Manovra, emendamento su sconti Ssn fa discutere. Le precisazioni del Sunifar

11/12/2018 09:19:43
La presidente del Sunifar, Silvia Pagliacci, fa alcune precisazioni in merito ad uno degli emendamenti alla manovra di bilancio, che sta più a cuore alle piccole farmacie. Si tratta del n. 41.029, che introduce disposizioni in materia di sconto per le farmacie a basso fatturato, prevedendo un’uniforme modalità di calcolo a livello nazionale.
 
“Smentisco categoricamente che l’emendamento in questione sia stato concordato o addirittura voluto dalla Federazione e dal Sunifar, come invece hanno lasciato intendere alcune voci. C’è di vero che il ministero, sollecitato dalle regioni, ci ha anticipato la volontà di uniformare il calcolo del fatturato avendo ormai anche a che fare con una serie di contenziosi”.
 
La contrarietà di Federfarma rispetto all’emendamento, continua Pagliacci, è confermata da un documento che la Federazione ha inviato al ministero con tutta una serie di richieste che tendono ad evitare che vegano meno parte dei benefici goduti quest’anno per effetto dell’aumento dei tetti di fatturato. I contenuti della nota di Federfarma verranno portati a conoscenza dell’Assemblea nazionale di giovedì.
 
“A fronte di questo - aggiunge Pagliacci - stiamo comunque ragionando sui numeri che Promofarma sta elaborando e sull’incidenza che i fatturati dell’integrativa possono avere. Promofarma stessa ha sottolineato come non sia un calcolo semplice, dal momento che queste voci sono calcolate in maniera differente in ogni regione e addirittura in ogni provincia.  In ogni caso, deve essere riconosciuto che, per la prima volta, c’è stata un’inversione di tendenza: è stato infatti annullato uno sconto per le farmacie più deboli”.
 
“Restiamo vigili – conclude la presidente del Sunifar - per trovare una soluzione che porti a casa il meglio per le farmacie piccole e comunque un giusto riconoscimento per quelle medio-piccole. Abbiamo, inoltre, fatto presente al ministero che un fatturato di confine di 450 mila euro Ssn per una farmacia non significa garanzia di ricchezza, considerati gli oneri di gestione, ma piuttosto permette un minimo di sostenibilità”.

Notizie correlate

06/05/2019

Consiglio di presidenza, focus su remunerazione, convenzione e farmacie rurali

Si può suddividere in tre parti l’ultimo Consiglio di presidenza di Federfarma che si è tenuto lo scorso 2 Maggio. Nella prima, i punti all’ordine del giorno hanno riguardato...
02/04/2019

Farmacie rurali, Menegatti (Federfarma Ferrara): per salvarle dall’estinzione urge ritorno alla Dpc

La via maestra per salvare le farmacie rurali è riportare il farmaco in farmacia grazie alla Dpc. Ne è convinta la presidente di Federfarma Ferrara, Stefania Menegatti...
01/04/2019

Farmacie rurali, capillarità e differenze regionali sotto i riflettori al convegno del Sunifar

Tra gli intervenuti al convegno del Sunifar, di giovedì al Nobile Collegio Chimico Farmaceutico, anche Andrea Garrone, segretario di Ferderfarma Piemonte...
29/03/2019

Farmacie rurali, progetto Sunifar per rafforzare il ruolo. Pagliacci: “Centro di aggregazione socio-sanitaria”

Elaborare un piano che consenta ai farmacisti delle aree interne del Paese di migliorare la qualità della vita delle persone, rafforzare la comunità, superare le diseguaglianze...
29/03/2019

Rurali, Cossolo: “Completa sovrapposizione d’intenti con il Sunifar”

A rimarcare tutto l’appoggio di Federfarma al lavoro che quotidianamente svolgono le farmacie rurali è stato, nel corso della conferenza di ieri del Sunifar, il presidente Marco Cossolo. “Mi è stato chiesto se Federfarma condivide la strategia del Sunifar, il presidente Marco Cossolo. “Mi è stato chiesto se Federfarma condivide la strategia del Sunifar, ma la strategia di Federfarma è una, ed quella di cui ha parlato oggi la presidente Pagliacci....


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni