Convenzione, Federfarma al Mise per rimettere in moto l’iter

09/09/2015 00:11:21
La prossima Legge di stabilità, quella per il 2016, e i Collegati che tradizionalmente l’accompagnano potrebbero accogliere quei ritocchi “formali” al d.lgs 153/2009 sulla farmacia dei servizi che le Regioni considerano imprescindibili per aprire la trattativa sulla nuova Convenzione. E’ la proposta che Federfarma ha avanzato al ministero dello Sviluppo economico in un incontro organizzato lunedì nella sede del dicastero, con l’obiettivo di rimettere in moto in tempi accettabili l’iter del contratto nazionale.

Come noto, lo scoglio che frena l’apertura del tavolo negoziale tra Sisac e sindacati delle farmacie è quello della legge sui servizi: il decreto legislativo varato nel 2009 dall’allora ministro Fazio impone alle Regioni di finanziare la remunerazione delle farmacie con i risparmi che questi stessi servizi garantiranno alla spesa sanitaria. Per alcuni governatori, tuttavia, la norma è impraticabile perché le economie non sono preventivabili, quindi serve una modifica alla legge. Tra primavera ed estate si era provato “aggirare” l’ostacolo con un emendamento che avrebbe dovuto trovare posto nella manovra sul Fondo sanitario (approdata a luglio nel decreto Enti locali), ma per incoerenza della materia l’operazione è saltata.

L’incontro con il Mise è frutto dell’ultima riunione del tavolo sulla farmaceutica, risalente al 9 luglio: in quell’occasione, infatti, i rappresentanti del Ministero avevano invitato le sigle partecipanti a farsi avanti con proposte e suggerimenti normativi di stretto interesse per la filiera farmaceutica. Per la stessa ragione, Federfarma ha anche chiesto di valutare, sempre in un eventuale Collegato, l’adozione di incentivi o agevolazioni fiscali a favore delle piccole farmacie, in modo che possano organizzarsi per erogare i nuovi servizi. (AS)

Ultime notizie

23/09/2020

Campagna vaccinale contro l'influenza: necessario un incontro su ruolo farmacisti e farmacie

FOFI, Federfarma e Assofarm esprimono perplessità per il fatto che, nell’ambito dell’esame alla Camera dei Deputati delle mozioni sugli obblighi vaccinali, non sia stata colta l’occasione per riconoscere il ruolo della farmacia come presidio sanitario sul territorio, dove poter somministrare il vaccino antinfluenzale, al fine di assicurare un’adeguata tutela della salute ai cittadini...
23/09/2020

Nutraceutici, in etichetta solo indicazioni certificate

Che la materia dei prodotti nutraceutici sia complessa e densa di difficoltà interpretative è noto da tempo.  Così come è ugualmente noto che spesso si ricorre all’attività interpretativa della Corte di Giustizia per cercare di venirne a...
23/09/2020

Nas, cambio al vertice. Paolo Carra subentra a Lusi. Gli auguri di buon lavoro di Federfarma

Cambio ai vertici dei Carabinieri per la tutela della salute. “Il generale di corpo d'armata Adelmo Lusi, al vertice della Specialità dal giugno 2017, è stato sostituito dal generale di divisione Paolo Carra, che assume il nuovo incarico...
23/09/2020

Motore Sanità, Tobia: “Vaccinazioni in farmacia? L’Europa ce lo chiede e dobbiamo dire sì”

“La rete delle 19mila farmacie italiane, sportello sul territorio al servizio dei cittadini”. A ribadirlo, durante il webinar “Prevenzione e Vaccini” organizzato da Officina Motore Sanità, è il segretario di Federfarma Roberto Tobia. Il tema è quello dell’implementazione della vaccinazione antinfluenzale e delle possibili...
23/09/2020

Tg Federfarma Channel – Edizione del 24 settembre

In questo numero: Campagna vaccinale contro l’influenza. Fofi, Federfarma e Assofarm: “Necessario un incontro su ruolo farmacisti e farmacie”; Vaccini in farmacia, Tobia: “L’Europa ce lo chiede e dobbiamo dire sì”; Nas, Paolo Carra subentra ad Adelmo Lusi. Gli auguri di buon lavoro di Federfarma; Nutraceutici, in etichetta solo indicazioni certificate



Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni