Legge di Bilancio 2019, le precisazioni di Federfarma su computo fatturato Ssn

01/02/2019 09:06:54
Federfarma, anche sulla base di sollecitazioni provenienti da associazioni territoriali e da singoli farmacisti, fornisce alcune precisazioni sull’esatta interpretazione del comma 551 dell’art.1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145, che ha specificato le modalità di computo del fatturato annuo in regime di Servizio sanitario nazionale, al fine dell’applicazione della scontistica agevolata o dell’esclusione degli sconti di legge alle farmacie a basso fatturato, anche prendendo in considerazione i comportamenti e le concrete modalità di azione seguite dalle aziende sanitarie sul territorio.
Nella prassi, alcune Aziende sanitarie, per calcolare gli effettivi sconti da applicare nel corso del 2019, prendono in considerazione il fatturato annuo Ssn dell’anno in corso (2019), mediante il calcolo del fatturato a fine anno. In particolare, le aziende sanitarie consentono alle farmacie di continuare ad applicare la scontistica che applicavano nel 2018, ma a fine anno calcolano il fatturato del 2019 e la relativa scontistica che doveva essere applicata, effettuando eventuali conguagli in addebito o in accredito.

In tal caso, specifica Federfarma, non sussistono dubbi sul fatto che le Aziende sanitarie, per calcolare  il fatturato del 2019 ed effettuare i conguagli, devono prendere in considerazione i nuovi parametri previsti dalla legge.
Altre Aziende sanitarie, invece, seguono una prassi differente. Per verificare quale scontistica applicare nel 2019 prendono in considerazione il fatturato annuo del 2018, senza operare conguagli a fine anno.  In tal caso,  secondo Federfarma, già nella distinta contabile di gennaio del 2019 dovrebbe trovare applicazione non solo l’esclusione degli sconti per le farmacie con fatturato Ssn del 2018 inferiore a euro 150.000, ma anche il nuovo computo del fatturato annuo Ssn, previsto dalle nuove disposizioni. Pertanto il fatturato del 2018 dovrebbe essere calcolato con i nuovi criteri. Tale interpretazione è quella che si attiene maggiormente alla lettera della legge.

Tuttavia Federfarma ritiene opportuno segnalare che alcuni consulenti forniscono una diversa interpretazione che potrebbe avvantaggiare le farmacie di alcune regioni. 

In base a tale interpretazione, che appare sorretta anche dalla lettura della relazione di accompagnamento al disegno di legge di bilancio, dal momento che la norma in questione prevede che siano “Fatte salve le determinazioni che le regioni hanno assunto sino al 31/12/2018” e che le nuove disposizioni decorrono dal primo gennaio del 2019, si potrebbe più che ragionevolmente sostenere che la questione relativa al fatturato 2018 sia stata chiusa sulla base delle regole previgenti stabilite appunto dalle singole regioni e che le nuove modalità di calcolo del fatturato prendano avvio dal 1° gennaio 2019, in relazione - appunto - al fatturato 2019, con la conseguenza che i nuovi criteri per il computo del fatturato dovrebbero avere effetti sulle farmacie a partire dal 2020, una volta determinatosi in maniera definitiva il fatturato dell’anno precedente.

Attualmente, questa seconda interpretazione non è stata adottata dalle regioni che, al momento, hanno diramato indicazioni operative alle proprie strutture, tuttavia Federfarma ha ritenuto di doverla in ogni caso segnalare al fine di consentire alle organizzazioni territoriali di valutarne l’opportunità di adottarla a livello locale nell’opera di interlocuzione con la parte pubblica, in considerazione delle peculiarità territoriali.
 

Notizie correlate

15/04/2019

Legge di bilancio 2019. Novità per le farmacie su gestione immobili, quote di partecipazione e iperammortamento

Torna su Federfarma Channel l’appuntamento con Arturo Saggese, commercialista esperto del settore farmacia. La puntata precedente era stata dedicata alle misure che riguardano le aliquote Iva, novità regime forfetario e Flat Tax. In questa occasione è stato fatto il punto sulla gestione e rivalutazione delle quote societarie di partecipazione, sulla disciplina della cedolare “secca”... 
15/03/2019

Legge di Bilancio 2019, Saggese: “Molte le novità per le farmacie”

Misura delle aliquote Iva; novità regime forfetario; Flat Tax. Ma anche, tassazione agevolata utili reinvestiti; fattura elettronica operatori sanitari; cedolare secca immobili commerciali; detrazione interventi recupero edilizio/bonus arredo/ bonus...
27/02/2019

Fatturato Ssn, il Consiglio di Presidenza risponde ai rurali lombardi. No a dimissioni dei vertici Sunifar

“L’attuale Consiglio di Presidenza, sin dal suo insediamento, ha inteso tutelare in primo luogo l’economia delle piccole farmacie, proponendo sin dalla Legge di Bilancio 2018...
25/01/2019

Calcolo fatturato Ssn al centro del Consiglio delle regioni. Barla (Sunifar): “No omogeneità fra le regioni”

Il nuovo calcolo del fatturato Ssn al centro del Consiglio delle Regioni. A riferire degli argomenti trattati nella riunione di ieri nella sede di Federfarma, è stato il coordinatore del Consiglio del Sunifar...
10/01/2019

La legge di Bilancio mette mano alle questioni sanitarie, Federfama fa chiarezza con una circolare

La Legge di Bilancio 2019, in vigore dal 1 gennaio, contiene una serie di novità in ambito sanitario che andranno a modificare alcuni assetti importanti per la categoria. Federfarma ha diramato una circolare per fare chiarezza sui punti di maggiore...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni