Cannabis: Associazione Coscioni, chiede di registrarla in Aifa come medicinale

03/08/2018 09:07:51
L'Associazione Luca Coscioni, tra le prime a promuovere l'accessibilità ai cannabinoidi terapeutici in Italia, sostiene e rilancia l'appello di Confagricoltura relativamente all'ampliamento della produzione di piante a fini medici in Italia e invita la Ministro della Salute ad avviare le necessaria procedure perché la cannabis made in Italy venga registrata come medicina presso l'Agenzia Italiana per il Farmaco. "Sulla carta - dichiara l'ex Senatore Marco Perduca, membro di giunta Associazione Luca Coscioni e coordinatore delle attività antiproibizioniste su www.legalizziamo.it - quella italiana è una delle cannabis terapeutiche migliori: viene prodotta secondo quanto stabilito dal Decreto del 9 novembre 2015 come 'sostanza di grado farmaceutico' con certificazione della buona pratica di fabbricazione da parte dell'AIFA nel pieno rispetto dei protocolli europei sulla produzione di ingredienti attivi farmaceutici. Nella pratica però non sempre tutto cio' si verifica. Sono certo - prosegue Perduca - che i soci di Confagricoltura possano attrezzare a stretto giro delle serre in regola per avviare appena possibile una produzione pilota per andare incontro alla domanda sempre piu' crescente di cannabinoidi". "Per quanto ci riguarda" conclude Perduca "stiamo lavorando a una proposta di trial clinici che prevedano la cannabis nelle terapie da dipendenze comportamentali e per andare incontro alle esigenze di persone con disturbi post-traumatici da stress, come quelli manifestati dai militari di rientro dalle missioni internazionali. Per tutti questi motivi ci appelliamo alla Ministra Grillo, e alla Ministra della Difesa Trenta, affinché promuovano le necessarie sperimentazioni cliniche che ci possano far arrivare a registrare per primi al modo la cannabis come medicina riconosciuta per alcune specifiche condizioni".

Ultime notizie

18/12/2018

Ricette incomprensibili, vademecum del ministero viene in soccorso dei farmacisti

Leggere e interpretare la ricetta del medico è spesso complicato per i pazienti e soprattutto per il farmacista che deve dispensare il medicinale. Sigle, dosi, abbreviazioni, addirittura simboli fanno parte del linguaggio da decifrare. E’ per questa ragione che il ministero della Salute ha diramato un documento intitolato "Raccomandazione per la prevenzione degli errori in terapia conseguenti all'uso di abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli"...
18/12/2018

Tg Federfarma Channel - Edizione del 18 dicembre

In questo numero: Un vademecum del ministero mette in guardia da ricette incomprensibili; Sistema Farmacia Italia fa tappa a Verona, riuniti i vertici Federfarma; Torna Farma&Friends, Contarina: “Con edizione natalizia aiuteremo altri bambini in difficoltà”; Dpc Lombarda, Racca: “Accordo quinquennale con Regione mette in sicurezza le farmacie”
18/12/2018

Cosmetovigilanza, dal ministero una nota per monitorare effetti indesiderati gravi

Torna alla ribalta il tema della cosmetovigilanza dopo che il Ministero della Salute, Direzione Generale dei Dispositivi Medici e del Servizio Farmaceutico, ha inviato a Federfarma la nota con cui si rinnovano le informazioni in materia di...
18/12/2018

Sistema Farmacia Italia fa tappa a Verona, riuniti i vertici Federfarma

Sistema Farmacia Italia, sbarca a Verona per coinvolgere, arruolare e convincere di come insieme le farmacie possano rispondere senza timore all'ingresso di quel capitale che, con la legge 124, ha rischiato di mettere in forte difficoltà le farmacie...
18/12/2018

Torna Farma&Friends, Contarina: “Con edizione natalizia aiuteremo altri bambini in difficoltà”

Scambiarsi gli auguri di Natale, ma soprattutto fare beneficenza e aiutare i bambini meno fortunati per stare un po’ meglio. E’ con questo duplice e nobile obiettivo che si terrà...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni