Aderenza alla terapia, Cittadinanzattiva rende merito ai farmacisti. Petrosillo: “Riconosciuto valore che da tempo ribadiamo”

23/07/2018 09:27:10
Farmacisti ai primi posti nella classifica dei professionisti della salute che meglio possono intervenire sull’aderenza alla terapia. Prima di loro, solo i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta e gli specialisti. Sono i dati emersi dall’indagine civica realizzata da Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato - con un questionario rivolto agli Assessorati alla salute, al quale hanno risposto 13 Regioni (Campania, Friuli Venezia Giulia-FVG; Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Sardegna, PA Bolzano, PA Trento, Umbria, Valle d’Aosta e Veneto), e a 264 professionisti sanitari.
 “Credo siano risultati molto importanti quelli emersi dall’indagine civica realizzata da Cittadinanzattiva – ha spiegato Gianni Petrosillo, presidente del Collegio dei probiviri di Federfarma e presidente di Federfarma Bergamo - non perché siano temi nuovi, ma perché le stesse Regioni oggi riconoscono finalmente valori da tempo trattati a livello scientifico e promossi da Federfarma in varie occasioni. Tra l’altro, emerge chiaramente quanto sia determinante un lavoro in team, dove medico, paziente e farmacista, svolgono un’azione win win: il medico sensibile all’appropriatezza prescrittiva e a dare una primaria comunicazione sull’importanza del rispetto delle terapia, discutendo di valore e sicurezza con il paziente stesso;  il farmacista, a fianco del paziente,  impegnato nel trasmettere certezze, chiarire dubbi, attivare controlli, a partire dalla riconciliazione per arrivare al monitoraggio dell’aderenza e della persistenza, passando attraverso la corretta modalità di assunzione del farmaco”.
La fotografia scattata da Cittadinanzattiva nel report, è quella di Regioni attente all’appropriatezza prescrittiva, benché ancora indietro sull’attuazione del Piano nazionale cronicità, organizzazione di servizi, protagonismo del paziente e strumenti a supporto.
“Sarebbe un passaggio veramente rilevante - aggiunge Patrosillo - se si partisse da queste analisi per giungere a riflessioni che rivoluzionino i metodi, nel comune interesse, non più volti a costringere i decisori alla ricerca di risultati di bilancio a breve, ma con una visione di più ampio respiro, verso investimenti sulla prevenzione e l’ottimizzazione delle cure che, in prospettiva, portino a sicuri risultati di  miglioramento dello stato di salute dei cittadini e, conseguentemente, a un Ssn più sostenibile”.
Da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato arrivano anche alcune raccomandazioni civiche per migliorare l’aderenza alla terapia. “Come professionisti del farmaco - conclude poi Petrosillo - è impossibile non riconoscersi in tutte le raccomandazioni civiche, oltretutto perfettamente in linea con i principi dettati dal Piano Nazionale della Cronicità, proposte da Cittadinanzattiva. La speranza è che anche queste iniziative offrano un loro contributo di riflessione, per un nuovo approccio a nuove sfide, come per la governance dei nuovi modelli di gestione della cronicità dove i professionisti del territorio, farmacisti e medici in prima linea, possono veramente essere protagonisti attivi e determinanti”. (Rossella Gemma)

Notizie correlate

17/04/2019

Aderenza alla terapia, un disegno di legge in Senato chiede la Giornata Nazionale. Federfarma tra i promotori

Il 39,9% degli italiani è colpito da una malattia cronica (pari a più di 23 milioni di cittadini). Ma solo il 50% di questi pazienti assume i farmaci in modo corretto: spesso infatti...
12/03/2019

Aderire alla terapia, un manifesto per le elezioni Ue 2019

Lo scorso 6 marzo si è tenuto presso la sede del Parlamento europeo a Bruxelles un incontro organizzato da Senior International Health Association - Federazione creata da Senior Italia per promuovere la tutela del diritto alla salute a livello internazionale - avente ad oggetto il lancio di un...
12/03/2019

Aderenza alla terapia, presentato a Monza il progetto che coinvolge più di 300 farmacie

E’ stato presentato venerdì scorso a Monza il progetto dell’Ats Brianza “Empowerment del cittadino: verifica di aderenza e sicurezza della terapia antipertensiva mediantet...
05/03/2019

Sif e Cittadinanzattiva insieme per un’informazione chiara e trasparente sui farmaci

Un'alleanza strategica per fornire ai cittadini un'informazione chiara, trasparente e documentata su tutti i temi che coinvolgono il farmaco e gli integratori alimentari. E' questo uno dei principali obiettivi del protocollo di collaborazione siglato tra Cittadinanzattiva e Società italiana di farmacologia (Sif), presentato a Roma. Tra le azioni in campo...
22/02/2019

Innovativi, la fotografia di Cittadinanzattiva. Gaudioso: “Lavorare sulla sburocratizzazione delle norme”

Quasi un medico su due ha avuto complicazioni nella prescrizione di farmaci innovativi ai cittadini: il loro utilizzo è risultato difficoltoso a causa della non reperibilità nella struttura (il 36%) o a causa delle indicazioni amministrative o delle Commissioni regionali/aziendali sull'accesso ai trattamenti. Questa la fotografia dell'indagine civica di Cittadinanzattiva - Tribunale diritti del malato...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni