Ritardare la colazione e anticipare la cena per dimagrire

31/08/2018 15:50:01
ROMA - Dimagrire con l'orologio" è possibile, infatti uno studio britannico mostra che, modificando gli orari di colazione e cena, si può aumentare la riduzione del grasso corporeo. Secondo quanto riferito sul Journal of Nutritional Sciences, posticipando l'ora della colazione e anticipando l'ora della cena di 90 minuti, senza alterare la propria normale alimentazione (quindi senza fare una dieta stretta) in 10 settimane si perde il doppio del grasso corporeo rispetto a chi non segue questi accorgimenti basati sull'orario dei pasti.

E' possibile che l'orario dei pasti influenzi favorevolmente il metabolismo degli individui, ma gli scienziati hanno visto che restringere il tempo in cui si è liberi di mangiare durante il giorno si associa anche a una riduzione complessiva del cibo consumato. Condotto presso l'università del Surrey, lo studio pilota ha coinvolto per ora solo poche decine di pazienti e dovrà essere ripetuto su una casistica più ampia di persone.

"Per quanto piccolo, lo studio fornisce informazioni preziose su come piccole alterazioni negli orari dei pasti possono avere benefici per il nostro corpo - sostiene l'autore del lavoro Jonathan Johnson. La riduzione del grasso corporeo diminuisce il rischio di obesità e malattie correlate, quindi è vitale per migliorare la nostra salute globale". (ANSA).

Ultime notizie

09/04/2021

Covid-19, quattro i vaccini già in uso. Altri tre all’esame dell’Ema

La campagna vaccinale anti Covid in Italia conta su quattro vaccini: Pfizer-Biontech, Moderna, il vaccino di AstraZeneca 'Vaxzevria' e quello di Johnson & Johnson che arriverà nel...
09/04/2021

Test e vaccinazioni per Covid-19 in farmacia, le indicazioni per la sicurezza dei lavoratori

Federfarma ricorda le misure in tema di sicurezza sul lavoro da applicare nelle farmacie in cui si effettuano test (sierologici o antigenici) per la rilevazione del SARS-CoV-2 o somministrazioni dei relativi vaccini in attuazione dell’Accordo quadro tra il Governo, le Regioni e le Province autonome....
09/04/2021

Vaccinazione anti-Covid in farmacia, Federfarma: 11 mila adesioni alla campagna. Ruolo chiave nell’assistenza territoriale

Sono 11mila le farmacie italiane che hanno aderito alla campagna vaccinale contro il SARS-CoV-2, fornendo un contributo determinante per il conseguimento dell’obiettivo di somministrare 500.000 vaccini al giorno. I dati arrivano direttamente da Federfarma che ha terminato la raccolta delle adesioni delle farmacie...
09/04/2021

Tg Federfarma Channel – Edizione del 10 aprile

In questo numero: Vaccini in farmacia, Tobia su adesioni: “I numeri dimostrano che siamo pronti a scendere in campo”; Coronavirus, 11mila farmacie danno ok a vaccinazioni. Federfarma: “Ruolo chiave nell’assistenza territoriale”; Test e vaccinazioni per Covid-19 in farmacia, le indicazioni per la sicurezza dei lavoratori; Covid-19, quattro i vaccini già in uso. Altri tre all’esame dell’Ema

09/04/2021

Vaccini in farmacia, Tobia su adesioni: “I numeri dimostrano che siamo pronti a scendere in campo”

Quasi 11mila farmacie, su un totale di circa 18mila associate, hanno dato la disponibilità a somministrare il vaccino anti-Covid. Un’adesione che fornirà un contributo determinante per il conseguimento dell'obiettivo di somministrare 500mila vaccini al giorno. È «la conferma che la farmacia italiana è pronta ancora una volta a mettersi a...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni