Renzo: Ministero ci dà ragione, Legge concorrenza fatta male

19/10/2017 11:00:33
Dentisti in subbuglio alla notizia che il ministero della Salute chiederà al Consiglio di Stato chiarimenti dettagliati per l’applicazione applicative della Legge sulla concorrenza, in particolare a proposito di nuove titolarità e incompatibilità. Lo aveva annunciato lunedì il Capo di gabinetto del dicastero, Giuseppe Chiné, nel corso del seminario organizzato dalla Fofi per fare il quadro sulle disposizioni introdotte dalla 124/2017. E ieri il presidente della Commissione albo odontoiatri (Cao) della Fnomceo, Giuseppe Renzo, ha accolto con soddisfazione l’iniziativa. Finalmente, ha commentato in un’intervista a Quotidiano Sanità, «anche il ministero della Salute ammette quello che noi ripetiamo da tempo: la Legge sulla Concorrenza è fatta male ed è stata approvata frettolosamente dopo essere rimasta ferma in Parlamento per un paio di anni. C’è il serio rischio che ne scaturiscano un lungo contenzioso e seri dubbi procedurali».

Ora però, continua Renzo, il danno è stato fatto: «E adesso» è quindi la domanda «chi tutelerà il diritto alla salute dei cittadini? Questa legge, infatti, non risponde alle logiche etiche della professione e non siamo sicuri che l’articolo 32 della Costituzione possa ancora bastare». Ogni giorno, continua il presidente della Cao, «riceviamo lettere di pazienti che si lamentano per i danni subiti da cliniche e strutture di dubbia professionalità e chiedono aiuto all’Ordine. Ebbene, dobbiamo dirlo: sulle società di capitali l’Ordine non ha né avrà alcun potere, perché non la legge non le obbliga a essere iscritte agli Albi». Nel corso dell’iter parlamentare, ricorda Renzo, «i senatori Andrea Mandelli e Luigi d’Ambrosio Lettieri avevano proposto l’istituzione di una sezione speciale dell’Albo (in cui registrare le società di capitale, ndr), ma i loro emendamenti sono stati respinti». (AS)

Notizie correlate

03/04/2019

Legge Concorrenza, Federfarma: “Report racconta i rischi dell’ingresso del capitale”

Il rischio di deriva commerciale al quale è esposta la farmacia con l’ingresso del capitale nella proprietà consentito dalla legge 124 del 2017, più volte denunciato da Federfarma, è stato ben illustrato...
18/06/2018

Assemblea annuale Adf, legge Concorrenza e distribuzione diretta al centro dei temi trattati

Si è tenuta giovedì a Roma la 31esima assemblea annuale Adf, - aderente a Confcommercio e al Girp (European Healthcare Distribution Association) - riunisce 33 aziende...
13/02/2018

Gasparri (Forza Italia): “Legge concorrenza, se al governo proveremo a riavvolgere il nastro”

Il vicepresidente del Senato e candidato nelle liste di Forza Italia, Maurizio Gasparri, ospite della trasmissione “Il caffè di Federfarma”, ha ribadito la sua contrarietà...
11/01/2018

Ddl concorrenza, Federfarma invia la circolare che chiarisce la posizione del Cds

Una lettura analitica delle norme della legge 124/17, finalizzata a fornire agli associati il botta e risposta tra il ministero della Salute e il Consiglio di Stato su 5 punti fondamentali...
09/01/2018

Capitali e concorrenza, il Cds risponde ai quesiti del ministero

Nell’adunanza della Commissione Speciale del 22 dicembre 2017, Il Consiglio di Stato, ha espresso un parere su richiesta del ministero della Salute, in merito all’interpretazione della legge 4 agosto 2017, n. 124, recante "Legge annuale per il mercato e...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni