaccini: ripartiti più di 1650 milioni

“Finalmente arriva il via libera al decreto con il quale vengono ripartite tra le Regioni le risorse versate dalle aziende farmaceutiche per il ripiano dello sfondamento della spesa...
10/07/2019

Farmaci: sale la spesa 2019. Payback di 1,2 mld per l'industria

La spesa farmaceutica per acquisti diretti nel 2019 oltrepasserà nuovamente il tetto programmato per legge con un disavanzo di circa 2,4 miliardi rispetto ai 2,1 miliardi di euro dell'anno scorso. E’ quanto emerge da un’analisi di Iqvia, provider globale di informazioni e dati in ambito sanitario che ricorda come "le aziende farmaceutiche siano nuovamente chiamate a ripianare il...
21/06/2019

Stop a carenza farmaci e scadenza payback farmaceutico. Le novità nel Dl Calabria appena approvato

Il Senato ha approvato in via definitiva, con 137 voti favorevoli e 103 contrari, il decreto Calabria, già licenziato dalla Camera lo scorso 31 maggio. Il testo contiene misure...
30/05/2019

Pay back farmaceutico alle Regioni, si conclude l’iter. Scaccabarozzi: “Passaggio molto importante”

Il pagamento da parte delle aziende farmaceutiche dei 2,4 miliardi di euro relativi al pay back degli anni 2013-2017 "è stato un passaggio molto importante per tutta l'industria...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni