Isernia, tornano i furti di farmaci negli ospedali senza sorveglianza

27/07/2016 00:42:06
Dopo una pausa che aveva fatto ben sperare forze dell’ordine e Aifa, ricominciano i furti di farmaci in Asl e ospedali. L’ultimo è stato commesso tra sabato e domenica scorsa al Veneziale di Isernia, già preso di mira dai banditi nel 2013. Dalla farmacia dell’ospedale, riporta la stampa locale, sarebbero stati prelevati farmaci oncologici, epo e medicinali per il trattamento di sclerosi multipla ed epatite C del valore di oltre 240mila euro. A giudicare dai rilievi della polizia, i malviventi sarebbero entrati nella farmacia da un ingresso posteriore, utilizzando un attrezzo chiamato in gergo “chiave bulgara” perché sulla porta non sono stati individuati segni di effrazione.

L’ipotesi degli inquirenti è che anche in questo caso si tratti di un furto su commissione. L’alto costo dei medicinali trafugati, infatti, induce a ritenere che l’obiettivo del colpo sia quello di ridistribuire la refurtiva sul mercato “parallelo” italiano oppure internazionale. Resta invece incomprensibile il motivo per cui al Veneziale, nonostante il precedente di tre anni fa, non siano stati adottati sistemi sofisticati di allarme per prevenire nuove razzie. Al Cardarelli di Campobasso, a una cinquantina di chilometri di Isernia, i furti registrati nell’ultimo biennio sono una mezza decina. (AS)

Notizie correlate

28/05/2019

Rapine in farmacia, numeri in calo. Contarina: “Confermo il trend, ma non sottovalutiamo i furti notturni”

Il trend delle rapine in farmacia degli ultimi 9 anni evidenzia un generalizzato calo dei reati. Tuttavia, il decremento non è stato costante: dopo una iniziale crescita del fenomeno...
09/05/2019

Ricette e timbri rubati, a Trieste convenzione Ordine-Prefettura tutela i cittadini da rischio contraffazione

In seguito ad alcune segnalazioni sull’utilizzo di ricettari e timbri oggetto di furti, l’Ordine dei farmacisti di Trieste ha fatto sapere che i farmacisti triestini si sono sempre dimostrati attenti al tema delle ricette fraudolente e l’Ordine si è ufficialmente attivato sull'argomento interagendo con le forze dell'Ordine e i loro più alti vertici territoriali, sottoscrivendo un protocollo d'intesa con l'ex Prefetto di Trieste Annapaola Porzio...
08/04/2019

Formazione, Sifo e Associazione europea dei farmacisti ospedalieri tracciano strategie comuni

Discutere su come poter lavorare insieme per l’adozione di un quadro di conoscenze comune per la formazione del Farmacista ospedaliero (Common Training Framework-CTF) e per il mutuo riconoscimento, tra le nazioni, delle scuole di specializzazione in Farmacia Ospedaliera con la possibilità per gli specializzandi di svolgere esperienze di formazione internazionali in contesti europei...
05/12/2018

Rapine e furti in farmacia, denunce in calo nel 2017. Nel 2018, però, segnali preoccupanti

Nel 2017 calano le denunce di rapine in farmacie rispetto al 2016 ma, purtroppo, i dati preliminari di quest’anno indicano una decisa inversione di tendenza. Sono questi i dati...
29/08/2018

Dall’Italia alla Germania, il business delle mafie sui farmaci rubati

Rubano farmaci in Italia, soprattutto costosi e redditizi oncologici, per poi rivenderli in altri Paesi dell’Ue. È l’affare miliardario delle mafie, alimentato da azioni su commissione più o meno spettacolari, come l’assalto armato a un tir sull’A16 dello scorso 4 luglio...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni