Contraffazione, Di Giorgio (Aifa): a primavera campagna di educazione

19/02/2016 00:34:48
Cambia nome, da Impact Italia a Task force nazionale antifalsificazioni, il gruppo di lavoro che dal 2007 coordina gli interventi di uffici e forze pubbliche per la lotta al contrabbando e alla contraffazione dei farmaci. Il battesimo è stato ufficializzato la settimana scorsa in una riunione all’Aifa, presenti non solo le istituzioni che partecipano alla Task force (Agenzia del farmaco, ministeri del Lavoro e della Salute, Istituto superiore di Sanità, Nas, Agenzia delle dogane) ma anche le sigle della filiera farmaceutica (tra le quali Federfarma, rappresentata dalla presidente nazionale, Annarosa Racca) e le associazioni dei cittadini. Con le quali, ed è forse questa la vera notizia, il gruppo di lavoro intende avviare una collaborazione non più saltuaria ma continuativa. Lo spiega a Filodiretto Domenico Di Giorgio, direttore dell’Ufficio qualità dei prodotti e contraffazione dell’Aifa.

Direttore, che cosa cambia con la riorganizzazione?
Innanzitutto, vengono sistematizzate le attività che già venivano condotte sotto l’egida di Impact Italia: ispezioni e verifiche sulle buone pratiche, tracciatura dei farmaci, cooperazione con i vari enti coinvolti nella vigilanza. Dall’altro, vogliamo approfittare dell’occasione per stabilizzare la collaborazione che già avevamo con la filiera farmaceutica e le organizzazioni dei cittadini. Finora si trattava di contatti motivati dalla contingenza, ora vogliamo avviare una vera e propria sinergia tra pubblico e privato soprattutto in chiave prevenzione.

E cioè?
In Italia, falsificazione e contrabbando dei farmaci prosperano quasi esclusivamente grazie ai cosiddetti canali illegali: web, sexy-shop, beauty center, palestre. E’ evidente però che c’è un mercato perché c’è una domanda, che si può contrastare soltanto insistendo sui pericoli connessi all’acquisto illegale di medicinali e prodotti salutistici. In altre parole, è fondamentale puntare su informazione ed educazione, anche perché le indagini condotte in questi anni da Fakeshare (il progetto europeo di cooperazione e intelligence per il contrasto al contrabbando online, ndr) dicono che la maggior parte degli acquirenti è consapevole del fatto che sta commettendo un’illegalità, ma accetta il rischio sottovalutandone i pericoli.

E il canale tradizionale delle farmacie?
A parte qualche eccezione fisiologica, come l’episodio di cronaca campana di un paio di giorni fa, la farmacia si è dimostrata un circuito praticamente impenetrabile per i contrabbandieri, grazie innanzitutto ai controlli e al sistema di tracciabilità del farmaco.

Parliamo di carenze nella filiera…
Non è tema istituzionale della Task force, ma l’attività di vigilanza che conduciamo ci ha consentito di maturare una buona esperienza sul tema. Oggi, grazie anche alle indagini avviate sul territorio dai Nas per contrastare le cattive pratiche distributive, il fenomeno si è considerevolmente ridotto di dimensioni. Resta una sovraesposizione da distorsione mediatica, soprattutto a livello locale, ma possiamo dire che ormai le carenze vere, quelle registrate e monitorate dall’Aifa, riguardano una trentina di prodotti.

Torniamo al problema dell’informazione. Come pensate di coinvolgere operatori e cittadini?
A primavera partiremo con una campagna nazionale di prevenzione sotto l’egida di Fakeshare. Vorremmo integrare nella comunicazione i loghi delle associazioni coinvolte, ma vorremmo da loro anche contributi originali: una campagna integrata e sostenuta da iniziative delle farmacie e delle associazioni dei cittadini moltiplicherebbe i contatti e l’efficacia dei messaggi. (AS)

Ultime notizie

21/09/2020

Influenza, Speranza: “Al lavoro per aumentare dosi vaccino in farmacia”

"Con le farmacie stiamo lavorando in queste ore nella direzione giusta per aumentare il numero dei vaccini disponibili nei loro esercizi". Così il ministro della Salute Roberto Speranza in un’intervista a Qn conferma l’impegno di queste ore per giungere al più presto a una conclusione positiva della vicenda sulla disponibilità dei vaccini antinfluenzali nelle farmacie di comunità...
21/09/2020

Motore sanità, Tobia: “Farmacie in prima linea in tutte le fasi dell’emergenza sanitaria”

“Tengo a sottolineare l’impegno garantito dalle farmacie nelle varie fasi dell’emergenza sanitaria. Le farmacie sono state tra i pochi esercizi rimasti sempre aperti fin dalle prime fasi dell’emergenza sanitaria, ampliando anche gli orari di apertura e impegnandosi a supportare cittadini disorientati e spaventati dalle notizie allarmanti via via diffuse...
21/09/2020

Influenza, Aifa: “Alta copertura con 17 mln di dosi di vaccino”

"Con oltre 17 milioni di dosi disponibili, la copertura vaccinale contro l'influenza risponde ampiamente al fabbisogno della popolazione italiana, rispettando le nuove raccomandazioni del ministero della Salute. Un dato rassicurante, considerato che nel 2019, sono state distribuite 12,5 milioni di dosi coprendo il 53-54% della popolazione...
21/09/2020

Distribuzione intermedia, Alessandro Morra confermato presidente Adf

Nominati i nuovi vertici dell'Associazione dei distributori intermedi del farmaco (Adf) per il triennio 2020-2023. L'assemblea dell'associazione ha confermato, all'unanimità, Alessandro Morra alla presidenza. Confermati anche i tre vicepresidenti: Alessandro Albertini, Ornella Barra, Luca Sabelli. Morra, ingegnere, Cavaliere del Lavoro, fondatore e presidente della So.Farma.Morra Spa, è presidente Adf da maggio 2019...
21/09/2020

Vaccino Covid, è incognita sui tempi. 'No alle scommesse'

"Come Unione Europea stiamo chiudendo un pacchetto 6+1, quello di AstraZeneca, che coinvolge nella produzione anche l'Italia, è uno dei sei ed è in fase più avanzata. Il contratto prevede, se la sperimentazione andrà bene, che le prime dosi possano arrivare...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni