Disturbi del comportamento alimentare, Federfarma Vicenza avvia la formazione

04/02/2019 09:04:38
Continua l’impegno delle farmacie vicentine per fare rete nel territorio ed essere sempre di più un punto di riferimento e di aiuto per i cittadini, per tutte le loro problematiche di salute, sfruttando due caratteristiche che oggi le contraddistinguono fortemente: da una parte la presenza capillare nel territorio, dall’altra il rapporto di fiducia e confidenza che spesso si crea con il farmacista vicino a casa.

Su queste basi, prosegue la collaborazione tra Federfarma Vicenza e l’Associazione Midori, che nelle prossime settimane vedrà le farmacie vicentine distribuire materiale informativo sui disturbi del comportamento alimentare e sulla rete di servizi e strutture di assistenza attive nel territorio, sia per chi ne soffre sia per i loro familiari.

Nell’ambito di questa collaborazione, giovedì sera Federfarma Vicenza ha ospitato nella propria sede un incontro di formazione rivolto a tutti i titolari delle farmacie vicentine. Durante la serata si è parlato della diffusione di queste patologie e delle strutture specializzate presenti nel territorio, ma anche dei possibili segnali di allarme, utili per intercettare chi ne è affetto o i soggetti a rischio. Infine, si è parlato anche delle correlazioni tra i disturbi alimentari e i farmaci, sia per quanto riguarda i trattamenti appropriati sia per le situazioni di abuso che possono verificarsi da parte dei malati.
Oltre ai rappresentanti dell’Associazione Midori, hanno preso parte all’incontro la Alessandra Sala, responsabile del Centro provinciale per i disturbi del comportamento alimentare dell'Ulss 8 Berica, e altri due specialisti che operano all’interno di questo servizio: Vincenzo Munno, endocrinologo, e Raffaella Battistin, psicologa.

“Con questa iniziativa - sottolinea Alberto Fontanesi, presidente di Federfarma Vicenza - le farmacie vicentine confermano il proprio impegno nel territorio e la disponibilità a promuovere nuove iniziative e servizi per la prevenzione e in generale per la tutela della salute pubblica, lavorando in rete non solo con gli enti pubblici ma anche con il mondo del volontariato. Iniziative come questa assumono una particolare valenza nei comuni minori, dove spesso la farmacia è l’unico presidio locale del sistema sanitario e dove per ovvie ragioni non si può contare su una rete di servizi e associazioni dedicate: ecco allora che trovare in farmacia informazioni e un primo orientamento per ricevere assistenza può davvero fare la differenza”.

A sottolineare l’importanza dell’iniziativa sono anche i numeri: secondo i dati del Centro Provinciale DCA di Vicenza, l'incidenza (nuovi casi/anno) di anoressia e bulimia, nella popolazione femminile, si aggira su 20/100.000 persone all’anno, mentre la prevalenza (numero di persone che sviluppa la malattia) dei vari disturbi dell’alimentazione nella fascia di popolazione a rischio (donne tra i 18 e i 25 anni) supera il 12,7% (il che significa che più di 1 giovane donna su 10 soffre di un DCA).

Notizie correlate

30/08/2018

Disturbi dell’alimentazione(D.A.): dal MinSal una guida per famiglie, strumento di counselling in farmacia

I disturbi della nutrizione e dell’alimentazione sono ormai uno dei più frequenti fenomeni sanitari, in particolare tra gli adolescenti e i giovani adulti. Un Tavolo di lavoro specifico coordinato dal ministero della Salute ha elaborato una serie di raccomandazioni specifiche ai familiari...
17/04/2018

Diete, cibi e integratori, position paper di Gimbe: puntare su evidenze scientifiche

La Fondazione Gimbe realizza un Position Statement su alimenti, diete e integratori con tre obiettivi: identificare le criticità della scienza della nutrizione, sintetizzare le migliori...
10/01/2018

Dieta mediterranea può proteggere anziani da fragilità

Seguire una dieta mediterranea ricca di frutta, verdura, cereali integrali e noci può aiutare a contrastare il rischio di fragilità negli anziani. È quanto emerge dalla ricerca dello University College London, pubblicata sulla rivista Journal of the American Geriatrics Society. I risultati suggeriscono che...
08/01/2018

Dieta mediterranea e antipertensione migliori per la salute

La dieta mediterranea, insieme con quella anti-ipertensione (Dash), è la migliore per la salute. A metterne in fila 40, da quelle "classiche" a quelle più di moda, è stata anche quest'anno la rivista statunitense U.S. News and world report, il cui panel di esperti ha decretato l'ex aequo...
21/12/2017

Mangiando pesce bimbi dormono meglio e sono più intelligenti

Pesce una volta a settimana nel piatto dei più piccoli migliora il sonno e potrebbe aumentare il quoziente intellettivo dei bambini. Lo rivela una ricerca svolta presso la University of Pennsylvania e pubblicata questa settimana sulla rivista edita da Nature "Scientific Reports". In passato diversi studi...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni