Mix di codeina, Stabile (Federfarma Campania): “Urge verificare la fonte di approvvigionamento”

16/01/2019 09:08:46
"E' necessario verificare la fonte di approvvigionamento della codeina da parte degli assuntori del mix stupefacente". A parlare è Nicola Stabile, presidente di Federfarma Campania, all'indomani delle notizie del diffuso uso tra i giovani di un cocktail con effetto stupefacente prodotto miscelando la codeina, come sciroppo o gocce sedativi per la tosse, con una semplice bibita gassata.

"Stigmatizzando eventuali comportamenti illeciti da parte di qualche farmacista - ha continuato Stabile - credo che la quasi totalità di persone, soprattutto giovani, trovano sui mercati clandestini in particolare su Internet, la codeina con cui creare la bevanda stupefacente. Mai come oggi il filtro della farmacia è essenziale per frenare questa pericolosa moda". La legge, infatti, prevede che il farmaco possa essere dispensato soltanto presentando una ricetta del medico curante. La vicenda rimette in gioco le norme della vendita on line di farmaci. Dal 2015 la legge prevede che farmacie e parafarmacie possano cedere in rete soltanto farmaci da banco, ovvero quelli per cui non serve la ricetta del medico, dunque non certo prodotti a base di codeina. "Ci vogliono, dunque, maggiori controlli anche per debellare la vendita illegale di farmaci in rete che certamente non vengono dispensati da farmacisti ma da organizzazioni che con la nostra professione non hanno nulla a che fare". Il presidente di Federfarma Campania auspica, dando la propria disponibilità, un confronto con istituzioni sanitarie e forze dell'ordine per individuare strategie da mettere in campo per debellare un fenomeno che rischia di minare la salute dei giovani e non solo.

Dell’emergenza legata all’uso di farmaci ad azione psicotropa per procurarsi un alterato stato di coscienza, si è occupata anche la Regione Campania che ha denunciato, dopo le dichiarazioni dell’Ordine dei farmacisti della provincia di Napoli, anche l’uso crescente, per l’acquisto di tali farmaci, dei canali non ufficiali, come siti illegali. L’invito da parte della Regione è quello di creare degli eventi formativi ed informativi sui danni relativi all’uso di tali farmaci, da realizzare in collaborazione con Assofarm e Federfarma, che si sono già rese disponibili alla proposta. Anche per la Regione Campania, il ruolo delle farmacie e dei farmacisti è fondamentale per il monitoraggio del territorio e del corretto utilizzo dei farmaci.

Notizie correlate

09/04/2020

Dispositivi di protezione individuali, Federfarma Campania chiede alle istituzioni più controllo sulle dinamiche di mercato

Federfarma Campania invita autorità e istituzioni, ciascuna nel proprio ambito di competenza, a coordinare iniziative e misure di moralizzazione del fenomeno di reperimento dei DPI, ivi comprese le mascherine, “convinti che, in una fase di emergenza sociale e sanitaria, sia di prioritario interesse pubblico esercitare un opportuno controllo delle normali...
07/04/2020

Dpc, Regione Campania la estende a tutte le farmacie territoriali. Stabile: “Un vittoria per i nostri pazienti”

“Partirà il prossimo 15 aprile in tutte le farmacie della Campania la distribuzione in dpc per una serie di farmaci che venivano distribuiti solo con la diretta. Questo, ovviamente, per agevolare il cittadino e impedirne spostamenti inutili e rischiosi”. A parlare, senza nascondere la soddisfazione per il traguardo raggiunto, è il presidente di Federfarma Campania, Nicola Stabile...
26/02/2020

FarmaPrivacy, Stabile (Promofarma): “Ecco perché rinnovare l’abbonamento al servizio”

“Attenzione alla privacy dei pazienti e costante miglioramento dei servizi”, questi, tra gli altri, i motivi per rinnovare l’abbonamento a FarmaPrivacy, la piattaforma informatica sviluppata...
29/01/2020

Medicinali stupefacenti, dal ministero indicazioni sulla gestione di Tiletamina

Il ministero della Salute ha fornito le modalità operative del decreto che ha inserito nella tabella I e nella tabella dei medicinali, sezione A, la sostanza Tiletamina che è presente, in associazione con Zolazepam, nel medicinale veterinario Zoletil. In particolare, il ministero, ricordando che il decreto entra in vigore oggi, 29gennaio, evidenzia che è in corso l’aggiornamento delle etichette da parte del titolare dell’AIC... 
22/01/2020

Tecnologia 5G, Stabile (Promofarma): sempre maggiore il coinvolgimento delle farmacie

Un dialogo permanente tra consumatori e imprese, è questo l’obiettivo di Consumers’ Forum, che ha organizzato un seminario dedicato al tema del 5G, rivolto ai soci...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni