Ritardare la colazione e anticipare la cena per dimagrire

31/08/2018 15:50:01
ROMA - Dimagrire con l'orologio" è possibile, infatti uno studio britannico mostra che, modificando gli orari di colazione e cena, si può aumentare la riduzione del grasso corporeo. Secondo quanto riferito sul Journal of Nutritional Sciences, posticipando l'ora della colazione e anticipando l'ora della cena di 90 minuti, senza alterare la propria normale alimentazione (quindi senza fare una dieta stretta) in 10 settimane si perde il doppio del grasso corporeo rispetto a chi non segue questi accorgimenti basati sull'orario dei pasti.

E' possibile che l'orario dei pasti influenzi favorevolmente il metabolismo degli individui, ma gli scienziati hanno visto che restringere il tempo in cui si è liberi di mangiare durante il giorno si associa anche a una riduzione complessiva del cibo consumato. Condotto presso l'università del Surrey, lo studio pilota ha coinvolto per ora solo poche decine di pazienti e dovrà essere ripetuto su una casistica più ampia di persone.

"Per quanto piccolo, lo studio fornisce informazioni preziose su come piccole alterazioni negli orari dei pasti possono avere benefici per il nostro corpo - sostiene l'autore del lavoro Jonathan Johnson. La riduzione del grasso corporeo diminuisce il rischio di obesità e malattie correlate, quindi è vitale per migliorare la nostra salute globale". (ANSA).

Ultime notizie

10/12/2019

Aderenza alla terapia, primo bilancio del progetto Sfi su fibrillazione atriale. Procaccini: siamo molto soddisfatti

Seicento farmacie per un totale di 1500 pazienti arruolati. E’ il bilancio del progetto sulla fibrillazione atriale condotto da Sistema Farmacia Italia con il supporto di Daiichi Sankyo. “Siamo molto soddisfatti di questi numeri - ha spiegato il presidente, Alfredo Procaccini ospite di Federfarma Channel...
10/12/2019

Tg Federfarma Channel – Edizione del 10 dicembre

In questo numero: Aderenza alla terapia, primo bilancio del progetto Sfi sulla fibrillazione atriale. Procaccini si dice molto soddisfatto; Legge di bilancio e collegato fiscale 2020, cosa cambia per le farmacie; Campania, riparte la gestione ordinaria della sanità. Stabile: “Evento straordinario”; Regolamento UE sui medical device: possibile rinvio dell’entrata in vigore

10/12/2019

Legge di bilancio e collegato fiscale 2020, cosa cambia per le farmacie

E’ fissata verosimilmente al 31 dicembre prossimo la conclusione dell’iter della nuova Legge di bilancio e collegato fiscale 2020, in corso di approvazione e che verrà definito entro fine anno. Arturo Saggese, commercialista esperto del settore farmacie, ha fornito una rapida panoramica su temi di maggiore interesse per le farmacie...
10/12/2019

Campania, riparte gestione ordinaria della sanità. Stabile: “Evento straordinario”

“Il ritorno ad una gestione ordinaria della sanità in Campania è un evento di grande importanza”. A spiegarlo è Nicola Stabile, presidente di Federfarma Campania che aggiunge: “Il lavoro svolto dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca ha ottenuto un risultato storico che ridà dignità alla nostra regione in campo sanitario e che consentirà...
10/12/2019

Regolamento UE sui medical device: possibile rinvio dell’entrata in vigore

La Commissione Europea ha stabilito di ritardare l’operatività di EUDAMED, la banca dati dei dispositivi medici.  Eudamed non sarà più operativa da maggio 2020 bensì da...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni