In inverno si tende a ingrassare, colpa del poco sole

12/01/2018 20:11:23
Potrebbero essere le fredde e uggiose giornate invernali la causa del fatto che proprio in questa stagione si tende ad aumentare di peso. Quando esposte alla luce emessa dal sole (una luce blu) le cellule di grasso che si trovano sotto la pelle si restringono, si contraggono. In altri termini, accumulare grasso per l'organismo è più difficile. Capovolgendo il ragionamento, l'insufficiente esposizione al sole (un fenomeno che in alcuni Paesi è più marcato) può invece promuovere l'accumulo lipidico e portare a un aumento di peso. Emerge da uno studio dell'Università di Alberta, in Canada, pubblicato su Scientific Reports. La scoperta è stata una casualità fortuita: mentre studiavano come ingegnerizzare le cellule adipose per indurle a produrre insulina, un modo per contrastare il diabete 1, gli studiosi hanno scoperto che sono sensibili alla luce solare. «Quando le lunghezze d'onda della luce blu del sole - quella che possiamo vedere con gli occhi - penetrano nella pelle e raggiungono le cellule grasse appena sotto, le goccioline lipidiche si riducono di dimensioni e vengono rilasciate dalla cellula stessa. In altre parole, le nostre cellule non immagazzinano tanto grasso», spiega Peter Light, autore senior dello studio. La scoperta potrebbe aprire nuove strade per futuri trattamenti farmacologici o basati sulla luce per l'obesità e il diabete. Si potrebbero inoltre capire meglio alcuni processi: ad esempio esempio la luce potrebbe influenzare le cellule adipose  che produciamo da piccoli e ci portiamo dietro. Infine, sulla base dei risultati si può pensare alle cellule di grasso che accumuliamo sotto pelle come a un orologio biologico 'periferico', attivato dalla luce del sole. Tramite lo stimolo luminoso si può influenzare la quantità di grassi da accumulare o bruciare in relazione alla stagione. (ANSA)

Notizie correlate

26/04/2019

Obesità infantile, le farmacie umbre scendono in campo per contrastarla

Per favorire il contrasto all’obesità infantile, problema sempre più spinoso a livello planetario, in Umbria, le farmacie regionali aderenti scendono in campo con il progetto...
10/01/2018

Sedentari e tendenti all’obesità, le abitudini degli italiani fotografate dal sistema ‘Passi’

La diminuzione del reddito per le famiglie e l’abbassamento del livello di istruzione concorrono all’aumento di vizi e cattive abitudini degli italiani. E’ quanto rileva...
22/11/2017

Cannella, "la spezia del Natale", arma contro l'obesità

Una delle spezie più amate e utilizzate nel periodo natalizio, la cannella, potrebbe essere un'arma contro l'obesità. L'aldeide cinnamica, olio essenziale che conferisce alla cannella il suo sapore, migliora infatti la salute metabolica, agendo direttamente sulle cellule di grasso, o adipociti, inducendoli a...
04/10/2017

Obesità e sovrappeso favoriscono 13 tipi di tumore

Almeno tredici tipi di tumore sono favoriti dall'obesità, che gioca un ruolo nel 40% delle diagnosi fatte negli Usa. Lo afferma un rapporto che il Cdc statunitense ha pubblicato sul proprio bollettino settimanale, che sottolinea come perdere peso diminuisca il rischio. La 'lista' elaborata dal rapporto...
28/09/2017

Ecco i neuroni che spengono la fame, rispondono a certi cibi

Scoperti i neuroni che controllano in maniera diretta l'appetito: si chiamano "taniciti" e producono senso di sazietà quando avvertono la presenza di specifiche molecole (gli amminoacidi), in particolare due di esse (arginina e lisina) presenti soprattutto in certi cibi. La scoperta, frutto del lavoro...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni