Celiachia, in Lazio e Lombardia acquisti possibili in tutta la regione

13/06/2017 00:03:26
Semplificazioni in arrivo per i celiaci laziali e lombardi, che potranno acquistare i loro alimenti gluten free in tutta il territorio regionale (anziché nel solo territorio dell’Asl di residenza) grazie alla piattaforma sviluppata da Regione Lombardia e alla versione “2.0” della Tessera sanitaria nazionale. Ad annunciare la novità, con due comunicati diffuso a qualche ora di distanza uno dall’altro, l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. «Il progetto» ha spiegato Gallera «si chiama Nuova celiachia e permette di utilizzare la Carta nazionale dei servizi (Ts-Cns, la versione evoluta della Tessera sanitaria, ndr) per acquistare su tutto il territorio regionale i prodotti per celiaci rimborsati dal Servizio sanitario». Nel caso della Lombardia, in particolare, il sistema collega 2.800 farmacie, 196 negozi specializzati e 654 punti di vendita della Grande distribuzione organizzata. L'accesso al servizio, in sintesi, avviene dal Pos del punto vendita: l’assistito non deve fare altro che utilizzare la propria Tessera sanitaria e digitare il Pin ricevuto dall’Asl al momento dell'attivazione del Piano terapeutico.

Al progetto hanno già aderito Veneto, Toscana e Lazio, che si appoggeranno alla piattaforma attraverso la modalità Riuso Asp (Application service provider). La più veloce a muoversi l’amministrazione laziale, che venerdì ha varato il decreto per estendere la piattaforma ai celiaci della regione. «Con l'adesione a questo network» ha spiegato il governatore, Nicola Zingaretti «il sistema di pagamento sarà simile alle quotidiane modalità di pagamento alla cassa, con la possibilità però di utilizzare come “borsellino elettronico” la Tessera sanitaria, nella funzione di Carta nazionale dei servizi. Il sistema prevede infatti la completa dematerializzazione dei processi amministrativi e permette di utilizzare il budget mensile per l'acquisto dei prodotti negli esercizi commerciali autorizzati, quali farmacie e negozi, anche all'interno delle regioni facenti parte del network e che utilizzano la stessa piattaforma». Il nuovo servizio sarà in funzione entro la fine dell'anno, una volta approvato il finanziamento con Fondi europei da parte dell'Agenzia per la coesione territoriale.

Notizie correlate

23/01/2019

Celiaci, torna valido il vecchio Registro fino a giudizio di merito del Tar

Federfarma ha fatto sapere che torna valido l’elenco dei prodotti gluten free, erogabili in regime di rimborso, in vigore fino al 24 ottobre scorso. A dare indicazioni è il ...
09/11/2018

Prodotti per celiaci, Veneto e Puglia prorogano lo smaltimento per le giacenze

Federfarma fa sapere che sull’aggiornamento del Registro dei prodotti erogabili ai celiaci, la Regione Veneto e la Regione Puglia hanno disposto che al fine di consentire...
22/10/2018

Buoni per celiaci, l’assessore Viale annuncia la dematerializzazione in Liguria

Stiamo lavorando alla dematerializzazione dei buoni per l’acquisto dei prodotti per celiaci che sostituiranno quelli cartacei e permetteranno, grazie a un accordo con la Regione...
03/09/2018

Alimenti senza glutine, Grillo: "Verifica su nuovi tetti di spesa"

Potrebbero essere modificate le nuove regole sull’assistenza sanitaria integrativa per l’alimentazione dei celiaci, che ritoccano i tetti di spesa per gli alimenti senza glutine erogabili gratuitamente. Lo ha annunciato il ministro della Salute Giulia Grillo...
30/08/2018

Alimenti per celiaci, in Gazzetta nuovi limiti di spesa per l’erogazione gratuita

Via alla revisione dell’assistenza sanitaria integrativa per l’alimentazione dei celiaci, circa 200 mila persone in tutta Italia. Dopo aver incassato lo scorso 10 maggio il parere positivo...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni