Häusermann (Assogenerici): “Grati ai farmacisti per aver diffuso la cultura dei generici”

14/03/2018 09:15:16
L’industria del farmaco equivalente riconosce un grande merito alle farmacie, e cioè quello di aver ‘educato’ negli ultimi anni i cittadini ad un acquisto consapevole. Un esempio, questo, di vera farmacia dei servizi. “Come aziende produttrici degli equivalenti - ha spiegato Enrique Häusermann, Presidente di Assogenerici, nella rubrica ‘Il caffè di Federfarma’ - non abbiamo mai fatto mistero del rapporto di fiducia che ci lega alle farmacie, perché grazie ad esse i farmaci equivalenti hanno avuto modo di farsi conoscere e apprezzare da parte dei pazienti. Riteniamo che ormai la fiducia nel ruolo del farmacista non può che essere confermata e accresciuta, non solo da parte nostra ma di tutto il Servizio Sanitario Nazionale. L’evoluzione dell’offerta terapeutica, l’ampia disponibilità di farmaci, la crescente attenzione alla terapia della cronicità - aggiunge Häusermann - pongono la figura del farmacista al centro della Clinical Governance. Il farmacista ha un ruolo fondamentale ad esempio in tema di aderenza terapeutica, non solo perché la farmacia è presente capillarmente su tutto il territorio nazionale ma anche, e soprattutto, per il particolare rapporto di fiducia che il professionista instaura giorno dopo giorno con gli assistiti”. Di pari passo col discorso sui generici, va quello sui farmaci biosimilari e la loro possibile vendita all’interno delle farmacie. “Non vedo perché si debba aprioristicamente vietare che determinate categorie di farmaci siano distribuite anche in farmacia - precisa ancora il Presidente di Assogenerici - E’ difficile prevedere se in futuro vi sarà un numero più ampio di farmaci biosimilari nelle farmacie, certamente dipenderà molto dalla tipologia di ambiente di prescrizione e somministrazione”.

Ma è sul recente pre-accordo per l’autonomia firmato dal Governo Gentiloni con Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, e che andrà portato a termine nella prossima legislatura, che Häusermann fa delle ulteriori precisazioni. Nello specifico, in merito al capitolo che rimanda alle Regioni, previo assenso di Aifa, la facoltà di adottare decisioni basate sull’equivalenza terapeutica tra medicinali con princìpi attivi diversi. “L’equivalenza terapeutica tra principi attivi - spiega - è una materia estremamente delicata, poiché rimane essenziale, a nostro avviso, che siano i criteri scientifici a guidare le scelte in questo campo e non quelli economici. Ci sono aree terapeutiche dove le semplificazioni in materie di equivalenza terapeutica rischiano di sottrarre strumenti di cura ai sanitari e quindi ai pazienti. Noi riteniamo che la centralità dell’Agenzia del Farmaco in questo campo vada in tutti i modi salvaguardata. Non possiamo immaginare che queste valutazioni siano rimesse alle singole regioni”.

Notizie correlate

19/04/2018

Campania, mozione su generici per animali. Stabile: “Non di competenza regionale”

Una norma che estenda agli animali, specie a quelli d'affezione, i farmaci generici ad uso umano. E’ questa, in sintesi, la richiesta contenuta nella mozione depositata...
17/10/2017

Assogenerici, a breve scadenze per tadalafil e Crestor

C’è un vero e proprio “blockbuster”, il Cialis, tra i farmaci “branded” che, da qui alla fine dell’anno, perderanno il brevetto e diventeranno genericabili. E’ il calendario aggiornato delle scadenze brevettuali prossime venture secondo il sito di Assogenerici...
26/09/2017

Spesa: in arrivo nuove genericazioni ma gli ospedali non si muovono

I farmaci che scadranno di brevetto entro l'anno sono 14 e assieme totalizzano una spesa di circa un miliardo di euro. Una cifra che, secondo Assogenerici, potrebbe dimezzarsi quando sul mercato faranno la loro comparsa le versioni generiche di questi “originator”. Ma gli ospedali non sembrano mostrare particolare sensibilità per i risparmi garantiti dagli unbranded, come dimostra...
26/09/2017

Gare: una su quattro fallisce per ribassi troppo onerosi

Più del 25% delle gare per l’acquisto di farmaci da destinare agli ospedali va oggi deserta, a causa di basi d’asta che partono da offerte troppo basse per molte aziende farmaceutiche. E se i produttori fanno sempre più fatica a sostenere la pressione...
05/09/2017

#ioequivalgo, al via la campagna 2017 di Cittadinanzattiva per i generici

Partenza venerdì prossimo, 8 settembre, da Chiavari, in provincia di Genova. Quindi sosta l’11 ad Aosta, il 14 a Pisa, il 16 a Bolzano, il 23 a Varese e il 26 a Bologna. Sono le tappe del mese della seconda edizione di #Ioequivalgo, la campagna itinerante...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni