Aderenza alla terapia, Cittadinanzattiva rende merito ai farmacisti. Petrosillo: “Riconosciuto valore che da tempo ribadiamo”

23/07/2018 09:27:10
Farmacisti ai primi posti nella classifica dei professionisti della salute che meglio possono intervenire sull’aderenza alla terapia. Prima di loro, solo i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta e gli specialisti. Sono i dati emersi dall’indagine civica realizzata da Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato - con un questionario rivolto agli Assessorati alla salute, al quale hanno risposto 13 Regioni (Campania, Friuli Venezia Giulia-FVG; Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Sardegna, PA Bolzano, PA Trento, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto), e a 264 professionisti sanitari.
 “Credo siano risultati molto importanti quelli emersi dall’indagine civica realizzata da Cittadinanzattiva – ha spiegato Gianni Petrosillo, presidente del Collegio dei probiviri di Federfarma e presidente di Federfarma Bergamo - non perché siano temi nuovi, ma perché le stesse Regioni oggi riconoscono finalmente valori da tempo trattati a livello scientifico e promossi da Federfarma in varie occasioni. Tra l’altro, emerge chiaramente quanto sia determinante un lavoro in team, dove medico, paziente e farmacista, svolgono un’azione win win: il medico sensibile all’appropriatezza prescrittiva e a dare una primaria comunicazione sull’importanza del rispetto delle terapia, discutendo di valore e sicurezza con il paziente stesso;  il farmacista, a fianco del paziente,  impegnato nel trasmettere certezze, chiarire dubbi, attivare controlli, a partire dalla riconciliazione per arrivare al monitoraggio dell’aderenza e della persistenza, passando attraverso la corretta modalità di assunzione del farmaco”.
La fotografia scattata da Cittadinanzattiva nel report, è quella di Regioni attente all’appropriatezza prescrittiva, benché ancora indietro sull’attuazione del Piano nazionale cronicità, organizzazione di servizi, protagonismo del paziente e strumenti a supporto.
“Sarebbe un passaggio veramente rilevante - aggiunge Patrosillo - se si partisse da queste analisi per giungere a riflessioni che rivoluzionino i metodi, nel comune interesse, non più volti a costringere i decisori alla ricerca di risultati di bilancio a breve, ma con una visione di più ampio respiro, verso investimenti sulla prevenzione e l’ottimizzazione delle cure che, in prospettiva, portino a sicuri risultati di  miglioramento dello stato di salute dei cittadini e, conseguentemente, a un Ssn più sostenibile”.
Da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato arrivano anche alcune raccomandazioni civiche per migliorare l’aderenza alla terapia. “Come professionisti del farmaco - conclude poi Petrosillo - è impossibile non riconoscersi in tutte le raccomandazioni civiche, oltretutto perfettamente in linea con i principi dettati dal Piano Nazionale della Cronicità, proposte da Cittadinanzattiva. La speranza è che anche queste iniziative offrano un loro contributo di riflessione, per un nuovo approccio a nuove sfide, come per la governance dei nuovi modelli di gestione della cronicità dove i professionisti del territorio, farmacisti e medici in prima linea, possono veramente essere protagonisti attivi e determinanti”. (Rossella Gemma)

Notizie correlate

20/01/2020

Prescrizione del farmacista, in Francia diventa realtà. Petrosillo: risposta alla desertificazione medica

Dopo le vaccinazioni antinfluenzali somministrate direttamente dal farmacista, la Francia si spinge oltre facendo diventare operativa, presumibilmente dall’inizio del secondo trimestre del 2020, la prescrizione farmaceutica su protocollo, introdotta con la cosiddetta Loi Santè dello scorso anno. Nello specifico la “prescrizione farmaceutica”, consiste nella possibilità...
16/12/2019

Salute troppo costosa, circa un milione di italiani rinuncia completamente alle cure. I numeri del Rapporto Crea Sanità

La salute costa sempre di più agli italiani che non sempre ce la fanno. Ben 4,2 milioni di famiglie hanno dichiarato di aver cercato di limitare le spese sanitarie per motivi economici, e di queste ben 1,1 milioni non ha potuto permettersi alcuna spesa. E' la fotografia scattata dal 15esimo rapporto del Centro per la ricerca...
12/12/2019

Rapporto Pit Salute di Cittadinanzattiva, Gaudioso: “Meno burocrazia e investimenti su servizi territorio”. Farmacisti in prima linea

Un servizio sanitario con problemi rilevanti di costi, peso della burocrazia e accesso...
10/12/2019

Aderenza alla terapia, primo bilancio del progetto Sfi su fibrillazione atriale. Procaccini: siamo molto soddisfatti

Seicento farmacie per un totale di 1500 pazienti arruolati. E’ il bilancio del progetto sulla fibrillazione atriale condotto da Sistema Farmacia Italia con il supporto di Daiichi Sankyo...
09/12/2019

Aderenza alle terapie, Insegno: ogni vip adotti una malattia e ne diventi testimonial

Una massiccia campagna di comunicazione, quella organizzata da Federfarma per il Dia Day 2019. Lo confermano i numeri illustrati nella conferenza stampa di presentazione dei...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni