Vendite on line di medicinali contraffatti, stretta dei Nas su canali non autorizzati

20/11/2018 09:03:44
Una vasta e articolata campagna di controllo delle vendite on line, effettuata dai Carabinieri dei Nas e, in particolare, il Reparto Operativo Centrale, il Nucleo Aifa e i nuclei territoriali, ha consentito di accertare 243 esiti non conformi, pari al 51% delle aziende ispezionate. Fondamentale anche il progetto Pangea che ha visto la collaborazione dei Nas con Interpol, Europol e Agenzia delle Dogane. Nei tre mesi di monitoraggio, su oltre 650 siti web, sono state, infatti, rilevate criticità nell`offerta on-line di prestazioni mediche da parte di soggetti non abilitati all`esercizio della professione sanitaria e la conseguente denuncia all`Autorità Giudiziaria di due persone con l`accusa di tentato esercizio abusivo della professione sanitaria. Le verifiche mirate al controllo della filiera del farmaco, inoltre, ha consentito di rilevare 153 situazioni non regolari. In particolare, il fenomeno più preoccupante riguarda farmaci venduti su canali totalmente illegali e anonimi, con altissimo rischio per l`acquirente. Complessivamente sono stati intercettati oltre 2.000 plichi/pacchi postali contenenti farmaci non dichiarati ed il conseguente sequestro di 4.000 confezioni e di 111.000 tra fiale e compresse di medicinali destinati al trattamento di disfunzioni erettili, calvizie e controllo del peso che ha avuto, come conseguenza, la successiva denuncia di 256 persone. Un altro versante di irregolarità ha interessato aziende che promuovevano la vendita a distanza di medicinali; per 80 aziende è scattata la sanzione pecuniaria. Anche nell`ambito della sicurezza alimentare sono stati effettuati controlli sulle vendite on-line: sono state accertate 87 irregolarità e denunciati 5 titolari di aziende per reati di frode in commercio e detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione. Inoltre, sono state notificate denunce nei confronti di 73 operatori per irregolarità di natura strutturale, igienico-sanitaria, tracciabilità ed etichettatura, tra cui l`omessa indicazione degli ingredienti e degli allergeni in essi contenuti. A causa di tali violazioni, sono state sequestrate 11.400 confezioni irregolarmente destinate alla vendita on line. Sempre nella filiera agroalimentare, sono stati individuati anche siti web che promuovevano la vendita di prodotti destinati all`uso agricolo (pesticidi, diserbanti) con principi attivi soggetti a restrizioni, offerti su siti internet, senza alcun vaglio dell`abilitazione dell`acquirente, privi dell`etichettatura corretta o in assenza di autorizzazione ministeriali.

Notizie correlate

11/07/2019

Farmaci contraffatti, le precisazioni di Aifa e Federfarma sui lotti da controllare

A seguito della segnalazione dell’Agenzia del farmaco inglese (MHRA) di rinvenimento nel Regno Unito di confezioni italiane di farmaci non provviste di bollino e quindi di sospetta provenienza illecita, l’AIFA ha diramato un Rapid Alert internazionale con una lista riportante numeri di lotto e date di scadenza dei prodotti interessati...
17/06/2019

Contraffazione Ue, medicinali i più gettonati nel rapporto Europol

Medicinali, prodotti di lusso, alimenti, elettronica: la contraffazione nell'Unione Europea registra una crescita grazie ai social network e alle nuove vie commerciali con l'Asia, favorendo soprattutto la criminalità organizzata. A rivelarlo è la prima edizione della “Valutazione delle minacce dei reati contro la proprietà intellettuale”, realizzata da Europol in collaborazione con l'Ufficio dell'Unione Europea per la proprietà intellettuale (Euipo)...
23/05/2019

Vendite on line, Da Federfarma vademecum aggiornato. Tobia: “Fondamentale conoscere e rispettare le regole”

Federfarma ricorda a tutte le farmacie come sia necessario conoscere accuratamente tutte le disposizioni in materia di vendita online al fine di evitare sanzioni  da parte dei NAS...
04/04/2019

Famaci online, in crescita le farmacie autorizzate alla vendita. Tobia: “Fenomeno legittimo ma contrastare gli illeciti”

Secondo il ministero della Salute, dopo un rallentamento tra gennaio e febbraio, il numero totale di farmacie e parafarmacie autorizzate alla vendita online di Sop e Otc...
22/03/2019

Farmaci illegali, in Lombardia approvata mozione per il contrasto. Tobia: “Fenomeno preoccupante, Federfarma in prima linea”

Mentre in Europa il commercio di farmaci illegali, anche via web, supera di 25 volte quello delle sostanze stupefacenti, la Lombardia si attrezza per combattere il problema di sanità pubblica. Il Consiglio Regionale ha approvato, infatti, a larghissima maggioranza, la mozione, a firma Emanuele Monti, Presidente della III Commissione Sanità e Politiche Sociali...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni