Cinque pasti per i bimbi, nel segno di varietà ed equilibrio

11/10/2018 15:29:40
Cinque pasti al giorno, nel segno dell'equilibrio e della varietà. A colazione, pranzo, cena e spuntini, nel piatto dei più piccoli devono esserci tutti i nutrienti: carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e sali minerali, da combinare in percentuale variabile a seconda dei momenti della giornata.

Sono gli ingredienti della corretta giornata alimentare secondo gli esperti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, descritta nel nuovo numero del magazine digitale 'A Scuola di Salute', realizzato dall'Istituto Bambino Gesù per la Salute del Bambino e dell'Adolescente e diretto dal professor Alberto Ugazio.

Il tema viene rilanciato oggi, in occasione dell'Obesity Day, giornata dedicata anche all'educazione alimentare e alla prevenzione del sovrappeso, un problema che oggi riguarda il 23% dei bambini.Il 9% è obeso e il 2% gravemente obeso. Ecco la proposta degli specialisti.

1. Fare colazione, sempre. Il 33% dei bambini fa una prima colazione inadeguata, mentre l'8% la salta per mancanza di tempo o di appetito. Si può cominciare con pane e miele, o marmellata, oppure con cioccolato spalmabile. In alternativa pancake, cereali, biscotti, fette biscottate o prodotti da forno. Il tutto abbinato ad una tazza di latte, yogurt bianco o bevande vegetali e una porzione di frutta fresca. 2. Lo spuntino della mattina, energia a portata di mano. Quello ideale è pratico da trasportare e da consumare, facile da digerire senza saziare troppo. Va diversificato per ogni giorno della settimana. 3. Il pranzo, un concentrato di calorie buone. Garantisce il 40% delle calorie totali giornaliere. E' il pasto più importante della giornata alimentare e quello che viene sacrificato di più anche dai bambini, spesso a causa delle merendine abbondanti. Serve il giusto apporto di carboidrati, proteine, grassi e micronutrienti (vitamine, sali minerali e fibre). Può essere strutturato con un primo e un secondo piatto, verdura cruda o cotta e pane, oppure piatto unico, verdura cruda o cotta e pane.4. La merenda, una pausa rilassante. Può essere dolce o salata, l'importante è che tra merenda e cena dovrebbero trascorrere almeno 3-4 ore per agevolare i processi digestivi ed evitare cali glicemici troppo alti. Non va mai saltata; deve essere variata, moderata (niente bis!) e proporzionata (non eccedere con zuccheri e calorie). Si ad acqua, frullati, centrifugati e infusi di frutta e verdura. 5. Cena semplice e leggera, in famiglia. Una quota adeguata di carboidrati, accompagnati o combinati a una porzione proteica. Precede il sonno, meglio proporre piatti semplici a base di carne o formaggi magri, con l'aggiunta di olio dopo la cottura per ridurre i tempi di digestione.  (ANSA)

Ultime notizie

19/07/2019

Imparare cose nuove tutte insieme rende giovani

Imparare diverse cose nuove e contemporaneamente aumenta le capacità cognitive negli anziani. Questo, infatti, allontana il declino cognitivo ed è un po' la stessa tecnica che use-rebbe un bambino. E' il risultato di una ricerca dell'Università della California a Riverside, pubblicata su Journals of Gerontology...
19/07/2019

Musica è come un calmante, meno ansia prima dell'intervento

La musica potrebbe rappresentare una valida alternativa ai calmanti che vengono spesso somministrati in fase preoperatoria, quando il paziente è molto in ansia, prima dell'anestesia locale. Lo rivela uno studio di Veena Graff, della University of Pennsylvania a Philadelphia, pubblicato sulla rivista Regional Anesthesia & Pain Medicine...
19/07/2019

“Cavallo di Troia” molecolare trasporta farmaci nel tumore

Creato un 'cavallo di Troia' molecolare per portare farmaci antitumorali nel cuore della malattia, rendendoli più efficaci e meno tossici per l'organismo. Lo studio è stato condotto presso la Northwestern University da Nathan Gianneschi e pubblicato sul Journal of the American Chemical Society...
19/07/2019

Da onde ad ambiente, campagna per uso 'smart' del cellulare

Esposizione alle onde elettromagnetiche, uso dello smartphone alla guida e corretto smaltimento degli apparecchi inutilizzati. Per far chiarezza su questi temi, prende il via la campagna informativa 'Il tuo cellulare è intelligente. Usalo con intelligenza', realizzata congiuntamente dai ministeri della Salute, dell'Istruzione, Università e Ricerca e dell'Ambiente...
19/07/2019

Federfarma Napoli. Intesa con ospedale Cardarelli per prenotare in farmacia anche prestazioni ambulatoriali

In farmacia si potranno prenotare visite ambulatoriali non solo dei presidi dell'Asl di riferimento, ma anche dell’ospedale Cardarelli. Una svolta importante raggiunta grazie ad un protocollo d'intesa tra l’azienda ospedaliera Cardarelli e Federfarma di Napoli, un modo per poter usufruire di prenotazioni veloci e pratiche...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni