Farmacista, primo baluardo del Ssn. Lusi (Nas) promuove la collaborazione per lotta alla contraffazione

12/03/2019 09:14:04
Mentre in tutto il mondo il mercato dell’e-commerce, anche per i farmaci, avanza in maniera veloce, in Italia sembra ancora reggere il canale ufficiale: la farmacia. Ad assicurarlo è il generale, Adelmo Lusi, comandante dei carabinieri per la tutela della salute pubblica durante gli Stati generali della farmacia italiana. “In Italia abbiamo un sistema di controlli particolarmente efficace e puntuale. E il nostro lavoro non può che procedere in collaborazione con le istituzioni europee e con i farmacisti che rappresentano il primo baluardo con il Ssn. Questi professionisti possono fare molto soprattutto in tema di sensibilizzazione dei clienti sull’approvvigionamento di farmaci solo su canali ufficiali”.

E’ recente, una mozione della Lega approvata all'unanimità dal Consiglio regionale, con primo firmatario il presidente della Commissione Sanità Emanuele Monti, che impegna la Giunta di regione Lombardia a "creare un tavolo operativo con la Polizia postale per contrastare il fenomeno dell’e-commerce, con l'obiettivo di garantire la qualità del farmaco che viene messo in vendita e dunque la salute". Su proposta del consigliere M5S Marco Fumagalli, la mozione prevede anche il coinvolgimento dei carabinieri del Nas.

In Lombardia risultano autorizzati alla vendita online 102 farmacie e 10 esercizi commerciali, riferisce il Pirellone. Ma "su Internet si può trovare di tutto - spiega Monti - E non parlo solo del dark web, ma della Rete normale, dove i nostri figli potrebbero acquistare farmaci non sicuri. Per questo ho deciso di proporre questa mozione, che vuole impedire la vendita indiscriminata di prodotti che potrebbero nuocere alla salute". "La vendita di medicinali al di fuori dei canali ufficiali, che garantiscono la qualità dei prodotti - avverte - è un fenomeno che pone un serio problema di tutela della salute, in quanto tali farmaci possono risultare alterati o modificati rispetto agli originali". La mozione, precisa il Carroccio, prevede inoltre di "migliorare la tracciabilità della singola confezione del farmaco dalla filiera di produzione alla distribuzione ospedaliera o territoriale attraverso il dato di targatura delle singole confezioni", e di "supportare le aziende sanitarie pubbliche a completare i processi di automazione delle gestione del farmaco".

Notizie correlate

13/09/2019

Scoperto traffico internazionale di farmaci anticancro. Speranza: “Vivo apprezzamento per operazione Nas”

Furto, ricettazione e traffico internazionale di farmaci, principalmente oncologici e destinati a  cure particolari, rubati da strutture ospedaliere e magazzini  farmaceutici in tutta Italia...
11/07/2019

Farmaci contraffatti, le precisazioni di Aifa e Federfarma sui lotti da controllare

A seguito della segnalazione dell’Agenzia del farmaco inglese (MHRA) di rinvenimento nel Regno Unito di confezioni italiane di farmaci non provviste di bollino e quindi di sospetta provenienza illecita, l’AIFA ha diramato un Rapid Alert internazionale con una lista riportante numeri di lotto e date di scadenza dei prodotti interessati...
17/06/2019

Contraffazione Ue, medicinali i più gettonati nel rapporto Europol

Medicinali, prodotti di lusso, alimenti, elettronica: la contraffazione nell'Unione Europea registra una crescita grazie ai social network e alle nuove vie commerciali con l'Asia, favorendo soprattutto la criminalità organizzata. A rivelarlo è la prima edizione della “Valutazione delle minacce dei reati contro la proprietà intellettuale”, realizzata da Europol in collaborazione con l'Ufficio dell'Unione Europea per la proprietà intellettuale (Euipo)...
06/02/2019

Sequestro di farmaci e truffe a Ssn. Il bilancio 2018 dei Nas

Nel settore farmaceutico-sanitario le verifiche dei Nas nel 2018 hanno interessato 19.715 obiettivi, tra centri sanitari e socio-assistenziali pubblici e privati, aziende della filiera del farmaco, ditte di distribuzione e vendita di giocattoli, cosmetici e articoli vari...
20/11/2018

Vendite on line di medicinali contraffatti, stretta dei Nas su canali non autorizzati

Una vasta e articolata campagna di controllo delle vendite on line, effettuata dai Carabinieri dei Nas e, in particolare, il Reparto Operativo Centrale, il Nucleo Aifa e i nuclei territoriali...


Aggiungi a Twitter Aggiungi a Facebook
Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS! W3C-WAI A
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni